Dopo lo scoppio di celebri scandali mondiali (Wikileaks, LuxLeaks, Panama Papers…) il dibattito sulla funzione democratica dei cosiddetti “whistleblower” – una parola che in italiano viene mal tradotta con “informatori” – si è affermato anche a livello europeo. Nei mesi in cui il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione in materia, nel momento in cui la società civile e la politica cominciano a riconoscere il ruolo svolto dai whistleblowers nell’interesse pubblico e quindi la necessità di garantire loro protezione, OBCT ha approfondito il tema e ha chiesto alla sua rete di partner internazionali di fare altrettanto.

Approfondimenti

DOSSIER Turchia: whistleblowing, media e utilità pubblica

Istanbul | Emre Tansu Keten | 13/12/2017

In Turchia il whistleblowing e la sua resa in forma di notizia giornalistica vengono criminalizzati, come dimostrano bene i due casi di Reyhanlı e dei TIR del MIT, l’intelligence turca

DOSSIER Whistleblower in Kosovo, serve aiuto

Pristina | Eraldin Fazliu | 6/12/2017

Le accuse di corruzione rivolte ad EULEX sollevano in Kosovo la questione del whistleblowing, una pratica ancora poco diffusa tra i cittadini kosovari

DOSSIER Romania: ai whistleblowers serve qualcosa in più della legge

Stela Giurgeanu | 27/11/2017

In Romania una legge sulla difesa dei whistleblowers esiste dal 2004. Ma quanti cittadini romeni ne hanno beneficiato? Qual è il peso reale di una "legge senza società"? L'analisi di Dilema Veche

DOSSIER Whistleblower in Serbia: una legge modello

Belgrado | BETA | 22/11/2017

La Serbia possiede una legge unica e con alti standard, alla cui realizzazione hanno contribuito gli stessi whistleblower. Non mancano tuttavia incongruenze nella sua applicazione

DOSSIER La (mancata) tutela dei whistleblower in Croazia

Zagabria | Toni Gabrić | 17/11/2017

In Croazia, come in altri paesi della regione, i whistleblower non sono sufficientemente tutelati, rischiando di essere marginalizzati dal punto di vista lavorativo e sociale

DOSSIER Whistleblower in Macedonia

24 Vesti | 15/11/2017

Sono stati due whistleblower ad aver portato alla luce, in Macedonia, lo scandalo delle intercettazioni di massa ad opera del regime Gruevski

DOSSIER Macedonia: il whistleblower che ha fatto cadere il governo Gruevski

Borjan Jovanovski | 3/11/2017

Ex-collaboratore dei servizi segreti, Gjorgi Lazarevski ha reso pubbliche migliaia di intercettazioni telefoniche registrate per anni in maniera illegale. "Bombe" che hanno fatto cadere il governo Gruevski