Newsletter settimanale Nr. 02/2021

PRIMO PIANO

Dibattito

Ethos – serie televisiva turca uscita su Netflix - servendosi di rara bellezza cinematografica e di un cast stellare riesce a portare la Turchia in una seduta psichiatrica collettiva dove l’intera società si incontra per discutere dei molti muri invisibili che separano persone abituate a vivere nello stesso luogo e nello stesso tempo, ignorandosi a vicenda. L'articolo di Filippo Cicciù.

Anche Radio Študent, storica emittente studentesca con sede a Lubiana, è da 50 anni spazio di catarsi e dibattito. Ora una pugnalata fraterna dell'Organizzazione studentesca dell'Università di Lubiana ŠOU – di fatto suo editore – rischia di cancellare per sempre quest'esperienza. La cronaca raccontata da Davide Sighele.

In Bosnia si può parlare di lager nei quali vengono rinchiusi i migranti? Su questo in settimana un'intervista doppia a firma di Omer Karabeg; poi un viaggio in ferrovia con Fabio Fiori, con lo sguardo fisso sull'Adriatico; un'intervista sul futuro della Bosnia Erzegovina con il politologo Nenad Stojanović; la possibile auto-esclusione dalla politica della Georgia del magnate Ivanishvili. E molto altro! Buona lettura.

 

Bloc notes: Covid-19 in Croazia, stipendi in caduta; Kosovo: la presidente ad interim Vjosa Osmani vittima di attacchi sessisti

MULTIMEDIA

Rotta balcanica: Bosnia Erzegovina, a un passo dalla catastrofe umanitaria

Campo di Lipa, migranti sotto la neve - foto Ipsia

Registrazione dell'incontro organizzato da Ipsia Acli dedicato alla situazione in Bosnia Erzegovina nel Cantone di Una Sana, dove centinaia di migranti e richiedenti asilo vivono all'addiaccio. Sono intervenute Silvia Maraone, operatrice in loco dell'ong Ipsia e Francesca Napoli, avvocata esperta in migrazioni intervistate da Nicole Corritore di OBCT (14 gennaio 2021)


NOTIZIE

Unicef Montenegro: la pandemia è una crisi dei diritti dei bambini

Giovanni Vale

Difficoltà nell'accesso all'educazione online, aumento delle differenze tra famiglie ricche e povere, diminuzione delle attività all'aperto e maggior rischio di violenza domestica. In Montenegro la situazione è seria. Ne abbiamo parlato con Juan Santander, direttore di UNICEF Montenegro

Slovenia: stop alla diga sulla Sava, un fiume però già a pezzi

Marco Ranocchiari

Un tribunale amministrativo della Slovenia ha fermato la costruzione della diga di Mokrice, sulla Sava: il danno ambientale supera di gran lunga i benefici energetici della nuova centrale, fortemente voluta dal governo. Ma nel tratto sloveno del grande fiume molte altre nuove centrali sono in progetto o già costruite

“La cena” di Božidar Stanišić

Aleksandra Ivić

È uscito in questi giorni, per i tipi di Marotta&Cafiero, il nuovo libro di racconti dello scrittore Božidar Stanišić – La cena. Avanzi dell’ex-Jugoslavia, nella traduzione di Alice Parmeggiani. Una recensione

Armenia e Azerbaijan, il valzer dei (mancati) incontri

Onnik James Krikorian

Domani 26 novembre dovrebbe tenersi nella località turistica russa di Sochi un incontro trilaterale tra Armenia, Azerbaijan e Russia. Al centro dell'iniziativa diplomatica possibili accordi tra i due paesi belligeranti. Le informazioni però sono ancora poche

Unione europea: politiche di coesione e sud-est Europa

Klaudijo Klaser

Un terzo del budget dell'Unione europea è investito nelle cosiddette politiche di coesione. Di queste risorse quante arrivano e su cosa vengono investite nei sei paesi Ue seguiti da OBC Transeuropa? Un'analisi

Montenegro: servono vere riforme per rafforzare lo stato di diritto

Željka Vučinić

Secondo Tena Prelec, ricercatrice della London School of Economics and Political Science (LSE), tutti gli attori politici in Montenegro dovrebbero mostrare maggiore disponibilità affinché si attuino realmente le riforme sullo stato di diritto, così da accelerare il percorso verso l'UE

Il quaderno di Radoslav e altre storie della Seconda guerra mondiale

Eugenio Berra

Esce oggi in libreria il nuovo volume di Aleksandar Zograf dal titolo "Il quaderno di Radoslav e altre storie della Seconda guerra mondiale" edito dalla casa editrice OO1 di Torino. Pubblichiamo una scheda introduttiva al volume e la copertina

Ripartire dalla biodiversità, dall’Olanda alla Slovenia

Redazione

Nella recente "Settimana delle città e delle regioni" si è dibattuto di biodiversità e sostenibilità. Partendo dalle esperienze di due territori europei

Serbia: sviluppo economico a spese dei lavoratori

Vukašin Obradović

Il caso dell'azienda cinese Linglong di Zrenjanin porta allo scoperto il terribile sfruttamento dei lavoratori e le condizioni disumane in cui vivono. Il governo minimizza, ma non è la prima volta che gli investimenti stranieri vengono accompagnati dallo sfruttamento dei lavoratori

Romania: 25.000 morti da inquinamento all'anno

Mihaela Iordache

Da anni i media denunciano che la Romania sta diventando la discarica d'Europa. Ma le istituzioni non intervengono e intanto l’Agenzia Europea dell’Ambiente riporta che il paese occupa il primo posto in Europa per i decessi causati dall’inquinamento

L’Europa dei muri non è la nostra Europa

Andrea Zambelli

Alcuni rappresentanti dell'Unione europea si dicono pronti a finanziare muri ai suoi confini. Questa non è l'Europa che vogliamo ed in cui ci riconosciamo

Saakashvili, la fine dello sciopero della fame

Marilisa Lorusso

Continua la vicenda di Mikhail Saakashvili, ex presidente georgiano e segretario dell'UNM all'opposizione, in carcere dal suo ingresso illegale nel paese. Dopo il recente collasso e il trasferimento in nuovo carcere Saakashvili ha finalmente interrotto lo sciopero della fame

“Costruire l’Europa assieme”: aspettative e prospettive dai Balcani occidentali

Fiorella Bredariol

Processo di allargamento dell’Ue ai Balcani occidentali, coinvolgimento della società civile, disillusione e potenzialità delle nuove generazioni. Di questo si è parlato in un recente seminario. Un resoconto 

APPUNTAMENTI

Quo Vadis, Aida? Film Screening & Discussion

Il film "Quo vadis, Aida" delle regista bosniaca Jasmila Žbanić, presentato in anteprima mondiale alla 77° Mostra del cinema di Venezia, racconta la tragedia di Srebrenica attraverso gli occhi di una donna che lotta per salvare la propria famiglia tra dubbi e scelte drammatiche. Proiezione online del film e dibattito su organizzazione di The Harriman Institute Columbia
15 gennaio 2021
Online

Libia e Bosnia: apriamo gli occhi

Le immagini dei migranti intrappolati in Bosnia Erzegovina sotto la neve ci ricordano un dramma che si ripete irrisolto inverno dopo inverno, e la situazione inaccettabile nei campi libici attende ancora soluzioni umanitarie decise. Interlocutori importanti discutono di come si negoziano i corridoi umanitari e di quali azioni dovremo intraprendere in Italia e in Europa
15 gennaio 2021
Online

Bordering Europe - I migranti senza diritti nel cuore dell'Europa

Mediterranea Saving Humans ospita sulla nave Mare Jonio la rete RiVolti ai Balcani per la presentazione del nuovo dossier “Rotta balcanica. I migranti senza diritti nel cuore dell’Europa”. Previsti diversi interventi, introdotti dall'armatore sociale di Mediterranea, Alessandro Metz
16 gennaio 2021
Online

Trieste Film Festival

La 32esima edizione del Trieste Film Festival, principale appuntamento italiano con il cinema dell'Europa centro-orientale, quest'anno si terrà interamente online. Per il sesto anno verrà consegnato anche il premio OBC Transeuropa a uno dei documentari in concorso.
21-30 gennaio 2021
Online

OPPORTUNITA

Opportunità

Call for papers

La crisi COVID-19 ha sollevato sfide per le dinamiche economiche, sociali e politiche all'interno di ogni singolo stato e tra di essi. Inoltre, ha seriamente messo in discussione l'idea che le comunità possano essere sempre più resilienti e che la loro resilienza garantisca una risposta alle minacce e alle vulnerabilità che le colpiscono sempre di più. Aperta una call for papers per una conferenza promossa dall'Università di Trento nel settembre 2021.

Se si è interessati a partecipare, inviare un abstract (250 parole) del proprio paper insieme a una breve biografia entro il 15 febbraio 2021 a: vincenzo.dellasala@unitn.it. Se si hanno domande si può contattare Roberto Belloni (roberto.belloni@unitn.it) o ​​Vincent Della Sala (vincenzo.dellasala@unitn.it)

 


Servizio informativo gratuito a cura di www.balcanicaucaso.org
Seguici anche su Facebook e su Twitter

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/03, il vostro indirizzo email viene utilizzato esclusivamente per ricevere le nostre news. Esso non sarà comunicato o diffuso a terzi e non ne sarà fatto alcun uso diverso.
Per disiscriversi: http://lists.osservatoriobalcani.it/cgi-bin/mailman/listinfo/newsletter