Progetto di ricerca condotto da OBC Transeuropa e CeSPI con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – MAECI (contributo straordinario ex articolo 2 della legge 948/82) nel quadro del Processo di Berlino per l’integrazione europea dei paesi dei Balcani occidentali. Obiettivo: monitorare e raccogliere gli stimoli dei Fora della società civile e dei centri studi europei riunitisi in preparazione del vertice intergovernativo di Trieste (12 luglio 2017)

04/07/2017 - 

Coordinato da OBCT e realizzato in collaborazione con CeSPI, questo progetto di ricerca si propone di monitorare le dinamiche politiche e le iniziative transnazionali messe in campo dalle società civili dei dodici paesi coinvolti dal “Processo di Berlino”, l’iniziativa diplomatica avviata dalla Germania per il quadriennio 2014-2018 con l’obiettivo di rilanciare la prospettiva dell’allargamento dell’Ue ai Balcani Occidentali.

Partecipano al Processo a trazione tedesca sei paesi in fase d’accesso (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Macedonia, Montenegro e Serbia) e sei paesi membri dell’Ue (Germania, Austria, Francia, Italia, Slovenia, Croazia). Dopo i vertici di Berlino (2014), Vienna (2015) e Parigi (2016) il quarto summit dei Capi di Stato e di governo di questi paesi è ospitato in Italia, a Trieste, il 12 luglio 2017. In parallelo, il capoluogo giuliano è anche sede del Forum della società civile , spazio di dibattito per le organizzazioni della società civile italiana e del Sud Est Europa.

Cogliendo l’“anno italiano” del Processo di Berlino come un’occasione per riaccendere il dibattito sul futuro europeo di un’area cruciale per il nostro Paese e sul ruolo che le reti transnazionali della società civile possono svolgere a favore dell'integrazione europea dei Balcani occidentali, OBCT-CeSPI pubblicano una ricerca congiunta che verrà presentata e discussa nell’ambito di un seminario presso il MAECI e sarà diffusa attraverso i canali degli istituti promotori in vista del prossimo vertice del Processo di Berlino nel 2018. 

 

Partner

Osservatorio Balcani e Caucaso (Transeuropa); Centro Studi di Politica Internazionale (CeSPI)

 

Ente Finanziatore

Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI)