Jean-Arnauld DérensLaurent Geslin | 17 aprile 2019

Fuggiti dalle loro terre in Kosovo nel 1999, per loro il Montenegro è stato un rifugio, prima di diventare un vicolo cieco, una trappola. Venti anni più tardi, non hanno ancora alcun diritto e sopravvivono come ombre amministrative, respinti da Pristina, Podgorica e Belgrado. Reportage

Balcani occidentali, verso l'abolizione del roaming telefonico

Telefonare in roaming per i cittadini dei Balcani occidentali diventa più semplice ed economico: firmato la settimana scorsa un accordo che ne prevede prima la riduzione e poi l'abolizione entro il 2021. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [8 aprile 2019]

Montenegro: giornalisti sotto tiro

Olivera Lakić, giornalista d'inchiesta del quotidiano Vijesti, è stata ferita in un agguato a Podgorica. Il caporedattore del quotidiano, Mihailo Jovović, racconta a Radio Popolare che fare giornalismo in Montenegro è molto difficile, quasi impossibile (10 maggio 2018)

Transeuropa

RECOM rilancia e riparte da Londra
6/4/2018 - A dieci anni dalla fondazione di RECOM, l'iniziativa per la riconciliazione regionale nello spaz...
Turismo sostenibile tra Italia, Grecia, Montenegro, Croazia e Slovenia
3/4/2018 - Promuovere un turismo sostenibile puntando sulla creazione di un’identità adriatico-ionica. E’ l...