Sofia | Francesco Martino | 25 novembre 2020

Col veto all'apertura dei negoziati per l'adesione all'UE della Macedonia del Nord, il governo bulgaro gioca la carta nazionalista soprattutto per ragioni contingenti di politica interna. Le conseguenze, però, rischiano di essere pesanti nel medio e lungo periodo

Bulgaria e Macedonia del nord, l'eredità contesa di Gotse Delchev

Nuovi problemi sulla strada europea della Macedonia del nord: risolta la questione del nome con la Grecia, ora è la Bulgaria a minacciare il veto all'inizio dei negoziati di adesione, stavolta a causa della disputa sull'identità dell'eroe conteso Gotse Delchev. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [19 settembre 2020]

Balcani e coronavirus, casi e vittime in aumento

Dopo numeri relativamente bassi durante la prima fase della pandemia, i Balcani si sono trasformati nelle ultime settimane in uno dei principali focolai in Europa di COVID19, con casi accertati e vittime in crescita in tutta la regione. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [19 luglio 2020]

Transeuropa

Sfide, bisogni e potenzialità della regione Adriatico-Ionica
15/10/2020 - E’ stata da poco pubblicata "Analysis of the territorial challenges, needs and potentials of the...
Riforme nei Balcani occidentali e in Turchia: valutazioni annuali e raccomandazioni
29/5/2019 - Confermando che una politica di allargamento credibile rappresenta un investimento geostrategico...