Tutelare la libertà di stampa e promuovere il dibattito pubblico transnazionale sulle violazioni registrate nell'Unione europea, nei paesi dell'allargamento e del partenariato orientale sono gli obiettivi del progetto European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF), che nel 2018 è entrato nel suo quarto anno di attività grazie al rinnovato sostegno della Commissione europea.

Tra i servizi garantiti dalla partecipazione di OBCT al consorzio, lo sviluppo e la cura del Resource Centre on Media freedom in Europe e un costante lavoro di informazione e approfondimento su temi chiave per le democrazia europea, in rete con numerosi media partner in Italia e nel sud-est Europa.

In questo progetto OBCT collabora con la cooperativa ECPMF con sede a Lipsia ; Index on Censorhip ; IPI ; Ossigeno per l'informazione ; South East Europe Media Organisation Journalismfund.eu .

 

I nostri materiali:

26 settembre 2018

Dopo essesi distinto per inchieste e articoli scomodi al potere, ora il quotidiano turco Cumhuriyet torna alla vecchia guardia kemalista grazie ad un ricorso. Oltre 30 giornalisti lasciano il giornale

14 settembre 2018

Minacce di morte, petizioni, proteste. Lo scorso luglio, a Cipro, un glossario per il giornalismo pubblicato dall'OSCE ha scatenato furiose polemiche

28 agosto 2018

La situazione dei media in Serbia non è mai stata rosea. Ma una recente indagine condotta dal Balkan Investigative Reporting Network (BIRN) mette in evidenza meccanismi di controllo subdoli e altrettanto efficaci esercitati dal governo di Belgrado sui giornalisti. 

27 agosto 2018

Fare giornalismo investigativo nei Balcani è sempre più difficile. Lo conferma il recente caso delle gravi accuse del presidente della Republika Srpska Milorad Dodik contro Dino Jahić, caporedattore del Centro per il giornalismo investigativo della Serbia

 

27 agosto 2018

La storia di Muhammad Yasir, giornalista pakistano fuggito dal suo paese perché sotto minaccia per il suo lavoro e oggi rifugiato in Bosnia Erzegovina nel campo di Velika Kladuša

27 luglio 2018

Si è concluso il 15 luglio scorso il concorso Wiki4MediaFreedom che ha chiamato a raccolta wikipediani e wikipediane di diverse edizioni linguistiche dell'enciclopedia libera per tradurre e migliorare le voci sulla libertà di stampa in Wikipedia.

Dai nostri media partner:

Turchia: condanne dell'8 marzo

Lo scorso 8 marzo un tribunale turco ha condannato dai 3 ai 7 anni di carcere 25 giornalisti e dipendenti di media accusati di avere legami terroristici con il movimento di Fethullah Gulen. Tutti impiegati del quotidiano Zaman e di altre testate considerate vicine al movimento, che le autorità turche ritengono aver organizzato il fallito golpe del luglio 2016. I legali degli imputati hanno comunicato che andranno in appello.

Bianet: leggi l'articolo completo in inglese

Grecia: perché le condizioni di lavoro di lavoro dei giornalisti hanno a che fare con la democrazia

"Sono considerato fortunato perché guadagno 500 € al mese. Dall'importo totale, sono obbligato a pagare il costo aggiuntivo del bonifico bancario", dichiara Haris Drousiotis, 23 anni. Lavora da casa, riscrive le notizie e non ha un contratto di lavoro, il che significa che vive costantemente sotto stress, chiedendosi se quel mese sarà pagato.

AthensLive: leggi l'articolo completo in inglese

Grecia, come e perché è morto "MEGAchannel"

Dopo ventinove anni di attività, MEGAchannel chiude i battenti. Alla sua nascita, nel 1989, era il primo canale TV privato del paese e cambiò radicalmente il modo di fare intrattenimento e informazione.

AthensLive: leggi l'articolo completo in inglese

Media greci: un luogo per soli uomini?

In grecia non sorprende che la maggior parte degli impiegati nel settore media sia composta di uomini. Ecco un'altra storia di stereotipi di genere interiorizzati: questa volta a partire dalle TV di un paese membro dell'Unione europea.

Athens Live: leggi l'articolo completo in inglese

Linguaggio d'odio: un fenomeno da combattere

A cura della redazione "Esteri" di Radio Popolare la quinta puntata della terza annualità del progetto ECPMF di cui Radio Popolare è media partner. Il servizio è dedicato  al tema dello hate speech, i discorsi d’odio. L'intervista a Lorenzo Ferrari, ricercatore di OBCT, tra gli autori del Dossier speciale curato da OBCT selezionando diverse risorse inserite nel Resource Centre sulla libertà dei media e della stampa

Radio Popolare: ascolta la trasmissione in Italiano

Kosovo: trasparenza? No, arroganza

Sebbene il governo di Ramush Haradinaj abbia approvato un nuovo documento sul miglioramento della comunicazione con i media, i giornalisti del Kosovo confermano la loro denuncia rispetto alla mancanza di trasparenza.

Kosovo 2.0: leggi l'articolo completo in inglese

Montenegro e servizio pubblico: la sentenza di un tribunale ribalta una decisione politica

Il tribunale ha stabilito che Goran Djurovic deve essere reintegrato come membro del Consiglio dell’emittente pubblica RTCG. La decisione di rimuovere Djurovic dal Consiglio è stata riconosciuta come “azione politicamente motivata”, parte della più ampia strategia del partito di governo volta a riprendere il controllo sull'emittente pubblica.

Vijesti: leggi l'articolo completo in montenegrino

Montenegro: Nikola Vukčević sarà reintegrato nella TV pubblica?

Il tribunale amministrativo ha abrogato la sentenza dell'Agenzia per la prevenzione della corruzione, ma c'è solo una piccola possibilità che Nikola Vukčević venga reintegrato come membro del consiglio RTCG. Anche se la Corte ha stabilito che il conflitto di interessi di cui era accusato non sussisteva, ora spetta al Parlamento montenegrino decidere se nominare qualcuno che lo sostituirà.

Vijesti: leggi l'articolo completo in montenegrino

Una piattaforma per l'accesso rapido e sistematico a una collezione di risorse in continua espansione su libertà e pluralismo dei media in Europa. Sei giornalista, un esperto di media o un'organizzazione del settore e conosci pubblicazioni o servizi che meriterebbero visibilità? Accedi alla sezione Crowdsourcing  e aiutaci a renderli consultabili all'interno del Resource Centre


 

 

 

Wiki4MediaFreedom  mira a diffondere conoscenza su un aspetto cruciale per le nostre società e democrazie, arricchendo i contenuti di Wikipedia. Unisciti a noi e contribuisci anche tu alla più grande enciclopedia online per tutelare il diritto di tutti a un'informazione libera e di qualità!

Lanciata nel 2014 insieme a OBC, continua la mappatura delle limitazioni alla libertà d'informazione in Europa svolta da Index on Censorship, European Federation of Journalists e Reporters Without Borders. Se conosci casi di violazione o hai subito direttamente pressioni, segnala il tuo caso a Mapping Media Freedom

 

ECPMF network

24 Vesti Macedonia- Prima tv all news in Macedonia e portale di informazione online
Archivio degli articoli
Beta Serbia- Tra le principali agenzie stampa in Serbia
Archivio degli articoli
Bianet Turchia- Agenzia stampa indipendente, attenta ai temi legati alla società civile
Archivio degli articoli
Courrier des Balkans Francia- Il principale portale francofono sul sud-est Europa
Archivio degli articoli
Dilema Veche Romania- Il principale settimanale in Romania ad occuparsi di cultura e società. Ha una versione cartacea ed una on-line
Archivio degli articoli
H-Alter Croazia- Portale indipendente di informazione on-line. Fin dalla sua fondazione si occupa molto di società civile e partecipazione
Archivio degli articoli
MediaCentar Bosnia Erzegovina - Centro il giornalismo indipendente con sede a Sarajevo
Archivio degli articoli
Mediapool Bulgaria- Fondato nel 2001, è stato il primo portale on-line di informazione in Bulgaria
Archivio degli articoli
Kosovo 2.0 Kosovo - Magazine online nato nel 2010 che coinvolge in particolare giovani professionisti dell'informazione. Pubblica in albanese, inglese e serbo
Archivio degli articoli
Radio Popolare Italia- Ha sede a Milano e la sua colonna dorsale è l'informazione. E' sia una radio che un network di 17 importanti radio locali italiane che coprono città come Roma, Firenze, Torino, Venezia
Archivio degli articoli
Radio Študent Slovenia - La prima tra le radio indipendenti in Europa
Archivio degli articoli
Shqiptarja Albania - Gruppo di media indipendenti con sede a Tirana
Archivio degli articoli
Athens Live Grecia- Media indipendente pubblica storie, notizie e immagini provenienti da Atene e da tutta la Grecia
Archivio degli articoli
Vijesti Montenegro- Il principale quotidiano del Montenegro. Ha una versione cartacea ed on-line. Ha iniziato a pubblicare nel 1997
Archivio degli articoli

Dal 2015 al 2016 ha partecipato al network anche:

The Press Project Grecia- Portale di informazione quotidiana on-line sulla Grecia. Specializzato in approfondimenti ed analisi
Archivio degli articoli

Il progetto European Centre for Press and Media Freedom è cofinanziato dalla Commissione Europea