ESVEI si propone di affrontare questioni strutturali che da qualche anno aumentano la vulnerabilità dei processi democratici alle interferenze esterne, prendendo l'Italia come caso di studio.

Il progetto mira ad aumentare la consapevolezza, ad avviare dibattiti di policy e fornire raccomandazioni in tre settori che sono fondamentali per i processi democratici nelle società moderne, ma che, a causa di regolamenti e pratiche inadeguate, espongono inutilmente tali processi ad intromissioni:

social media e disinformazione; 

  

trasparenza di finanziamenti e attività di lobby; 

 

cybersecurity

Tutti gli approfondimenti

EUROPA Interferenza esterna: sui grandi temi l'UE dà le sue risposte migliori

Giorgio Comai | 22/12/2020

Nelle ultime tre settimane la Commissione europea ha annunciato nuovi atti e strategie, tra cui il Piano d'azione per la democrazia europea, la Legge sui mercati digitali e la Strategia UE per la sicurezza informatica. Le preoccupazioni in merito all'interferenza straniera sulle democrazie Ue sta portando a risposte che vanno nella giusta direzione

MEDIA "The Russians": l'interferenza russa nelle serie TV

Irene Dioli | 17/12/2020

Negli ultimi anni la Russia è sempre più presente nei pensieri e nei dibattiti dell'Occidente, e così anche nella produzione culturale. Tre famose serie televisive hanno portato sul piccolo schermo il tema dell'interferenza russa nella vita politica dei paesi occidentali

MEDIA L'Unione europea, la Russia e il tiro alla fune della disinformazione

Elisa Piras | 15/12/2020

Con la crescente preoccupazione per l'attività di disinformazione ad opera di Russia e Cina, sono aumentati l'interesse e le iniziative dell'UE e, in varia misura, dei singoli paesi in tema di propaganda e comunicazione strategica. Anche nei Balcani

ANALISI Cybersecurity, tecnologia e democrazia: che fare?

Giorgio Comai | 10/12/2020

In Italia, come in altri paesi europei, non esiste sostanzialmente un'iniziativa strutturata volta ad aumentare la cybersecurity degli attori chiave del nostro sistema democratico. Sono necessarie nuove misure che non comportino una crescente dipendenza da un numero limitato di aziende tecnologiche: la sicurezza informatica in politica non può esistere indipendentemente dalla politica

ANALISI Valutare l'impatto delle fake news sulla politica democratica

Serena Giusti & Elisa Piras | 30/11/2020

Elezioni e crisi sono contesti ideali per il proliferare della disinformazione, rendendo le fake news una tattica utile nelle operazioni di influenza. La valutazione dell'effettivo impatto della disinformazione deve ora essere una priorità nell'agenda della ricerca

APPROFONDIMENTO Cybersecurity: rischi e attori malevoli

Niccolò Caranti | 27/11/2020

Quali sono i rischi principali relativi alla cybersecurity e i principali attori coinvolti? Un’introduzione per comprendere meglio i dibattiti sulla cybersecurity

ANALISI Go West: il soft power russo in Europa

Eleonora Tafuro Ambrosetti | 25/11/2020

La retorica anti-occidentale, il conservatorismo sociale e l'assertività sono alcuni degli elementi chiave che rendono le narrazioni russe attraenti, credibili e legittimate in diversi ambienti in tutta Europa. La ricercatrice Ispi Eleonora Tafuro Ambrosetti racconta il soft power russo in Europa

COMMENTO Tra crisi internazionali e polemiche interne: le relazioni dell’Italia con la Russia

Marco Siddi | 18/11/2020

La Russia post-sovietica è diventata un partner commerciale ed energetico importante per l’Italia. Dopo la crisi ucraina, le divergenze (geo)politiche hanno influito notevolmente sui rapporti bilaterali

Rispondere alla presunta interferenza russa concentrandosi sulle vulnerabilità che la rendono possibile

Giorgio Comai | 3/11/2020

Il capitolo di Giorgio Comai nel libro Democracy and Fake News - Information Manipulation and Post-Truth Politics edito da Routledge, affronta la questione dell'interferenza russa nei processi democratici dell'Occidente, sottolineando l'opportunità di trovare risposte di policy alle vulnerabilità strutturali messe in luce dalle presunte interferenze russe

ESVEI Di quale "Russia" c'è da preoccuparsi?

Giorgio Comai | 21/10/2020

"La Russia" è spesso in cima alle preoccupazioni occidentali. Del resto può influenzare le dinamiche interne a molti paesi, sia come simbolo che fattivamente. Ma è fondamentale resistere alla tentazione di confondere preoccupazioni diverse

ESVEI Dizionario cybersecurity

Niccolò Caranti | 30/7/2020

Un glossario sulla sicurezza informatica realizzato nell'ambito del progetto ESVEI

ESVEI È tempo di correggere lo "Spazzacorrotti"

OpenPolis | 17/6/2020

Da oltre un anno è in vigore il cosiddetto "Spazzacorrotti" su think tank e fondazioni politiche. La legge è però servita a poco ed ha piuttosto creato confusione e generato nuovi problemi. Alcune proposte

ESVEI Covid-19 e aiuti russi in Lombardia: la narrazione dei media italiani

Irene Dioli | 11/6/2020

Cooperazione o interferenza? La presenza militare russa sul territorio lombardo è stata oggetto di dubbi, scontri e narrazioni contrastanti sui media italiani

Russia Ingerenza russa nei processi democratici in Europa e negli Stati Uniti

Giorgio Comai | 22/5/2020

Il capitolo di Giorgio Comai nel Report "Forward to the Past? New/Old Theatres of Russia’s International Projection" pubblicato da ISPI, affronta la questione dell'interferenza russa nei processi democratici dell'Occidente, andando oltre i più noti casi mediatici per puntare i riflettori sulle vulnerabilità strutturali che espongono le democrazie occidentali all'ingerenza esterna

ESVEI La sfacciataggine della Russia nel cyber spazio

Giorgio Comai | 13/5/2020

I governi occidentali hanno recentemente attribuito alla Russia un massiccio attacco informatico contro la Georgia. In questa e altre situazioni, la sfacciataggine dell'attacco era evidentemente un obiettivo in sé. Ma la Russia non è l'unica minaccia informatica

ESVEI Quintarelli: la politica non si può fare a distanza

Niccolò Caranti | 16/4/2020

Alcune cose si possono fare da remoto ma l’attività parlamentare richiede la presenza, e non solo per questioni di sicurezza informatica. Intervista all’informatico ed ex-deputato Stefano Quintarelli

ESVEI Che Stato è stato? L’attribuzione dei cyber attacchi

Niccolò Caranti | 8/4/2020

Ogni volta che un sito ha qualche problema si pensa subito agli hacker, magari russi. Ma quando davvero il responsabile di un attacco è uno Stato come si fa a capirlo e a metterlo di fronte alle proprie responsabilità?

ESVEI Voto elettronico, cybersecurity e hacker russi

Niccolò Caranti | 10/3/2020

L’emergenza Coronavirus torna a far parlare di voto online che la nostra Costituzione di fatto vieta. Secondo Stefano Zanero, del Politecnico di Milano, occorre invece garantire che tutte le infrastrutture informatiche legate alle elezioni siano sicure perché in qualsiasi paese la prima minaccia da considerare è sempre quella di chi è al potere. Lo abbiamo incontrato

Cybersecurity e politica

Niccolò Caranti | 10/2/2020

I partiti politici non sembrano prendere sul serio la cybersecurity e mettono in pericolo i dati dei loro iscritti, le comunicazioni dei loro dirigenti e addirittura le infrastrutture dei loro paesi. Una mappa per visualizzare il fenomeno

ESVEI I partiti politici e la cybersecurity a cui non pensano

Giorgio Comai | 23/1/2020

Hanno in mano grandi quantità di dati privati, comunicazioni interne molto sensibili e gestiscono molto potere. Ma non sembrano prendere sul serio la cybersecurity. Che fare?

Cybersecurity, una bibliografia minima

23/1/2020

Una bibliografia minima sul tema della cybersecurity, compilata nell'ambito del progetto ESVEI

La coalizione Lobbying4Change

Negli ultimi anni la Russia è sempre più presente nei pensieri e nei dibattiti dell'Occidente, e così anche nella produzione culturale. Tre famose serie televisive hanno portato sul piccolo schermo il tema dell'interferenza russa nella vita politica dei paesi occidentali

Con la crescente preoccupazione per l'attività di disinformazione ad opera di Russia e Cina, sono aumentati l'interesse e le iniziative dell'UE e, in varia misura, dei singoli paesi in tema di propaganda e comunicazione strategica. Anche nei Balcani

La retorica anti-occidentale, il conservatorismo sociale e l'assertività sono alcuni degli elementi chiave che rendono le narrazioni russe attraenti, credibili e legittimate in diversi ambienti in tutta Europa. La ricercatrice Ispi Eleonora Tafuro Ambrosetti racconta il soft power russo in Europa

La Russia post-sovietica è diventata un partner commerciale ed energetico importante per l’Italia. Dopo la crisi ucraina, le divergenze (geo)politiche hanno influito notevolmente sui rapporti bilaterali

I governi occidentali hanno recentemente attribuito alla Russia un massiccio attacco informatico contro la Georgia. In questa e altre situazioni, la sfacciataggine dell'attacco era evidentemente un obiettivo in sé. Ma la Russia non è l'unica minaccia informatica

Il capitolo di Giorgio Comai nel libro Democracy and Fake News - Information Manipulation and Post-Truth Politics edito da Routledge, affronta la questione dell'interferenza russa nei processi democratici dell'Occidente, sottolineando l'opportunità di trovare risposte di policy alle vulnerabilità strutturali messe in luce dalle presunte interferenze russe

Il capitolo di Giorgio Comai nel Report "Forward to the Past? New/Old Theatres of Russia’s International Projection" pubblicato da ISPI, affronta la questione dell'interferenza russa nei processi democratici dell'Occidente, andando oltre i più noti casi mediatici per puntare i riflettori sulle vulnerabilità strutturali che espongono le democrazie occidentali all'ingerenza esterna

"La Russia" è spesso in cima alle preoccupazioni occidentali. Del resto può influenzare le dinamiche interne a molti paesi, sia come simbolo che fattivamente. Ma è fondamentale resistere alla tentazione di confondere preoccupazioni diverse

Cooperazione o interferenza? La presenza militare russa sul territorio lombardo è stata oggetto di dubbi, scontri e narrazioni contrastanti sui media italiani

La campagna advocacy Lobbying4change

Lobbying4change: la lobby della società civile


2 dicembre 2020: The Good Lobby Italia, assieme a decide di organizzazioni, tra cui OBC Transeuropa, promuove la nascita di una coalizione della società civile che chiede una legge sul lobbying nel nostro Paese, per rendere le decisioni pubbliche più trasparenti e partecipate.
Conferenza stampa dalla Camera dei Deputati per chiedere a Parlamento e Governo un impegno concreto: accelerare l’iter di approvazione della legge per rendere finalmente il lobbying davvero democratico e non uno strumento accessibile solo a pochi soggetti potenti e strutturati.
Introduce e modera:
Federico Anghelé, Direttore The Good Lobby
Intervengono:
Ivo Tarantino, Head of Public Affairs & Media Relations Altroconsumo Giuseppe Orefice, Comitato esecutivo Slow Food Italia
on. Francesco Silvestri primo firmatario pdl lobbying (Movimento 5 stelle)
on. Silvia Fregolent prima firmataria pdl lobbying (Italia Viva)
Conclude:
Sergio Costa, Ministro per l’ambiente e la tutela del territorio e del mare
La coalizione
Altroconsumo, Associazione Antigone, Calciosociale, Cittadinanza Attiva, Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili, Cittadini per l’aria, CIWF Italia, Equo Garantito, Fondazione Etica, ISDE – Associazione Medici per l’Ambiente, LIPU – Lega Italiana Protezione Uccelli, Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa, Slow Food Italia, The Good Lobby.


Il progetto ESVEI è co-finanziato da Open Society Institute in cooperazione con OSIFE/Open Society Foundations. La responsabilità dei contenuti di questa pubblicazione è esclusivamente di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.