Newsletter settimanale Nr. 31/2020

PRIMO PIANO

Responsabilità

Di chi è la colpa di quanto è successo nella ex Jugoslavia o di quanto accade oggi nell’America di Trump? Qual è la responsabilità degli individui? Qual è la responsabilità degli stati? Qual è la responsabilità delle società? Qual è la nostra responsabilità? A queste domande cerca di rispondere la professoressa Jelena Subotić.

Venticinque anni fa, l’Operazione Tempesta (Oluja) sanciva per la Croazia la vittoria nella sua guerra d’indipendenza, costringendo circa 200mila serbi a lasciare la propria terra. Ancora oggi, l’anniversario di quell’operazione divide e suscita polemiche. Ne abbiamo parlato con Vesna Teršelič.

In settimana poi ci siamo occupati di Pandemia, Recovery fund e Balcani occidentali; dei mille giorni di prigione del filantropo Osman Kavala; delle invisibili morti causate dalle mine in Bosnia Erzegovina e di molto altro ancora. La newsletter si prende qualche giorno di pausa, la prossima verrà spedita il 21 agosto. Buon Ferragosto e buona lettura!

 

Bloc notes: La Apple, il Kosovo e le mappe geografiche; Addio a Miodrag Živković; Burj Hammoud, il quartiere armeno di Beirut

MULTIMEDIA

Come cambia l’agricoltura in Serbia

Le temperature crescono, i venti spazzano via l'humus e aumentano gli eventi meteorologici estremi: un problema per l'agricoltura in Serbia. Che sperimenta però anche nuove coltivazioni. Un videoreportage


NOTIZIE

Giornalisti minacciati, il programma JiR Milano

Paola Rosà

Il progetto Journalists-in-Residence Milano (JiR Milan), gestito da Q Code Magazine, offre una tregua, un contesto amico e possibilità di arricchimento professionale a chiunque stia subendo minacce o pressioni per via del proprio lavoro. Ce lo spiega il condirettore di Q Code Christian Elia

Montenegro: il fascino degli hotel del passato

Ana Pajović

Il Grand Hotel Avala di Budva, il Galeb di Ulcinj… alberghi che hanno contribuito al prestigio del Montenegro ai tempi della Jugoslavia socialista. Alcuni sono stati distrutti, altri sono entrati a far parte di catene internazionali

Dalla Jugoslavia a Trump, la responsabilità morale e i soggetti implicati

Jelena Subotić

Crimini di guerra, razzismo, xenofobia, violenza politica. Di chi è la colpa di quanto è successo nella ex Jugoslavia o di quanto accade oggi nell’America di Trump? Qual è la responsabilità degli individui? Qual è la responsabilità degli stati? Qual è la responsabilità delle società? Qual è la nostra responsabilità? Un'analisi

Osman Kavala: 1000 giorni in prigione

Kaleydoskop

Lo scorso 27 luglio sono stati raggiunti i mille giorni di detenzione di Osman Kavala, nel carcere di massima sicurezza di Silivri in Turchia. Di seguito la dichiarazione rilasciata da Cem Özdemir e Claudia Roth, alla guida del partito tedesco Bündnis 90/Verdi, e quella di Kavala rilasciate quel giorno

Pandemia, Recovery fund e Balcani occidentali: i costi della mancata unione

Klaudijo Klaser

Nel mese scorso i 27 membri dell'Unione europea hanno raggiunto l'accordo su uno straordinario pacchetto di risorse per far fronte alla crisi innescata dalla pandemia da coronavirus. E i Balcani occidentali? Quanto costa non essere membri dell'UE in questo momento?

Mine in Bosnia Erzegovina: la morte invisibile

Ilaria Cagnacci

Secondo i programmi, già nel 2019 non vi sarebbero più dovute essere mine in Bosnia Erzegovina. Non è così, ve ne sarebbero ancora più di 79.000. Dalla fine della guerra ad oggi le vittime sono state 728

Oluja 25 anni dopo

Giovanni Vale

Venticinque anni dopo l'azione militare denominata Tempesta (Oluja) per la prima volta alle celebrazioni a Knin ci sarà anche Boris Milošević, deputato del Partito Democratico Indipendente Serbo (SDSS) e vice-Primo ministro. Un fatto che può far sperare

Serbia: media indipendenti e ong nel mirino del governo

Milica Stojanović

C'è preoccupazione in Serbia dopo che la Direzione per la prevenzione del riciclaggio di denaro in seno al ministero delle Finanze ha avviato una serie di controlli sui dati bancari di giornalisti e ong locali, la maggior parte dei quali rappresentano le voci critiche al regime

Come il lockdown ha risvegliato i miei ricordi della Bosnia e della guerra

Aleksandar Brezar

Una situazione particolare quella del lockdown a causa della pandemia di coronavirus. Un tempo sospeso che fa riflettere e che fa abitare luoghi della memoria lontani, un'infanzia che riaffiora magicamente con vecchie fotografie

Albania: musicisti, di padre in figlio

Christian Elia

Ylli, come suo padre, è musicista e grande interprete della saze, musica tradizionale albanese. I suoi grandi rammarichi sono i figli lontani e l'essere forse l'ultima generazione che porterà avanti questo genere musicale

APPUNTAMENTI

26th Sarajevo Film Festival

L'edizione 2020 di questo Festival internazionale, a causa della situazione epidemiologica da Covid-19 si svolgerà esclusivamente in formato online

14 Agosto 2020 09:00 - 21 Agosto 2020 23:00

Memorie contese: l'Europa, i Balcani e le guerre jugoslave

L'incontro si inserisce nell'ambito dell'iniziativa "Estate al Parco Museo Malga Zonta - Base Tuono". È previsto l'intervento di Marco Abram, ricercatore di OBC Transeuropa

Folgaria (TN) Maso Spilzi, località Maso Spilzi  - 21 Agosto 2020, ore 17:00

Iljazi family in Concerto

Concerto della Famiglia Iljazi di origine Epiriota (sud dell’Albania).  Dal 1930 trasmette di generazione in generazione la propria identità musicale e culturale

13 Agosto 2020, ore 21:30

Porto San Giorgio (FM) Piazzetta Silenzi

OPPORTUNITA

Opportunità

Tre posizioni per dottorato alla Dublin City University

Sono disponibili tre posizioni PhD interamente finanziate con inizio gennaio 2021, nell'ambito di MSCA-ETN MARKETS: Mapping Uncertainties, Challenges and Future Opportunities of Emerging Markets: Informal Barriers, Business Environments and Future Trends in Eastern Europe, The Caucasus and Central Asia
Termine ultimo per la domanda: 25/09/2020


Servizio informativo gratuito a cura di www.balcanicaucaso.org
Seguici anche su Facebook e su Twitter

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, il vostro indirizzo email viene utilizzato esclusivamente per ricevere le nostre news. Esso non sarà comunicato o diffuso a terzi e non ne sarà fatto alcun uso diverso.
Per disiscriversi: http://lists.osservatoriobalcani.it/cgi-bin/mailman/listinfo/newsletter