Figli

E' figlia di quell'Hdz fondato da Franjo Tuđman ed è la prima donna a ricoprire la carica più alta del paese. La Croazia guarda a centro-destra ed elegge alla presidenza Kolinda Grabar Kitarović. Sconfitto il presidente uscente Ivo Josipović, vittima dei fallimenti del governo Milanović e del fuoco amico. L'approfondimento di Drago Hedl, l'analisi da Mostar di Rodolfo Toè.

Ničije dete - Il figlio di nessuno – è il film d'esordio del regista serbo Vuk Ršumović. La storia di un bambino cresciuto coi lupi, e mandato in guerra dagli umani, una recensione di Mauro Cereghini. Lei il padre lo aveva, ma ci ha vissuto assieme solo da piccola. Disegnare le ha poi permesso di affrontare i vuoti dei racconti della sua storia famigliare. Fatherland è una graphic novel firmata da Nina Bunjevac, che si snoda negli anni '70 tra la Jugoslavia e il Canada. La recensione di Chiara Bonfiglioli.

In settimana poi, tra gli altri, i rivoluzionari col certificato della Romania; la Bulgaria e il suo mal d'Europa; il DAH Teatar di Belgrado, teatro del margine; e infine siamo o non siamo Charlie? Buona lettura!

Bloc-notes: Charlie Hebdo: il quotidiano turco Cumhuriyet pubblica alcune pagine dell'ultimo numero; Legislative in Grecia: 100.000 giovani elettori senza diritto di voto; Presidenziali in Croazia: vince Kolinda Grabar-Kitarović

Save the date! Je suis Charlie. Media Freedom in the EU and in Soth Eastern Europe. Un seminario promosso da OBC al Parlamento europeo. Bruxelles, 28 gennaio 2015.

16/01/2015 -