Una donna alla presidenza della Grecia?

17/01/2020

Il primo ministro Kyriákos Mitsotákis ha proposto mercoledì sera, in un discorso televisivo, che l'attuale presidente del Consiglio di Stato, Ekaterini Sakellaropoulou, divenga il ​​prossimo capo di stato in Grecia. "Mentre il paese si sta lasciando la crisi alle spalle (...), ritengo che anche questa carica debba vivere un percorso di progresso", ha affermato il primo ministro greco. "Tutti insieme apriremo una grande finestra sul futuro”, ha proseguito.

Turchia: terminato l’oscuramento di Wikipedia

16/01/2020

Dopo quasi tre anni, l’oscuramento di Wikipedia in Turchia, in vigore dal 29 aprile 2017, è terminato.

In memoria di Rade Petrović

08/01/2020

Il 2 gennaio del 2020 è venuto a mancare Rade Petrović, Professore dell'Università di Sarajevo, storico e intellettuale di primo piano che molto ha contribuito ai rapporti tra le due sponde dell'Adriatico, il mare che bagna la Dubrovnik dove nacque nel 1932 e dove si è spento all'inizio del nuovo anno.

È Milanović il nuovo presidente della Croazia

07/01/2020

A Zagabria la Commissione elettorale centrale ha ufficializzato i risultati del ballottaggio di domenica: Zoran Milanović è dunque il nuovo Presidente della Repubblica di Croazia. Ha vinto con il 52,7 per cento dei voti, grazie soprattutto ai consensi ottenuti nelle grandi città e nella parte occidentale del paese.

Approvato il contestato “pacchetto anti-diffamazione” in Albania

19/12/2019

Dopo oltre un anno di gestazione, il parlamento albanese ha approvato mercoledì 18 dicembre l’“Anti-defamation package” voluto dal premier Edi Rama.

Bosnia Erzegovina - Turchia, un'altra estradizione illegale?

06/12/2019

Un cittadino turco, residente in Bosnia Erzegovina da quindici anni, viene invitato a presentarsi nella stazione di polizia del cantone Una-Sava. Lì, in assenza di un avvocato, gli viene comunicato che il suo permesso di residenza è stato annullato, senza apparenti motivazioni. Segue trasferimento nel centro di detenzione di Lukovica e la probabile estradizione verso la Turchia.

Premio Lux a "Dio è donna e si chiama Petrunya"

03/12/2019

È il film balcanico dell'anno. “Dio è donna e si chiama Petrunya” della macedone Teona Strugar Mitevska - in uscita italiana il 12 dicembre per la distribuzione Teodora e Premio della giuria ecumenica del 69° Festival di Berlino in febbraio, dove era stato tra i titoli più apprezzati del concorso - ha riscosso riconoscimenti per tutto il 2019, tra gli ultimi il premio Utopia dai giovani del festival svizzero Castellinaria. Ora è arrivato anche il prestigioso Premio Lux del Parlamento europeo, consegnato nei giorni scorsi dal presidente David Sassoli alla regista.

Terremoto in Albania

26/11/2019

Un potente terremoto ha scosso questa notte l'Albania.

Femminicidio in Europa, due anni dopo

26/11/2019

Nel 2017 EDJNet faceva il punto sulla violenza di genere in Europa, ricercando e soppesando vari indicatori. Il primo ostacolo contro cui si scontrò l’analisi fu l’assenza di dati: alcuni paesi membri dell’Unione Europea non riconoscono il femminicidio come categoria di reato e, per questo, non raccolgono dati a riguardo.

Presidenziali in Romania: la riconferma di Iohannis

25/11/2019

Quasi 19 milioni di persone si sono recate alle urne domenica 24 novembre in Romania per il secondo turno delle elezioni presidenziali.