Turchia - Blog Post

16 novembre 2017

Nonostante la crescente influenza dei movimenti e dei partiti razzisti in Europa, nel complesso la xenofobia non è in aumento nelle città europee. Anzi, tra il 2009 e il 2015 l’atteggiamento dei cittadini nei confronti degli stranieri è migliorato nella media - anche se esistono eccezioni e controtendenze notevoli (e non va dimenticato che i contesti urbani sono spesso più aperti rispetto alle altre zone).



29 settembre 2017

Selahattin Demirtaş e Figen Yüksekdağ, co-leader in carcere del partito filo-curdo HDP, sono stati candidati al premio Sacharov 2017 per la libertà di pensiero. La candidatura dei due politici al premio assegnato ogni anno dal Parlamento europeo è stata presentata dal gruppo GUE/NGL (Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica) che ha dichiarato di aver scelto la coppia “quale simbolo di resistenza contro le violazioni dei diritti democratici in Turchia” e anche per manifestare “il proprio supporto a tutti i rappresentanti eletti che sono stati privati in maniera arbitraria delle loro funzioni, perseguitati o imprigionati, come anche a tutti gli altri difensori dei diritti democratici e della democrazia in Turchia”.



18 settembre 2017

Sette settimane in mare, rinchiusi in cabina, in un viaggio di andata e ritorno senza fine tra le coste della Turchia e quelle dell'Ucraina. Pensavano di essersi imbarcati da Istanbul su un traghetto diretto in Romania i dodici migranti ora reclusi sul traghetto “Kaunas Seaways”. La nave, invece, opera sulla rotta che collega la megalopoli sul Bosforo a Odessa, in Ucraina.



8 settembre 2017

Wikipedia continua a essere oscurato in Turchia, ma per accedervi c’è ora a disposizione il sito pirata www.turkcewikipedia.org . Secondo quanto riportato dal quotidiano turco Hurriyet, si tratta di un sito mirror che ha copiato e messo a disposizione degli internauti del paese tutti i contenuti Wikipedia in turco e in inglese. Il sito pirata sarebbe totalmente indipendente dalla Fondazione Wikimedia a cui Wikipedia è legata.



19 luglio 2017

Gravi le condizioni di salute dei due insegnanti turchi in sciopero della fame da quattro mesi e mezzo, e in carcere da due, che chiedono di essere reintegrati al lavoro. Rifiutata la scarcerazione.



7 giugno 2017

Quasi un anno dopo il tentato golpe antigovernativo del luglio 2016, non si ferma in Turchia l'ondata di purghe che ha già portato all'arresto di più di 47mila persone e al licenziamento di almeno 100mila.



30 maggio 2017

I professori Nuriye Gülmen e Semih Özakça sono stati arrestati con l’accusa di essere parte di un’organizzazione terroristica, dopo 75 giorni di sciopero della fame: contestano il proprio licenziamento, parte delle purghe massive in atto nella Turchia dello stato di emergenza.



2 maggio 2017

Da sabato 29 aprile gli utenti che cercano di connettersi a Wikipedia dalla Turchia trovano il sito inaccessibile accompagnato da un messaggio di errore. 



13 marzo 2017

Il nome è Tahribad-ı İsyan, che in turco significa “Ribellione alla devastazione”, ed è la rivelazione dell' hip hop turco.



12 gennaio 2017

Istanbul è ormai tutti i giorni sulle prime pagine dei giornali per le tragiche vicende che investono la Turchia. Tuttavia la metropoli turca - oggi teatro di instabilità politica - vanta una storia urbana vivace, complessa e ricca di stratificazioni, influenze e apporti diversi. Un archivio online ne racconta lo sviluppo urbano attraverso mappe digitali, visualizzazioni interattive e documenti antichi.



26 settembre 2016

Impedito l’ingresso in Turchia all’ex europarlamentare verde, docente e editorialista per la stampa turca. Residente da anni a Istanbul e sposato con una giornalista turca



22 agosto 2016

E’ di 54 morti e oltre 60 feriti di cui molti in modo grave, il bilancio dell’esplosione che la sera di sabato 20 ha devastato una sala in cui si svolgeva una festa di matrimonio di curdi a Gaziantep, città che si trova a circa 50 chilometri dal confine siriano. 



27 luglio 2016

“[Il ministero degli Esteri kosovaro] dovrebbe assicurarsi di prendere iniziativa contro la persona indicata in accordo con le disposizioni di legge […] che per casi del genere prevedono pene detentive da sei mesi a cinque anni”. Questa la richiesta inviata – attraverso una nota ufficiale – dall'ambasciata turca a Pristina nei confronti di Berat Buzhala, noto giornalista kosovaro del portale gazetaexpress.com. 



14 luglio 2016

E' in arrivo oggi a Mosca una delegazione governativa turca: obiettivo, rilanciare la cooperazione nel turismo, uno dei pilastri delle relazioni bilaterali negli ultimi decenni.



23 giugno 2016

I tre giornalisti e attivisti arrestati in Turchia lo scorso 20 giugno hanno inviato un coraggioso messaggio dal carcere: "Non ci piegheremo".



19 maggio 2016

La Commissione Europea ha adottato ieri, mercoledì 18 maggio, la terza relazione sull'andamento dei meccanismi di ricollocazione e di reinsediamento di migranti e richiedenti asilo. Il documento presenta cifre e valutazioni sull'implementazione degli impegni presi dai paesi membri fino al 13 maggio 2016. 



6 maggio 2016

Il premier turco Ahmet Davutoğlu ha annunciato ieri le sue dimissioni al termine di una riunione dei vertici del partito di governo Akp. 



22 marzo 2016

Ad.dar (in arabo "la casa") è un centro culturale pensato per i rifugiati siriani presenti a Istanbul. Si basa esclusivamente sul volontariato.



14 marzo 2016

Un'autobomba è esplosa domenica sera tra il parco Güven e il boulevard Atatürk, a poca distanza da due fermate della metro, nel centro della capitale turca.



25 febbraio 2016

In principio era la politica turca dei “zero problemi con i vicini”, la visione dell'allora ministro degli Esteri (ora premier) Ahmet Davutoğlu di uno spazio di collaborazione pacifica nel proprio estero vicino.



11 febbraio 2016

Anna Mazzone è la vincitrice dell'edizione 2016 del premio giornalistico Hrant Dink , istituito in Italia nel 2008 per ricordare il giornalista turco di origine armena assassinato a Istanbul il 19 gennaio 2007.



10 febbraio 2016

La Corte europea dei diritti umani (CEDU) ha deciso di affrontare prioritariamente gli appelli ricevuti relativamente alla situazione dei diritti umani nelle città del sud-est anatolico che dall'estate del 2015 sono sotto coprifuoco. I giudici di Strasburgo hanno ricevuto oltre venti richieste di imporre misure ad interim alla Turchia.



2 febbraio 2016

Ennesime condanne per la Turchia presso la Corte europea dei diritti umani (organo del Consiglio d'Europa). Secondo i giudici di Strasburgo le autorità turche hanno violato libertà di espressione ed equo processo in due casi distinti, nel 1998 e 2002.



28 gennaio 2016

Situati lungo le storiche mura Teodosiane, gli orti (Bostanları) di Yedikule rappresentano un continuum di tradizioni e conoscenze che affondano le radici negli ultimi quindici secoli della città sul Bosforo, Costantinopoli prima e Istanbul poi.



13 gennaio 2016

Il giornalista turco Nedim Oruç (@KurdizaN) della Dicle News Agency (DİHA) è stato fermato a Şırnak il 6 gennaio, arrestato il giorno successivo per "propaganda terrorista", e condotto alla prigione di tipo F della città del sud-est anatolico, riporta l'agenzia turca Bianet.



25 gennaio 2016

La Turchia ha infranto la libertà d'espressione, la libertà di assemblea, e il diritto a libere elezioni dei propri cittadini quando, nel 2009, ha messo al bando il partito di sinistra curdo DTP (Demokratik Toplum Partisi, Partito per una Società Democratica). 



30 novembre 2015

Ho conosciuto Bülent Mumay, giornalista di Hürriyet, alla nona edizione del South East Europe Media Forum, tenutosi a Bucarest gli scorsi 5-6 novembre.



24 novembre 2015

Un bombardiere russo è stato abbattuto questa mattina da caccia dell'aviazione turca al confine tra Siria e Turchia. Secondo Ankara l'aereo, impegnato in bombardamenti in Siria, avrebbe violato lo spazio aereo turco. L'incidente rischia ora di infiammare una situazione già estremamente tesa.



2 novembre 2015

Erdoğan trionfa, l’AKP riconquista la maggioranza assoluta e potrà governare da solo la prossima legislatura. CHP stabile, perdono voti sia i nazionalisti dell’MHP che il partito filo curdo HDP



27 ottobre 2015

Dopo aver conquistato Balcani e Medio Oriente, e aver provocato non poche polemiche in patria, Solimano il Magnifico parte lancia in resta alla conquista del Sud America. Almeno, questo è quanto vorrebbe l'Associazione turca degli albergatori e Investitori nel settore turistico (TUROB).