Migrazioni

Le riammissioni al confine italo-sloveno volute dal ministro Piantedosi sono illegali

26/01/2023

In occasione della seconda visita in poche settimane del ministro Matteo Piantedosi a Trieste, la rete RiVolti ai Balcani esprime forte preoccupazione per l’annunciata riattivazione dei cosiddetti “respingimenti informali” dei migranti in Slovenia. Pratiche già dichiarate illegittime dal Tribunale di Roma e che rappresentano una gravissima violazione dei diritti umani

Ue: coesione e spettro demografico

19/01/2023 -  Redazione

Nell’intero sud-est Europa i dati sullo spopolamento sono drammatici e impongono urgenti riflessioni. Nel resto d’Europa la tendenza è meno negativa, ma resta allarmante

Lesbo: processo alla solidarietà

11/01/2023 -  Mathilde Weibel

Si è aperto ieri a Mitilene, a Lesbo, il processo relativo al più grande caso di criminalizzazione della solidarietà in Europa. La nuotatrice siriana Sarah Mardini, assieme ad altri 20 imputati, sarà perseguita per "spionaggio e traffico di esseri umani"

Croazia, Schengen e diritti dei migranti

10/01/2023

Dal 1° gennaio la Croazia è entrata nell'area Schengen e ci si chiede ora cosa cambierà nei confronti dei migranti e dei rifugiati che attraversano la rotta balcanica e transitano per raggiungere altri paesi UE. L’intervento di Giovanni Vale, corrispondente di OBCT da Zagabria, alla trasmissione “Rights Now” (9 gennaio 2023)

La Croazia, l'euro e il triplete

09/01/2023 -  Giovanni Vale Zagabria

Per il governo croato il 2022 è stato l'anno degli obiettivi raggiunti: ingresso in Schengen, la moneta unica e il ponte di Pelješac. Ma se le autorità croate festeggiano il triplete euro-Schengen-ponte, la popolazione guarda con preoccupazione all’arrivo della moneta unica

Trento: in cammino ricordando le rotte dei migranti

30/12/2022

Il 1° gennaio 2023 nella Giornata mondiale della pace, la tradizionale “Marcia della pace” promossa dalla Diocesi di Trento è dedicata a profughi e richiedenti asilo, in connessione con la campagna “Cambiamo rotta!”, a sostegno dei profughi in cerca di un futuro in Europa attraverso la “rotta balcanica”, che prevede una mostra fotografica e due incontri pubblici sul tema a Trento il 1° gennaio e a Rovereto il giorno seguente

Via dalla vista, via dal cuore: gli osseti che vivono in Georgia

29/12/2022 -  Sophio Sharadze

Nella Georgia indipendente, da inizi anni '90 in poi, le discriminazioni nei confronti delle minoranze locali hanno portato in molti ad andarsene. Ciononostante qualcuno resiste. La storia di alcuni anziani nei villaggi di Chvebari e Gadamshi

La Croazia in Schengen

23/12/2022 -  Giovanni Vale Zagabria

Dal prossimo 1° gennaio la Croazia entrerà nella zona Schengen. Mentre la presidente della Commissione europea e il primo ministro croato pensano ai festeggiamenti, le organizzazioni umanitarie temono un aumento della violenza e dei respingimenti contro i migranti

La Croazia in Schengen

23/12/2022 -  Giovanni Vale Zagabria

Dal prossimo 1° gennaio la Croazia entrerà nella zona Schengen. Mentre la presidente della Commissione europea e il primo ministro croato pensano ai festeggiamenti, le organizzazioni umanitarie temono un aumento della violenza e dei respingimenti contro i migranti

Romania: la libertà di circolazione nella periferia d’Europa

23/12/2022 -  Sielke Kelner

Per i cittadini romeni il mancato ingresso in Schengen ha un forte impatto simbolico: ennesima esclusione che arriva dall'Europa e tragico ricordo a quando erano prigionieri all'interno del loro stesso paese

Bosnia Erzegovina, il punto sulla rotta balcanica

23/12/2022 -  Nicole Corritore

La Bosnia Erzegovina è uno dei paesi maggiormente attraversati dalle rotte balcaniche della migrazione. Cosa è accaduto negli ultimi mesi? Ce lo spiega da Bihać Silvia Maraone, project manager di IPSIA che coordina gli interventi in alcuni campi di accoglienza e di transito per rifugiati nella regione

Trento: "Cambiamo rotta", rilancio della campagna

14/12/2022

Il dramma dei migranti sulla rotta balcanica nelle foto di Chiara Fabbro della mostra “Finding Home” a Trento, nell'ambito del nuovo lancio della campagna “Cambiamo Rotta!” a sostegno del campo profughi di Bihać in Bosnia Erzegovina

Lavoratori armeni e georgiani: la guerra li allontana dalla Russia

07/12/2022 -  Armine Avetisyan

Quest'anno, rispetto all'anno scorso, 20.000 persone in meno hanno lasciato l'Armenia per lavorare in Russia. Anche il numero di lavoratori migranti che partono per la Russia dalla Georgia è leggermente diminuito. La ragione principale è la guerra

Bosnia Erzegovina: a Mostar inquietudine sull'ingresso in Schengen della Croazia

06/12/2022 -  Margot Davier

Il primo gennaio 2023 l'euro diventerà la valuta ufficiale della Croazia ed è prossima anche l'adesione all'area Schengen. Quale l’impatto sui giovani della città bosniaca di Mostar, molti dei quali lavorano oltreconfine?

I Balcani stanno morendo?

28/11/2022 -  Nemanja Rujević

Da anni i paesi dei Balcani sono colpiti da un costante declino demografico e non è solo una questione di poche nascite: il fattore emigrazione sta assumendo ormai dimensioni allarmanti. Una delle destinazioni più ambite è la Germania, affamata di forza lavoro

Romania: la sfida dell’accoglienza agli ucraini

12/10/2022 -  Marine Leduc

Alla fine di luglio, Bucarest ha lanciato un piano di integrazione a medio e lungo termine per i rifugiati provenienti dall'Ucraina, una novità assoluta nell'Unione europea. Un reportage da Brăila, lungo il Danubio, dove le aziende e le comunità, tra cui i "russi lipovani", si stanno organizzando per l’accoglienza, nonostante le difficoltà

Via Failutti e la coppia reale del Montenegro

07/10/2022 -  Božidar Stanišić

Domenico Failutti (1872-1923) fu uno dei ritrattisti più ricercati del suo tempo. Ha vissuto e lavorato a Vienna, Budapest, Parigi, Monaco di Baviera, Bucarest, Sofia, Belgrado… e il Caso lo ha fatto incontrare con Božidar Stanišić

Albania: l’esodo svuota le scuole

04/10/2022 -  Blerina Hoxha

I giovani fuggono in massa dall'Albania e le scuole si svuotano, soprattutto nelle zone rurali. Un reportage dal nord del paese

Crimea: la guerra, il patrimonio storico e la sofferenza dei tatari

05/09/2022 -  Claudia Bettiol

La penisola di Crimea è stata occupata nel 2014 dai russi ed è da allora de facto separata dal territorio ucraino. È elemento cruciale nel conflitto attualmente in corso: le autorità ucraine dichiarano di volerla liberare. Un'analisi

Migrazioni in Georgia, chi va e chi viene

01/09/2022 -  Marilisa Lorusso

Con l'aggressione russa all'Ucraina sono cambiati i flussi migratori e le richieste di asilo dei cittadini georgiani. Secondo l'Agenzia europea per l'asilo nei primi quattro mesi dell'anno le richieste di asilo in paesi UE e Regno Unito sono aumentate del 183% rispetto all'anno precedente. In aumento anche i cittadini russi, bielorussi e ucraini che si trasferiscono in Georgia

Via dalla Bosnia Erzegovina

30/08/2022 -  Arman Fazlić Sarajevo

La Bosnia Erzegovina è il paese con il calo demografico più netto al mondo. Stando ai dati pubblicati dall’Unione per il rientro e l’integrazione sostenibile della Bosnia Erzegovina, dalla BiH dal 2013 ad oggi se n’è andato quasi mezzo milione di persone. E alla mancanza di manodopera locale si sopperisce con lavoratori stranieri

Rotta balcanica in Bulgaria, muoiono due poliziotti

26/08/2022

“I trafficanti [di persone] hanno dichiarato guerra alla Bulgaria, e noi risponderemo con ogni mezzo a nostra disposizione”. Con questa dura presa di posizione Ivan Demerdzhiev, ministro degli Interni nell’attuale governo tecnico bulgaro, ha commentato l’incidente che giovedì scorso ha portato alla morte di due agenti di polizia a Burgas, sulla costa del mar Nero.

Minoranze storiche: italiani di Romania

08/08/2022 -  Marco Abram

Nella seconda metà dell'800 e nei primi del '900 numerosi migranti si trasferirono dalla penisola italiana in Romania. Che ne è, oggi, dei loro discendenti?

Oluja 27 anni dopo, le voci e i silenzi di chi è tornato

05/08/2022 -  Dragan Grozdanić

A 27 anni dalla famigerata operazione militare Oluja (Tempesta) sono pochi i cittadini e le cittadine di nazionalità serba che hanno fatto ritorno nei luoghi dai quali sono stati cacciati in massa nel 1995. In questo reportage alcuni di loro raccontano di come si vive oggi

Bosnia Erzegovina: la corsa ai lavoratori stranieri in Republika Srpska

18/07/2022 -  Goran Katić

La Bosnia Erzegovina sta perdendo la propria popolazione e vi è una mancanza cronica di manodopera in molti settori. Ma la Republika Srpska ha trovato una soluzione: far entrare lavoratori stranieri semplificando le norme sui permessi di lavoro

Giovani dei Balcani, giovani europei

08/07/2022 -  Marion Roussey

Il Vertice europeo del 23-24 giugno ha gettato un'ombra sui Balcani occidentali, mettendo in stand-by ogni prospettiva di integrazione. Tuttavia, i giovani della regione si sentono da tempo europei, condividendo gli stessi valori e interessi di altre parti del continente

Slovenia e flussi migratori: via il filo spinato, arrivano i droni

07/07/2022 -  Stefano Lusa

Il nuovo governo sloveno ha promesso, entro fine anno, la rimozione delle famigerate barriere di filo spinato anti-migranti al confine con la Croazia. Non sarà un “liberi tutti”, ma solo la sostituzione di un rozzo meccanismo di controllo con altri più sofisticati

Europa fortezza digitale #2: intrappolati in un sistema di sorveglianza

05/07/2022 -  Kostas ZafeiropoulosJanine LouloudiNikos Morfonios

Il secondo di una serie di approfondimenti sulle implicazioni tecnologiche della cosiddetta "Fortezza Europa" e sugli esistenti e potenziali abusi in essere: l'impatto dei sistemi di sorveglianza sulle popolazioni vulnerabili, il denaro per i droni di Frontex e il monitoraggio del movimento dei cittadini all'interno dello spazio europeo

Macedonia del Nord, l'eterna questione dell’emigrazione

29/06/2022 -  Aleksandar Samardjiev Tetovo

Mentre le prospettive europee di Skopje rimangono bloccate, molti cittadini macedoni continuano a cercare condizioni di vita migliori all'estero, e il paese perde le sue forze migliori

Giornata del rifugiato: sosteniamo la campagna "Cambiamo rotta"

21/06/2022

Con la campagna "Cambiamo rotta!" sono stati raccolti in Trentino 40 mila euro a sostegno dei migranti bloccati in Bosnia Erzegovina, in particolare il servizio lavanderia e cucine collettive al campo di Lipa. In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato i promotori della campagna invitano a non dimenticare queste persone fuggite da conflitti e situazioni di estrema difficoltà