Edjnet-news

48 domande per raccontare l'Europa con i dati

10/09/2019

Una battuta ricorrente nelle redazioni giornalistiche recita più o meno così: “Non ho scelto questo mestiere per occuparmi di matematica”. Da circa dieci anni, però, le maggiori testate giornalistiche internazionali hanno iniziato a fare ‘giornalismo di dati’ (data-journalism) per raccontare la società e le istituzioni cercando, in questo modo, di offrire una descrizione della realtà più approfondita ed efficace.

Le autorità locali e il riscaldamento climatico

05/09/2019 -  Nicolas Kayser-Bril

In gran parte d'Europa il 2018 è stato l’anno più caldo dal 1900 a oggi, e nel 2019 potrebbe andare ancora peggio. Ma qual è la risposta che le autorità locali stanno dando alla crisi climatica? Un'inchiesta dello European Data Journalism Network

EDJNet sul Sole 24 Ore

03/09/2019

Nella sua sezione Info Data il portale del Sole 24 Ore ha recentemente ripreso l'inchiesta “Europe One Degree Warmer”, realizzata nel corso del 2018 da EDJNet, uno dei progetti coordinati da OBCT. L'inchiesta ha mostrato che la temperatura media delle città europee si è alzata di almeno un grado centigrado nel 21° secolo rispetto al Novecento.

Nuova politica di coesione UE: chi guadagna e chi perde

13/08/2019 -  Niccolò Donati

La Commissione europea vuole modificare i criteri che regolano gli stanziamenti della politica di coesione. I maggiori beneficiari saranno Grecia, Bulgaria e Romania, mentre il gruppo di Visegrad e le repubbliche baltiche ne usciranno penalizzate

Se gli assorbenti sono tassati quanto gli alcolici

07/08/2019 -  María Álvarez Del VayoEva Belmonte

Dal 2007 l'Unione europea consente agli stati membri di ridurre la cosiddetta Tampon Tax, cioè l'Iva applicata ai prodotti per l'igiene femminile. Molti paesi, incluse Italia e Croazia, continuano però ad applicare la stessa aliquota che riservano al vino e alle sigarette

Avere le idee chiare sull'Europa fa guadagnare nei sondaggi

06/08/2019

I partiti europei premiati di più dai sondaggi condotti dopo le elezioni europee del 23-26 maggio sono quelli che hanno una posizione netta a favore o contro l'Unione europea, come quelli affiliati con il gruppo Renew Europe o con Identità e Democrazia al Parlamento europeo. Nel loro complesso questi partiti hanno guadagnato consensi, in linea con la crescente polarizzazione dell'elettorato tra cosmopoliti e sovranisti.

L'arte del viaggiare lentamente

30/07/2019 -  Jacopo Ottaviani

Era il 1972 quando i primi 87 mila biglietti Interrail furono emessi dalle ferrovie di vari paesi europei. Oggi, a 47 anni dalla sua creazione, più di 10 milioni di persone hanno scelto di fare un viaggio in Interrail

Ue: porte chiuse ai Balcani

16/07/2019 -  Ornaldo Gjergji

Il Consiglio europeo dello scorso giugno ha sferrato un altro colpo alle speranze di Albania e Macedonia del Nord di aprire i negoziati di adesione all’UE. Per gli altri paesi dei Balcani la situazione non è molto più incoraggiante

Yemen, una guerra europea

20/06/2019 -  Ana KuzmanićIvana Perić Zagabria

La Croazia è tra i principali paesi Ue esportatori di armi, e dall'aeroporto di Fiume transitano anche forniture straniere verso l'Arabia Saudita. Ma fornendo armi alle parti in conflitto in Yemen, gli europei hanno delle responsabilità in una guerra che ha fatto più di diecimila vittime in quattro anni

Quanto costa conquistare gli elettori su Facebook

17/06/2019 -  Lorenzo FerrariOrnaldo Gjergji

Nella campagna per le elezioni europee di maggio, i partiti e le istituzioni europee hanno speso più di 23 milioni di euro in post a pagamento. I dati pubblicati da Facebook permettono di vedere quanto è stato speso nei diversi paesi - sud-est Europa compreso - e chi ha investito di più