Tutte le notizie

Albania alle urne: la fine del duopolio

01/07/2005 -  Indrit Maraku

Domenica l'Albania, sotto lo sguardo di UE ed USA, va al voto. Con probabilità sarà la fine del duopolio che ha caratterizzato questi ultimi anni: socialisti da una parte e Partito democratico dall'altra. Il terzo in comodo? L'ex premier Meta

Il processo d'integrazione europea tra utopia e disincanto

01/07/2005 -  Anonymous User

Il "no" francese e olandese alla costituzione europea ha avuto ripercussioni anche sui Paesi del sud est europeo, ma l'UE non deve ritrarsi dal processo di integrazione della regione balcanica

Sulle tracce dell'oro nero

01/07/2005 -  Tanya Mangalakova

Tanya Mangalakova ha sentito Edward Fergusson, a capo del consorzio per la costruzione di un oleodotto che dovrebbe collegare Bourgas, sul Mar Nero a Vlora in Albania. Secondo quest'ultimo non vi sono rischi ambientali legati agli oleodotti, il problema vero sarebbero piuttosto ONG e partiti ambientalisti

Articolo

01/07/2005 -  Anonymous User

Giovedì 30 giugno 2005 si è tenuta a Trento una giornata di lavoro per riflettere, a partire dai tragici eventi accaduti a Srebrenica 10 anni fa, di crimini internazionali e dei diversi meccanismi per la loro persecuzione. Tra gli organizzatori la Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Trento, La Fondazione Alexander Langer e Osservatorio sui Balcani.

Romania: la giungla delle barriere architettoniche

30/06/2005 -  Mihaela Iordache

Autobus impossibili da prendere, fermate del metro inaccessibili, uffici pubblici che sono una giungla di barriere architettoniche. La vita Bucarest è impossibile per i disabili. E non va certo meglio nel resto del Paese

Peter Handke difensore di Milošević

30/06/2005 - 

Da tempo il noto scrittore austriaco ha preso posizione in difesa dell'ex presidente serbo Slobodan Milošević. In questo articolo, del quotidiano belgradese Danas, la dura critica alle tesi di Peter Handke

Tiro alla fune con il confine

29/06/2005 -  Alma Lama

Non si placano le tensioni tra Pristina e Skopje sulla demarcazioni del confine che separa la Provincia amministrata dall'ONU e la Macedonia. Le autorità kosovare non riconoscono un accordo in merito sottoscritto nel 2001 dalle autorità macedoni con Belgrado. L'UNMIK sembra voler tentare di raggiungere, al più presto, perlomeno un accordo informale

Elezioni in Bulgaria. E adesso?

29/06/2005 -  Tanya Mangalakova

Il partito socialista vince ma è lontano dalla maggioranza necessaria per formare un governo. Dovrebbe ottenere l'appoggio del partito dell'ex re Simeone che nega però ogni tentazione di ritornare al governo. In Bulgaria non ha vinto nessuno, tranne gli ultranazionalisti di Attack

Miljenko Jergovic e i Bijelo Dugme

29/06/2005 -  Anonymous User

Il noto scrittore Miljenko Jergovic interviene, nella sua rubrica del settimanale sarajevese DANI, a commentare la rinata euforia legata al ritorno dei Bijelo Dugme, storica rock band di Goran Bregovic

Dopo Srebrenica

28/06/2005 -  Anonymous User

Un documentario di Andrea Rossini prodotto dall'Osservatorio sui Balcani su Srebrenica oggi. Le modalità per riceverlo

Bosnia: arrestate i criminali di guerra, adesso

28/06/2005 -  Anonymous User

Proseguiamo la pubblicazione degli articoli preparatori alla conferenza di Ginevra sui 10 anni da Dayton prevista per il prossimo ottobre e organizzata dall'Associazione BiH 2005. In questo testo gli autori mandano un monito: non vi può essere futuro senza l'arresto di Karadzic e Mladic

Serbia: Exit non deve perdere la sua dimensione politica

28/06/2005 -  Anonymous User

Vittima del suo successo, il festival Exit (7-10 luglio, Novi Sad) si è ingrandito e ristrutturato. Ma l'intento e il messaggio politico non sono morti. Bojan Boskovic, il suo direttore generale, milita sempre per la democrazia e la tolleranza

Sarajevo, una guida turistica

28/06/2005 -  Anonymous User

Dieci anni dopo la firma degli accordi di Dayton è uscita recentemente una nuova guida turistica su Sarajevo, la prima nel dopoguerra. Pubblichiamo la breve prefazione a firma di Mario Boccia, fotografo ed amico di Osservatorio

Islam in Albania, scontro tra radicali e moderati

27/06/2005 -  Indrit Maraku

Da qualche tempo a questa parte l'Albania è stata teatro di uno scontro aperto tra l'ala moderata e quella radicale delle componenti dell'Islam locale. I media lo hanno definito a più riprese uno scontro tra vecchi e giovani musulmani

Media in Turchia, il coraggio di Birgun

27/06/2005 -  Fabio Salomoni Ankara

Dogan Tilic, direttore responsabile di "Birgun", nonché Presidente dell'Associazione Giornalisti Progressisti (CGD) e docente universitario, racconta la nascita, le difficoltà e il coraggio del quotidiano indipendente, oltre ad offrire un quadro della situazione dei media in Turchia

Bosnia: addio al partito monoetnico?

27/06/2005 -  Anonymous User

Il presidente del Partito d'azione democratica (SDA) Sulejman Tihic, ha ottenuto nelle scorse settimane l'appoggio della maggioranza dei membri del Comitato centrale alla proposta di nominare alcuni serbi e croati quali membri della dirigenza del partito. E' la prima volta dalla sua creazione

A come Srebrenica

26/06/2005 -  Anonymous User

Uno spettacolo teatrale debuttato nel 2001 che parla di Srebrenica. Per non dimenticare. Da allora più di 200 repliche. In occasione del decennale dell'eccidio di Srebrenica lo spettacolo è stato rappresentato anche a Tuzla ed a Sarajevo

Uranio impoverito: i vertici militari sapevano

24/06/2005 -  Anonymous User

Ieri la Commissione d'inchiesta del Senato sull'uranio impoverito ha sentito i responsabili dell'Osservatorio militare, associazione che da anni è in prima linea a difesa delle vittime del "metallo della vergogna". Il comunicato dell'Osservatorio

Bulgaria al voto

24/06/2005 -  Tanya Mangalakova

Domani la Bulgaria si recherà alle urne. Probabile una vittoria del Partito socialista che però dovrà poi, per governare, trovarsi dei partner di coalizione. Intanto monta l'onda di Attack, movimento nazionalista che raccoglie i consensi dei delusi, dei perdenti, di chi è uscito "massacrato" da questi 15 anni di transizione

L'Europa arroccata

24/06/2005 -  Michele Nardelli

Ora è sempre più chiaro. Si contrappongono tra i 25 membri dell'Unione due idee opposte d'Europa. Da una parte un vecchio continente che sia presidio di civiltà sociale e giuridica di fronte ai nuovi fondamentalismi, dall'altra area di libero scambio nel quadro di un occidente segnato dall'egemonia nordamericana. Un nostro editoriale