Sarajevo | Una Čilić | 21 febbraio 2018

E' molto più di una semplice automobile: è stata uno status symbol, una macchina di salvataggio durante la guerra e molto altro ancora. A più di un ventennio dall'uscita di produzione, in Bosnia Erzegovina la Golf II gode ancora di grande popolarità

Mostar: l'antifascismo dimenticato

Il 14 febbraio del 1945, tre divisioni dell'Esercito popolare di liberazione entravano a Mostar liberandola dalle forze di occupazione. Venti anni dopo veniva inaugurato il "Partizansko groblje", monumento dedicato ai partigiani della città caduti durante il conflitto, opera dell'architetto Bogdan Bogdanović. E' stato per decenni simbolo e luogo molto amato, dagli anni '90 versa in totale stato di abbandono. Foto di Bruno Maran, testi di Nicole Corritore

La condanna ai sei croato-bosniaci: reazioni in Bosnia e Croazia

Alfredo Sasso, collaboratore di OBCT e Giovanni Vale, corrispondente di OBCT da Zagabria, alla trasmissione "Atlante" hanno inquadrato il significato della sentenza di condanna per crimini di guerra al sestetto dell’Herceg Bosna e le reazioni in Bosnia e Croazia (10 dicembre 2017)

 

Transeuropa

I cent’anni di Mak Dizdar: una petizione chiede l’istituzione di un museo a Sarajevo
20/2/2018 - E' soprattutto noto per la sua raccolta di poesia "Il dormiente di pietra". Ora sono numerose le...
In memoria dei tre giornalisti uccisi a Mostar
25/1/2018 - Il 28 gennaio 1994 tre giornalisti della Rai di Trieste, Marco Luchetta, Dario D'Angelo e Alessa...