Aline Cateux | 16 ottobre 2019

Come molti bosniaci, Irma Baralija, è emigrata. Avrebbe potuto costruire la sua vita all'estero, ma ha poi deciso di tornare. Oggi, come vicepresidente del partito multietnico Naša Stranka, è più impegnata che mai nella sua città, Mostar. Ritratto

Parte l'autostrada Belgrado-Sarajevo sotto l'occhio della Turchia

Dopo anni di attesa, è iniziata martedì al confine tra Serbia e Bosnia Erzegovina la costruzione dell'autostrada Belgrado-Sarajevo, finanziata col contributo fondamentale della Turchia, che rafforza il proprio ruolo nella regione. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [9 ottobre 2019]

Sarajevo, entusiasmo Pride

Si è tenuto domenica 8 settembre il primo Pride della storia della Bosnia Erzegovina. Un punto di partenza contro isolamento, violenze e discriminazioni che ancora subiscono le comunità LGBT nel paese. Il fotoracconto di Alfredo Sasso

Transeuropa

Bosnia: i giornalisti in strada per l'aggressione a Radio Sarajevo
1/10/2019 - Decine di giornalisti hanno marciato ieri per le strade della capitale bosniaca in risposta alla...
Rotta balcanica: Football No Limits incontra i migranti bloccati a Bihać
31/7/2019 - Un gruppo di volontari italiani dell’Ong IPSIA e volontari bosniaci è partito il 27 luglio per l...