Serbia - Blog Post

Le kafane belgradesi, sessant’anni fa

09/08/2019

Alla fine degli anni Cinquanta Belgrado cresceva a vista d’occhio. Migliaia di persone da tutta la federazione jugoslava si trasferivano nella capitale anno dopo anno. Tra di loro c’era Sergio Turconi. Nato a Milano nel 1926, come molti altri giovani era partito per la nuova Jugoslavia socialista dopo la guerra, con l’idea di partecipare alla “costruzione dal socialismo” nel paese vicino.


Libertà dei media, la Serbia come l’Ungheria

06/06/2019

Secondo il recente rapporto di Freedom House si registra un trend negativo della libertà dei media a livello mondiale nell’ultimo decennio.


È morta Mirjana Marković

15/04/2019

Secondo quanto riportato dai media serbi, è morta ieri, 14 aprile, a Mosca dove era fuggita nel 2003, Mirjana Marković, vedova di Slobodan Milošević. Aveva 77 anni.


Serbia, l’economia lumaca dei Balcani

10/01/2019

Dopo la Croazia e la Grecia, la Serbia è, considerando gli ultimi dieci anni, il paese con la crescita economica più lenta di tutti i Balcani. A dirlo è Vladimir Gligorov, professore presso l’Istituto di studi economici internazionali di Vienna.


Valle di Preševo, voglia di Kosovo

11/09/2018

Si fa sempre più forte la voglia di modifica dei confini tra Serbia e Kosovo, come possibile – seppur controversa - soluzione allo stallo diplomatico tra Belgrado e Pristina. A chiederla sono anche i rappresentanti dei comuni a maggioranza albanese della valle di Preševo, nel sud della Serbia, che ieri hanno incontrato a Pristina il presidente kosovaro Hashim Thaçi.


Serbia: i cinesi si comperano le miniere di Bor

04/09/2018

Il governo serbo avrebbe scelto l'azienda cinese Zijin Mining come principale “partner strategico” di RTB Bor, la più grande miniera di estrazione di rame della Serbia. Zijin Mining è, in Cina, il primo estrattore di oro e il terzo di rame. Dovrebbe acquisire il 63% delle azioni di RTB Bor, per circa 1,46 miliardi di dollari.


Censura e autocensura in Serbia

28/08/2018

La situazione dei media in Serbia non è mai stata rosea. Ma una recente indagine condotta dal Balkan Investigative Reporting Network (BIRN) mette in evidenza meccanismi di controllo subdoli e altrettanto efficaci esercitati dal governo di Belgrado sui giornalisti.


Serbia, di nuovo la leva militare?

22/08/2018

In Serbia potrebbe nuovamente tornare la leva obbligatoria. Ad accennarlo è stato il presidente della Serbia Aleksandar Vučić, martedì 21 agosto, mentre presenziava, all’aeroporto militare di Batajnica, alla consegna dei primi due caccia MIG 29 russi che entreranno in in dotazione dell’aeronautica serba.


Operazione Tempesta: dopo 23 anni ancora battaglia

07/08/2018

Tra il 4 e il 5 agosto del 1995 iniziava l'azione militare “Oluja” (Tempesta) con cui l'esercito della Croazia riconquistava in due giorni le Krajine. Questo territorio era rimasto per quattro anni sotto controllo delle forze dei ribelli serbi. Un anniversario durante il quale prosegue una guerra con altri mezzi, a partire da celebrazioni e commemorazioni divise.


Nessuna riabilitazione per Milan Nedić

26/07/2018

Le questioni legate alla Seconda guerra mondiale restano argomento di dibattito nei paesi post-jugoslavi, in diversi casi strumentalizzate all'interno dei processi revisionisti che si sono manifestati negli ultimi anni a Belgrado come a Zagabria o a Sarajevo.


Dialogo Serbia-Kosovo, nessun passo avanti

19/07/2018

E' stato un incontro interlocutorio quello tenutosi ieri a Bruxelles tra le delegazioni di Belgrado e Pristina, impegnate a riprendere il dialogo sulla normalizzazione dei rapporti bilaterali sostenuto dall'Unione europea.


Šešelj: condannato in appello, ma non per crimini in Croazia e Bosnia Erzegovina

12/04/2018

Il Tribunale dell'Aja è parzialmente tornato sui suoi passi relativamente all'assoluzione del marzo 2016 di politico serbo Vojislav Šešelj. Lo ha infatti condannato ieri a 10 anni di detenzione, che non dovrà scontare dato che ha trascorso all'Aja già un periodo superiore: dal 2003 al 2014, quando è rientrato in Serbia per motivi di salute.


Kosovo-Serbia, negoziato a rischio

27/03/2018

Ieri, 26 marzo, le Forze speciali della polizia kosovara hanno prima tratto in arresto e poi espulso dal territorio kosovaro Marko Đurić, a capo dell'Ufficio per il Kosovo del governo serbo.


Elezioni a Belgrado: il Partito progressista serbo oltre il 45%

05/03/2018

Secondo i dati preliminari, sulla base del 70% delle schede scrutinate, sono solo quattro le liste che hanno superato la soglia del 5% alle elezioni locali della capitale serba e si è imposto il partito del presidente della Serbia Vučić.


Balcani occidentali, la Commissione Ue presenta la nuova strategia

08/02/2018

Martedì 6 febbraio, come annunciato, la Commissione europea ha presentato la nuova e attesa strategia verso i Balcani occidentali.


Uniti contro minacce e censura: i giornalisti della regione sostengono Dragan Janjić

25/01/2018

Dragan Janjić, corrispondente di OBCT dalla Serbia e caporedattore di Beta (tra le principali agenzie di stampa indipendente del paese), è stato preso di mira nei giorni scorsi da una campagna diffamatoria che lo accusa di essere un “nemico della Serbia”.


Ergastolo per Ratko Mladić

22/11/2017

Condanna all'ergastolo per l'ex comandante dell'esercito serbo bosniaco, colpevole di genocidio e complicità in genocidio per i fatti di Srebrenica, crimini contro l'umanità, deportazione, persecuzione. E' la sentenza di primo grado pronunciata oggi, 22 novembre, dalla Corte del Tribunale Penale Internazionale dell'Aja presieduta dal giudice Alphons Orie.


Il referendum catalano tra Belgrado, Zagabria e Sarajevo

02/10/2017

I media dei paesi del sud-est Europa hanno seguito attentamente la cronaca del referendum catalano, sottolineando come la questione "indipendenza" sia decisamente delicata. Particolarmente accanito il dibattito sui social media bosniaci.


I Balcani: una destinazione turistica sempre più popolare

11/08/2017

Nell'andamento dei flussi turistici in Europa, la crescita corposa e costante dei Balcani come meta di viaggi e vacanze costituisce una delle tendenze più significative degli ultimi anni. Nel periodo 2013-2016, sei sono i paesi europei dove i pernottamenti dei turisti stranieri sono aumentati ogni anno a un tasso superiore del 10%: Islanda a parte, si tratta esclusivamente di paesi balcanici (Albania, Bosnia Erzegovina, Serbia, Kosovo e Romania). L'unico paese della regione che pare rimanere ai margini del boom turistico in corso è la Bulgaria, anche se la situazione sta cambiando.


Il “pulitzer” europeo al giornalismo investigativo serbo

21/04/2017

Non se lo aspettavano, i nomi dei finalisti erano importanti, dalla Süddeutsche Zeitung, nel gruppo dei Panama papers, al Financial Times. Tuttavia l’edizione di quest’anno del prestigioso European press prize, per la prima volta, è stata assegnata ad un media balcanico


Presidenziali in Serbia, lo strapotere di Vučić

30/03/2017

Ultimi giorni di campagna elettorale per le presidenziali in Serbia. Campagna dove non si sono risparmiati i colpi più bassi, attacchi alle famiglie e alle consorti dei candidati, minacce fisiche e verbali… Una campagna per le presidenziali che si è trasformata in uno spazio di lotta aperta, con un lottatore che la sta facendo da padrone, essendo in posizione di vantaggio: è il leader del partito che guida il governo ed è il primo ministro. La sua presenza sui media nazionali è stata schiacciante rispetto a quella degli altri candidati, ma la ciliegina sulla torta, si sa, è riservata al gran finale, all’ultimo giorno prima del silenzio elettorale.


Il caso Haradinaj divide anche il parlamento di Pristina

11/01/2017

Non sono bastate undici ore di discussioni accese: alla fine, il parlamento del Kosovo non è riuscito ad adottare una mozione condivisa sul caso Haradinaj. Il leader politico dell'Alleanza per il Futuro del Kosovo (AAK) nonché ex-premier del Kosovo è stato fermato in Francia lo scorso 4 gennaio, a causa di una richiesta di arresto per crimini di guerra e contro l'umanità presentata dalla Serbia nel 2005.


Giornata internazionale dei migranti segnata da gravi violazioni in Serbia e Croazia

19/12/2016

Due episodi drammatici hanno segnato la Giornata mondiale dei migranti - 18 dicembre - in Serbia e Croazia. Vicende che destano forte preoccupazione per la situazione dei migranti nella regione.


Traffico di droga in Serbia: 68 arresti

12/09/2016

Il ministro degli Interni serbo Nebojša Stefanović ha reso noto ieri che la polizia ha effettuato 68 arresti sospettate di essere implicate in un'ampia rete di traffico di droga e traffico di persone.


Serbia: ucciso un migrante afghano

25/08/2016

Martedì sera un migrante afghano di 20 anni è rimasto ucciso da un colpo d'arma da fuoco nei boschi attorno a Pirot, sud-est della Serbia.


Rio, Stati uniti d'Europa e jugosfera

23/08/2016

Per alcuni versi è un esercizio del tutto teorico, per altri invece inizia a riguardare anche il sentire comune dei cittadini europei.


Centinaia di migranti bloccati alla frontiera tra Serbia e Ungheria

08/07/2016

Centinaia di migranti, per la maggior parte di origine afghana, sono bloccati da più giorni nella “no-man’s land” tra Serbia e Ungheria.


28 giugno, tra storia e coincidenze

28/06/2016

Il 28 giugno del calendario gregoriano (il 15 secondo quello giuliano) si celebra il Vidovdan, ricorrenza religiosa osservata dalla Chiesa ortodossa serba e da quella bulgara, in memoria del martirio di San Vito. Vidovdan, però, rappresenta molto più di una semplice celebrazione religiosa, vista la serie di cruciali eventi storici che si sono verificati e ripetuti proprio il 28 giugno.


Novi Sad: in piazza per difendere la tv pubblica

14/06/2016

Dopo le proteste a Belgrado di sabato 11 giugno, migliaia di cittadini sono scesi in piazza ieri a Novi Sad per la terza manifestazione contro la rimozione di alcuni giornalisti dalla Radio Televisione Pubblica della Vojvodina (RTV).


Belgrado: arrivano ogni giorno centinaia di nuovi rifugiati

09/06/2016

Tra i 250 e i 400 profughi passano ogni giorno, in cerca di aiuto, dal centro di assistenza ai rifugiati Miksalište. Distrutto il 27 aprile, il centro ha riaperto le sue porte il 1° giugno. Appena in tempo, perché il numero di rifugiati in arrivo a Belgrado continua ad aumentare.