Presidenti

L'Albania ha un nuovo presidente. E' Ilir Meta, personalità a suo modo super partes il cui partito ha governato sia con la destra che con la sinistra. La sua elezione, secondo il nostro corrispondete da Tirana Tsai Mali, altro non è che un razionale calcolo costi-benefici, come nei migliori contratti siglati tra uomini d’affari, tra il neoeletto presidente e il primo ministro Edi Rama. Fuori da qualsiasi calcolo, come sempre, l’Albania con i suoi abitanti.

Sempre rimanendo in Albania, Gaz Demi, presidente del Partizani, una delle migliori compagini calcistiche albanesi, ha recentemente annunciato l'avvio di una collaborazione con Luciano Moggi, ex general manager della Juventus, coinvolto nello scandalo Calciopoli e radiato a vita dai campionati di calcio in Italia. Le due sponde dell'Adriatico sono legate da queste relazioni pericolose. Un commento di Nicola Pedrazzi.

In settimana infine, il 3 maggio, Giornata mondiale sulla libertà di stampa, abbiamo pubblicato un editoriale a firma di Mogens Blicher Bjerregård, presidente della Federazione Europea dei Giornalisti; abbiamo poi raccontato lo sfregio del patrimonio culturale della Croazia con il furto delle case tradizionali della Banovina; abbiamo dedicato poi un approfondimento all'anniversario dei fatti di Savamala, a Belgrado. Buona lettura!

Bloc-notes: Don Renzo Scapolo, parroco della solidarietà; Wikipedia inaccessibile in Turchia

Save the date! Il 6 maggio, a Rovereto, Chiara Sighele di OBC Transeuropa interviene a "Europa, territorio per la pace e utopia necessaria"

Per #UE60 scopri il nostro edu-kit sul funzionamento del Parlamento europeo e la tutela contro la discriminazione nell'UE

03/05/2017 -