Cronaca

Srebrenica: solidarietà alle vittime italiane del Covid-19

27/03/2020 -  Nicole Corritore

Emir Suljagić, direttore del Memoriale di Srebrenica, esprime in una lettera, profonda solidarietà con la popolazione italiana colpita dalla pandemia. Un gesto di partecipazione che ha le radici negli anni di sostegno dell'Italia al rientro dei rifugiati bosniaco-musulmani nelle loro case in Bosnia orientale

Zagabria, oltre al virus il terremoto

23/03/2020 -  Giovanni Vale Zagabria

Non bastava il coronavirus, ci si è messo pure il terremoto. Zagabria ieri mattina si è svegliata bruscamente con una forte scossa di magnitudo 5.3 con epicentro a 7 km dalla capitale. Numerosi gli edifici crollati, circa un migliaio di persone senza tetto e 17 i feriti

COVID-19, il verbo di Aliyev

23/03/2020 -  Arzu Geybullayeva

Mentre i leader di tutto il mondo incoraggiano le persone a mantenere la calma e seguire diligentemente le misure messe in atto per combattere la pandemia globale, in Azerbaijan la diffusione del virus viene utilizzata per minacciare voci indipendenti e avversari politici

Coronavirus, anche l’Albania è in quarantena

20/03/2020 -  Tsai Mali Tirana

Dopo i primi due casi dell’8 marzo scorso, le autorità albanesi hanno messo in atto misure restrittive per contenere la diffusione di un contagio che rischia di far collassare il sistema sanitario nazionale. Dopo il violento sisma del novembre scorso, il paese non si può permettere un’altra crisi

Stato di emergenza, repressione e indifferenza: una storia vera

20/03/2020 -  Paul Stubbs

Un commento del sociologo Paul Stubbs, sulla scorta di quanto gli è capitato nei giorni scorsi a seguito dell'introduzione dello stato di emergenza in Serbia per il coronavirus

Bulgaria, nuova violenta aggressione ad un giornalista

18/03/2020

È stato attaccato con spranghe di ferro in pieno centro a Sofia: Slavi Angelov, caporedattore del settimanale “168 Chasa” è stato vittima ieri sera di un'aggressione violentissima, legata con tutta probabilità alla sua attività professionale.

Coronavirus, la Serbia dichiara lo stato d’emergenza

18/03/2020 -  Dragan Janjić Belgrado

Dal 15 marzo in Serbia sono in vigore restrizioni per la popolazione. Rinviate le elezioni previste per il 26 aprile. Soldati armati davanti agli ospedali e coprifuoco. C’è chi teme un’ulteriore svolta autoritaria da parte del partito al potere

Covid 19 in Georgia: le misure governative e i territori secessionisti

18/03/2020 -  Marilisa Lorusso

La mappa dell’arrivo del coronavirus in Georgia parla della storia contemporanea del paese, incastonato fra Iran ed Europa, con cui ora condivide il dramma, le scelte e le sfide. Appese invece alla Russia le popolazioni dei territori secessionisti, isolate dal resto del mondo, ma non dalla pandemia

Coronavirus: Croazia digitale

17/03/2020 -  Giovanni Vale Zagabria

Nel paese vi sono 9mila persone in auto-isolamento, 65 casi accertati ed è stata ordinata la chiusura degli esercizi tranne alimentari e farmacie. Attivata inoltre scuola virtuale, programmi tv per bambini, youtube ed e-Škola per i più grandi

Romania e coronavirus: ci si prepara

17/03/2020 -  Francesco Magno

Stato d'emergenza anche per la Romania a causa del coronavirus. I romeni preoccupati della capacità del sistema sanitario locale, memori del grave caso dell'incendio della discoteca Colectiv, quando molti giovani morirono di infezioni contratte in ospedale

Coronavirus: quanti respiratori ci sono negli ospedali serbi?

16/03/2020 -  Jovana TomićTeodora ĆurčićDina Đorđević

Nei giorni scorsi in Serbia c'è stato un ampio dibattito sul numero di respiratori presenti nel paese. La premier Brnabić aveva detto di non poter rivelare il numero in quanto "segreto di stato" ma le giornaliste di CINS, grazie alla Legge sul libero accesso alle informazioni di interesse pubblico, hanno ottenuto i dati

Grecia, ancora poco consapevoli sul coronavirus

13/03/2020 -  Gilda Lyghounis

In Grecia scuole ed università chiuse, ma bar e ristoranti restano aperti e molto frequentati. Intanto scoppia la polemica sul rischio contagio legato ai riti della chiesa greco-ortodosso. Una rassegna

Bulgaria, in attesa dello stress test del coronavirus

11/03/2020 -  Francesco Martino Sofia

Mentre in Bulgaria si segnalano i primi casi, il governo Borisov reagisce con un approccio morbido. Forti preoccupazioni sulla capacità del sistema sanitario bulgaro di reggere all'impatto del Covid-19, soprattutto se la situazione dovesse deteriorarsi in fretta

Serbia, se il coronavirus diventa una questione politica

10/03/2020 -  Dragan Janjić Belgrado

In Serbia sembra che nemmeno una minaccia alla salute pubblica, come il coronavirus, possa spingere i principali attori della politica a tralasciare scontri e la lotta per il potere

Bosnia Erzegovina: tanto rumore per un virus che ancora non c'è

03/03/2020 -  Ahmed Burić

Preoccupazione in Bosnia Erzegovina per la diffusione del coronavirus, anche se in questo momento non ci sono ancora stati casi di contagio. I media non parlano d'altro, le persone vanno nel panico e spuntano commenti razzisti nei confronti dei cinesi

Serbia: un memoriale per lo Staro Sajmište

28/02/2020 -  BIRN

Il parlamento serbo ha approvato una proposta di legge per stabilire un memoriale nell’ex campo di concentramento di Staro Sajmište a Belgrado

Bosnia Erzegovina, istituzioni bloccate al mercato di Dayton

25/02/2020 -  Alfredo Sasso

Milorad Dodik - attuale membro della presidenza tripartita statale - ha lanciato la RS-Exit, per la secessione della Republika Srpska dalla Bosnia Erzegovina. Per alcuni l'ennesimo bluff, per altri segnale pericoloso. Sotto attacco, collateralmente, la Corte costituzionale

Ucraina: dalla libertà di stampa a rischi di censura

24/02/2020 -  Claudia Bettiol Kiev

Lo scorso gennaio il ministero della Cultura, della Gioventù e dello Sport ucraino ha presentato al parlamento un disegno di legge al fine di cambiare la legislazione sui media e la disinformazione. Una proposta, però, che solleva le critiche dell’opposizione, dei giornalisti e degli esperti mediatici, i quali vedono minacciati i loro diritti alla libertà di opinione

Turchia: assoluzioni per Gezi Park, ma poi nuovi arresti

19/02/2020

Un fragoroso applauso ed esplosioni di gioia hanno salutato ieri il verdetto della Corte penale di Istanbul numero 30, che ha assolto nove dei sedici imputati nel processo Gezi, tra cui il filantropo Osman Kavala.

Romania, paura immigrati

18/02/2020 -  Christian Elia

In un forno di Ditrău, cittadina della Transilvania a maggioranza ungherese, lavoravano due operai dello Sri Lanka. La popolazione locale, sindaco in testa, ha fatto in modo che venissero allontanati. Una vicenda in cui si interseca emigrazione, scarsi diritti sul lavoro e razzismo

Montenegro: le processioni che fanno vacillare il governo

13/02/2020 -  Željka Vučinić

Il Partito democratico dei socialisti si è dato la zappa sui piedi approvando la legge sulla libertà religiosa? Dopo sei settimane le manifestazioni di protesta non cessano e il partito di Đukanović, in vista delle legislative di ottobre, inizia ad avere dei dubbi

Fiume capitale europea della cultura

07/02/2020 -  Giovanni Vale

Ha preso ufficialmente il via il primo febbraio l’anno di Fiume Capitale Europea della Cultura. Inaugurazione che ha suscitato qualche polemica, ma anche rilanciato l’antifascismo e la tolleranza. Assenti la presidente Kolinda Grabar-Kitarović, in carica sino al 18 febbraio e il capo del governo Andrej Plenković

Allargamento, emigrazione, scambi commerciali: i Balcani e la Brexit

04/02/2020 -  Philippe BertinchampsFlorentin CassonnetJean-Arnault DérensAlexandre LévyMarina Rafenberg

Quali i diritti per le centinaia di migliaia di romeni che risiedono nel Regno Unito? E per quanto riguarda i pensionati inglesi in Bulgaria? E quanta è la voglia di entrare nell'Ue ora che il Regno Unito se ne va? La Brexit vista dai Balcani

Serbia: le elezioni si avvicinano, cresce la pressione sui media

31/01/2020 -  Dragan Janjić

La compagnia Telekom, di cui lo stato è proprietario di maggioranza, ha tolto dalla sua offerta via cavo TV N1, l’unica rete televisiva rivolta al grande pubblico che presenta anche posizioni critiche rispetto all'attuale maggioranza

Croazia, immobili fantasma

29/01/2020 -  Anuška DelićMašenjka BačićDmitry Velikovsky

Un'inchiesta condotta dal centro di giornalismo investigativo OCCRP rivela un giro di denaro tra Russia e Croazia, fatto di acquisti di immobili - poi risultati fittizi - e società offshore

Dragan Bursać: “Non denuncio più le minacce ricevute”

28/01/2020 -  Elvira Jukić - Mujkić Sarajevo

Il giornalista bosniaco Dragan Bursać si è arreso: ha deciso di non sporgere più denuncia per le minacce di morte ricevute. Ne ha già sporte una quindicina e non è cambiato nulla. La vita difficile di un giornalista nel mirino

I polmoni di Sarajevo pieni di PM 2,5

24/01/2020 -  Ahmed Burić Sarajevo

La capitale bosniaca figura in cima alla lista della classifica delle città più inquinate al mondo. Un recente rapporto della Banca mondiale stima oltre 3000 morti all'anno per inquinamento. Dal riscaldamento domestico alle centrali, le cause sono varie. Anche qui come altrove la politica locale sembra ignorarle

Serbia, maglia nera per l’inquinamento

23/01/2020 -  Antonela Riha Belgrado

In Serbia è allarme inquinamento: la sola centrale termoelettrica Kostolac B emette una quantità di anidride solforosa superiore a quella di tutte le centrali termiche della Germania. E il governo non sembra intenzionato a spendere in tutela ambientale i fondi ricevuti in prestito da varie agenzie internazionali

Elezioni Azerbaijan, per Jafarov stavolta è diverso

16/01/2020 -  Claudia Ditel

Noto avvocato difensore dei diritti umani ed ex prigioniero politico, Rasul Jafarov intende candidarsi col partito REAL alle prossime elezioni parlamentari previste per il 9 febbraio in Azerbaijan, sempre che il regime glielo conceda. Lo abbiamo intervistato

Abkhazia: la caduta in disgrazia di una presidenza de facto

15/01/2020 -  Marilisa Lorusso

L'Abkhazia è di nuovo in grave crisi politica, il presidente Raul Khajimba che era stato eletto con un voto di misura nel settembre 2019 è costretto a rassegnare le dimissioni sia per un ricorso fatto dal candidato arrivato secondo sia per scandali legati alla criminalità e che portano sino al Donbas