Logo del progetto Media Freedom Rapid Response (MFRR)

 

Il Media Freedom Rapid Response (MFRR) intende sviluppare un sistema rapido e coordinato di risposte per far fronte al recente deterioramento della libertà di stampa nell’Unione Europea e nei paesi candidati all’allargamento.

A partire dal monitoraggio delle violazioni della libertà dei media (registrate nella piattaforma Mapping Media Freedom ), i partner del MFRR sviluppano una serie di strumenti per fornire un supporto pratico ai giornalisti sotto attacco (assistenza legale ed economica, residenze protette, formazioni e consulenze), oltre a portare avanti missioni di advocacy e campagne di sensibilizzazione per promuovere il dibattito pubblico transnazionale su questioni chiave per la democrazia europea.

Dopo il primo anno (marzo 2020 - marzo 2021), il progetto è entrato nella seconda annualità dal maggio 2021 all'aprile 2022. OBCT continua il lavoro di informazione e approfondimento attraverso lo sviluppo e la curatela del Resource Centre on Media Freedom e supporta il programma di residenza protetta per giornalisti gestito da QCode Mag.

 


......................................................................
I nostri materiali in tema di giornalismo e media

Montenegro: passi avanti nelle indagini per gli attentati alla giornalista Olivera Lakić

Paola Rosà | 19/1/2022

Il consorzio MFRR, Media Freedom Rapid Response, di cui OBCT fa parte, sottolinea luci ed ombre sotto il profilo della libertà di stampa, tra nuove norme a tutela dei giornalisti, casi irrisolti di attacchi e omicidi

Una donna alla presidenza dell'Europarlamento: buone notizie per la libertà dei media

Paola Rosà | 18/1/2022

La maltese Roberta Metsola, eletta nuova presidente del Parlamento Europeo, è stata tra gli attori principali della recente iniziativa contro le querele bavaglio (SLAPP) e noi abbiamo avuto più volte occasione di incontrarla

SLAPP: le istituzioni europee dalla parte delle vittime

Webinar del 10 gennaio 2022, organizzato da OBCT insieme ad Articolo 21: le querele temerarie come minaccia alla democrazia europea, le misure di contrasto e prevenzione che il Parlamento Europeo ha suggerito nella raccomandazione dell'11 novembre 2021. Se ne parla con l'europarlamentare Sabrina Pignedoli, con il giornalista di Domani Nello Trocchia, con Graziella Di Mambro di Articolo 21 e con Désirée Klain del Festival Imbavagliati

MEDIA SLAPP: dialogo aperto con la Commissione

Paola Rosà | 30/11/2021

Fino al 10 gennaio è accessibile una consultazione pubblica sulle querele bavaglio, e in un incontro sul tema con organizzazioni da tutta Europa cui abbiamo partecipato giovedì 25 novembre la vicepresidente della Commissione europea Věra Jourová ha rinnovato l'invito a contribuire numerosi, da tutti i paesi della UE

Dossier e speciali

OBC Transeuropa, in qualità di membro del consorzio Media Freedom Rapid Response, ha condotto una ricerca sui bisogni dei giornalisti europei e sulle lacune nei meccanismi di supporto. Dalle molestie verbali contro gli operatori dei media alle accuse legali infondate, cosa si può fare per affrontare questi problemi

2021

Autrici: Maria Francesca Rita, Sofia Verza, Luisa Chiodi

Lingua: Inglese

..........................................................................................................................
Progetti svolti da OBCT sul tema

Tutelare la libertà di stampa e promuovere il dibattito pubblico transnazionale sulle violazioni registrate nell'Unione europea, nei paesi dell'allargamento e del partenariato orientale sono gli obiettivi del progetto European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF), che nel 2018 è entrato nel suo quarto anno di attività grazie al rinnovato sostegno della Commissione europea. Tra i servizi garantiti dalla partecipazione di OBCT al consorzio, lo sviluppo e la cura del Resource Centre on Media freedom in Europe e un costante lavoro di informazione e approfondimento su temi chiave per le democrazia europea, in rete con numerosi media partner in Italia e nel sud-est Europa

Il progetto "Safety Net for European Journalists. A Transnational Support Network for Media Freedom in Italy and South-east Europe" è cofinanziato dall'Unione Europea [2014]

La libertà d'espressione e di stampa è al cuore di una società democratica. Ciononostante, in Europa accade che i giornalisti vengano minacciati, censurati, intimiditi, colpendo il diritto all'informazione dei cittadini. OBC, insieme a SEEMO, Ossigeno Informazione, la Professoressa Eugenia Siapera (Dublin City University) e ad un'ampia rete di media partner in 11 paesi europei, dedicherà un intero anno alla libertà di stampa in Italia, sud-est Europa e Turchia.

 

 

Il Media Freedom Rapid Response (MFRR) è stato lanciato nel marzo 2020 ed è finanziato dalla Commissione Europea. La responsabilità dei contenuti di questa pubblicazione è esclusivamente di Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa.