Giovani nei Balcani, resistere alla pandemia

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio i sistemi sanitari di tutto il mondo, colpendo soprattutto le fasce più anziane della popolazione. Ma nei Balcani, la crisi economica e sociale che ne è conseguita ha avuto effetti spesso sconvolgenti – e difficili da ignorare – anche sui giovani. In questo dossier, realizzato con il sostegno di Central European Initiative - Executive Secretariat , tracciamo un bilancio del primo anno e mezzo di pandemia ed esploriamo gli scenari di ripresa post-Covid per i giovani dell’Europa centrale e sudorientale.

Approfondimenti e dati

Una madre fa ndossare una mascherina ad un bambino
Giovanni Vale
26 novembre 2021

Difficoltà nell'accesso all'educazione online, aumento delle differenze tra famiglie ricche e povere, diminuzione delle attività all'aperto e maggior rischio di violenza domestica. In Montenegro la situazione è seria. Ne abbiamo parlato con Juan Santander, direttore di UNICEF Montenegro

Una pagina della rivista N'Harmoni
Gentiola Madhi
12 novembre 2021

In uno spazio sospeso in epoca Covid-19 tra il mondo digitale e la vita reale, una giovane donna albanese rientra in patria per promuovere lo sviluppo agricolo, la valorizzazione delle tradizioni e le pari opportunità nel settore rurale

Bambini e maestra in un'aula scolastica © ShineTerra/Shutterstock
Giovanni Vale | Zagabria
27 ottobre 2021

Quali sono stati gli effetti della pandemia sui giovani scolari in Croazia? Uno studio del Policlinico della città di Zagabria, pubblicato nella primavera scorsa, ha fatto il punto della situazione un anno dopo la prima ondata di Covid-19, analizzando un campione di 22.000 minori

Una madre, fotografata di spalle, accompagna propria figlia a scuola
Mihaela Iordache
14 settembre 2021

Tre milioni di studenti hanno iniziato ieri la scuola, in presenza nonostante la quarta ondata di Covid-19. Nelle aree rurali il 40% degli istituti è senza fognature

Borce Stamenov al lavoro nel riparare un computer - foto tratta dal profilo Facebook dell'iniziativa "Donate un computer"
Aleksandar Samardjiev | Tetovo
15 settembre 2021

Con la pandemia e le lezioni online si è scoperto che in Macedonia del Nord molte famiglie non posseggono e non possono permettersi un computer. Ma c’era chi se ne era già accorto ed aveva iniziato a rimboccarsi le maniche

Giovani in centro a Belgrado - © BalkansCat/Shutterstock
Gianluca De Feo
2 settembre 2021

Alti tassi di disoccupazione, ineguaglianze sempre più evidenti e digital divide. Nei Balcani la crisi rischia di lasciare indietro soprattutto i giovani e provocare una nuova ondata di migrazioni, ma potrebbe anche offrire nuove opportunità per rilanciare le economie

Giovani passeggiano per il centro di Belgrado © BalkansCat/Shutterstock
Gianluca De Feo
23 agosto 2021

Le misure restrittive dovute alla pandemia da Covid-19 rischiano di mettere in difficoltà ancor di più i giovani nei Balcani, un segmento di popolazione da anni in costante declino demografico. Un quadro su contagi e stato della campagna vaccinale nella penisola balcanica, con uno sguardo ai più giovani


 
Central European Initiative

Questo dossier è stato pubblicato con il sostegno di Central European Initiative - Executive Secretariat