Media

Conversazione con Nancy Porsia e Christian Elia

06/05/2021

Registrazione dell'incontro "Giornalismo e diritti violati, a difesa del diritto dei cittadini ad essere informati" avvenuto il 5 maggio 2021.

Conversazione con Nancy Porsia e Christian Elia

30/04/2021

Chi minaccia un giornalista mette a rischio il diritto dei cittadini ad essere informati. Il 5 maggio ne parliamo con Nancy Porsia, giornalista freelance e ricercatrice recentemente vittima di intercettazioni, e con Christian Elia, condirettore di Q Code Mag, che ha gestito a Milano il programma di residenza per reporter minacciati JiR coordinato da OBCT nell'ambito del progetto Media Freedom Rapid Response

Serbia: i giornalisti nel mirino delle querele bavaglio

28/04/2021 -  Vukašin Obradović Belgrado

Il fenomeno delle querele temerarie, le cosiddette SLAPP, è arrivato anche in Serbia. L’azienda Millenium team ha recentemente presentato undici querele contro alcuni media serbi chiedendo a ciascuno 100mila euro di risarcimento danni

Bielorussia, il giornalismo dei cittadini per scuotere l'Europa

26/04/2021 -  Paola Rosà

Sui media europei la repressione in Bielorussia non fa abbastanza notizia. E così i bielorussi della diaspora si organizzano e fanno "citizens' journalism", nella speranza di scalfire l'indifferenza dell'opinione pubblica e delle istituzioni europee. L'intervista con Ekaterina Ziuziuk, dell'associazione bielorussi in Italia, presidente del presidio regionale Trentino-Alto Adige di Articolo 21

RSF: in Europa aumentano le violenze sui giornalisti

22/04/2021 -  Giovanni Vale Zagabria

Il recente rapporto annuale di Reporters Sans Frontières evidenzia un raddoppiamento degli atti di violenza nei confronti dei giornalisti, in particolare nell’area sud est europea

Faccia a faccia a Belgrado

21/04/2021 -  Nicola Dotto Belgrado

“Liceulice” non è solo un semplice giornalino che si può comprare per strada a Belgrado, ma un esperimento di imprenditoria sociale volto all’inclusione di soggetti con gravi difficoltà. Ne abbiamo parlato col direttore Milosav Marinović

Giornalisti intercettati: l'evento di FNSI e Articolo 21

06/04/2021

Appuntamento alle 17.30 sulla piattaforma Zoom. Con la partecipazione, fra gli altri, di Alessandra Ballerini, Nancy Porsia, Nello Scavo, Francesca Mannocchi, Sergio Scandura. E per i promotori Elisa Marincola, Paolo Borrometi, Giuseppe Giulietti, Raffaele Lorusso

Nicolas Kayser-Bril: l'algoritmo di Instagram

26/03/2021

Nicolas Kayser-Bril, ​giornalista di dati ad ​Algorithm Watch, ​ha coordinato l’inchiesta congiunta di AW e EDJNet sull’algoritmo di Instagram . In questo video spiega perché l’argomento dell’inchiesta è tanto importante e illustra il modo in cui è stato possibile indagarlo, nonostante la mancanza di trasparenza dell’algoritmo. I dati che sono emersi indicano che Instagram favorisce le foto di uomini o donne poco vestiti – e questo ha un impatto sia sul successo dei singoli creatori di contenuti, sia sulle visioni degli utenti.

Bielorussia: la giornata della libertà minacciata

25/03/2021

Noto in Bielorussia come giorno di parate e concerti, il 25 marzo di quest'anno rischia di diventare un'altra occasione per arresti di massa e repressione da parte del regime, a qualche mese dalle contestate elezioni presidenziali

La coalizione anti-SLAPP si presenta

25/03/2021

Dopo un anno di attività di advocacy, ricerca e sostegno alle vittime di querele bavaglio, la Coalizione europea anti-SLAPP (CASE) si presenta lanciando un nuovo sito in compagnia della vicepresidente della Commissione Europea e di Andrew Caruana Galizia

Serbia: i giornalisti non si sentono al sicuro

18/03/2021 -  Vukašin Obradović Belgrado

La situazione dei media e giornalisti in Serbia sta peggiorando sempre più. Lo dimostra la recente uscita di ben cinque associazioni di categoria dal "Gruppo di lavoro per la sicurezza e la protezione dei giornalisti", creato dal governo lo scorso dicembre. Gli attacchi ripetuti contro i giornalisti di KRIK hanno fatto traboccare il vaso

2020: un anno contro i giornalisti

16/03/2021

Dall'Italia ai paesi dell'Unione Europea, l'anno della pandemia è stato l'anno in cui si sono scatenati attacchi online e aggressioni fisiche ai danni dei lavoratori dei media. I numeri del monitoraggio in Italia e quelli della piattaforma Mapping Media Freedom

Serbia: il potere si scatena contro KRIK

15/03/2021 -  Danijel Apro

Le giornaliste e i giornalisti del portale investigativo KRIK sono sotto attacco. I tabloid di regime - per bloccarne le inchieste - li stanno rendendo bersagli nella guerra tra bande criminali che si sta verificando per le strade di Belgrado. "La situazione più pericolosa che abbiamo mai dovuto affrontare”, denuncia il direttore di KRIK Stevan Dojčinović

Croazia: la tv pubblica contro i suoi giornalisti

12/03/2021 -  Giovanni Vale Zagabria

Per la seconda volta la televisione pubblica croata HRT licenzia Hrvoje Zovko, giornalista, alle spalle numerosi anni in difesa della libertà dei media. Per il datore di lavoro si tratterebbe di inadempienza contrattuale, per l’avvocatessa che difende Zovko, Vanja Jurić, volontà di punirlo per la sua attività sindacale

Serbia, querele temerarie contro i giornalisti

12/03/2021 -  Vukašin Obradović Belgrado

Il direttore della televisione N1 ed il caporedattore del portale della tv sono stati querelati con la richiesta di un milione di euro di risarcimento. A fare istanza la Telenor, sempre più aggressiva nei confronti della United media, azienda proprietaria di alcuni media serbi tra cui proprio la N1

Imbavagliati, le Donne della Resistenza

10/03/2021

Nel mese dedicato alla donna, il Festival Internazionale di Giornalismo Civile “Imbavagliati” organizza il 12 marzo un focus per accendere una luce, attraverso testimonianze dirette dall'Italia e dal mondo, sui diritti umani negati a giornaliste, attiviste che si battono strenuamente per difendere gli ultimi

Bosnia Erzegovina: diritto di cronaca questo sconosciuto

10/03/2021 -  Elvira Jukić-Mujkić Sarajevo

Lo scorso 6 marzo la giornalista bosniaca Nidžara Ahmetašević è stata posta in stato di fermo da parte della polizia di Sarajevo per aver filmato dei poliziotti che assegnavano una multa per divieto di sosta. Il dibattito nel paese

Niente telecamere al processo alla 'ndrangheta: una violazione alla libertà di stampa

05/03/2021

Anche la Federazione europea dei giornalisti (EFJ) appoggia l'appello di FNSI e Usigrai per concedere l'accesso delle riprese alle udienze del maxi processo di Lamezia Terme, mentre la denuncia arriva sulla piattaforma Mapping Media Freedom

'Verità, inclusione, fake news', corso di alta formazione per giornalisti

04/03/2021

Anche OBCT coinvolto nel percorso organizzato dall'Università di Padova in collaborazione con Fnsi, Sindacato Veneto e associazione Articolo 21: un'iniziativa rivolta anche a chi opera nell'ambito della comunicazione che prevede dieci lezioni online al termine delle quali verrà rilasciato un diploma. Adesioni entro il 10 marzo

Migrazioni, media e pandemia

04/03/2021 -  Majlinda Aliu

In questi anni i fenomeni migratori hanno avuto largo spazio sui media europei, spesso in termini controversi. Con lo scoppio della pandemia, la situazione è cambiata sensibilmente, ma non per il meglio. Un’analisi

MFRR Summit: un anno al servizio della libertà dei media

01/03/2021

La conferenza finale del progetto Media Freedom Rapid Response (MFRR) propone quattro giorni di incontri con giornalisti, esperti e funzionari della Commissione Europea, per mostrare solidarietà ai giornalisti minacciati, comprendere il panorama delle nuove minacce e collaborare nel trovare nuove risposte

Prima condanna nel caso di Daphne Caruana Galizia

24/02/2021

Svolta nell’inchiesta sulla morte di Daphne Caruana Galizia, la giornalista maltese uccisa da una bomba piazzata nella sua auto il 16 ottobre 2017. Dopo oltre tre anni uno dei tre esecutori materiali, il pregiudicato Vince Muscat detto ‘Il-Kohhu’, si è dichiarato colpevole durante un’udienza al Tribunale della Valletta

Contro le SLAPP, querele bavaglio, un appello al Consiglio d'Europa

23/02/2021

Sono già una sessantina le organizzazioni e i gruppi della società civile che hanno sottoscritto la richiesta, ma c'è tempo sino al 4 marzo per aderire: al Consiglio d'Europa si chiede di agire, tramite una raccomandazione, a contrasto delle SLAPP, le querele bavaglio

Montenegro: omicidio Jovanović, i familiari chiedono la riapertura delle indagini

15/02/2021 -  Samir Kajošević

Lo scorso 10 febbraio ricorrevano i seimila giorni dall'omicidio del direttore del quotidiano montenegrino Dan, Duško Jovanović. In questi 17 anni c'è stato un processo e una condanna, tuttavia le circostanze dell'accaduto non sono mai state chiarite. Ora i familiari vogliono riaprire il caso affidandolo ad un esperto esterno

Ucraina, non è (ancora) un paese per giornalisti

10/02/2021 -  Oleksiy Bondarenko

L'Ucraina è avanzata di alcune posizioni nella classifica globale della libertà dei media, ma miglioramenti non ve ne sono e purtroppo la scalata dipende da demeriti altrui

Serbia: lotta per il mercato televisivo

08/02/2021 -  Vukašin Obradović Belgrado

In Serbia il recente accordo tra la Telekom e la società Telenor rischia di alterare completamente il mercato dei media. Telekom - con soldi pubblici e accordi con altri gruppi - rischia di diventare il soggetto dominante sulla scena dei media serbi, penalizzando quelli critici nei confronti del regime

Mio caro odiato nemico

08/02/2021 -  Azra Nuhefendić

Un intenso testo in memoria di Dragan Petrović, sul suo essere presente, sul suo schierarsi contro le discriminazioni, la paura, la violenza

Ungheria: a rischio Klubrádió, l'ultima radio indipendente

05/02/2021

Il consorzio Media Freedom Rapid Response, di cui OBCT fa parte, si dichiara allarmato dalla possibile chiusura dell'ultima radio libera rimasta in Ungheria: per una serie di inghippi burocratici le frequenze non sarebbero più disponibili a partire dal 15 febbraio

Turchia: spegnere WhatsApp

04/02/2021 -  Filippo Cicciù Istanbul

Con la recente modifica delle condizioni d'uso di WhatsApp, in Turchia il governo ha invitato i cittadini a passare ad altre app di messaggistica. Il controverso invito si inserisce in una lunga e conflittuale relazione tra il potere turco e i social media

A sostegno di Erol Önderoğlu, di nuovo a processo

03/02/2021

Insieme ad altre ong attive nella difesa dei diritti umani e della libertà di stampa, OBCT fa sentire la sua voce in difesa del giornalista turco che in un nuovo processo rischia 14 anni di galera