In Bosnia si raccolgono medicinali scaduti che poi vengono trasportati in Germania per essere smaltiti. Un significativo "cambiamento di rotta" visto che in passato i Balcani troppo spesso sono stati il "cestino" d'Europa.

14/01/2002 -  Anonymous User

Pochi giorni fa, in Germania, sono state smaltite le prime tonnellate di medicinali scaduti raccolti nel Cantone di Tuzla, BiH. La raccolta è iniziata da alcuni mesi e fino ad ora si è arrivati a 46 tonnellate di farmaci che invece di essere gettati nella spazzatura, rischiando di contaminare severamente suolo e sottosuolo, verranno distrutti seguendo le adeguate procedure.
Mirza Kesetovic, direttore dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente del Cantone di Tuzla, ha chiarito come i medicinali vengano stoccati in luoghi sicuri per poi essere trasportati dalla ditta Fitmil, con la quale l'amministrazione locale bosniaca ha un contratto, con veicoli speciali in Germania.
"Sono già trenta le tonnellate smaltite" ha dichiarato Kesetovic, che ha anche confermato come questi rifiuti molto speciali siano stati distrutti in una discarica apposita.
I quantitativi raccolti sono notevoli e fanno pensare che molti medicinali siano rimasti chiusi in alcuni magazzini. Una vera e propria minaccia ecologica. Per questo motivo l'amministrazione del Cantone di Tuzla ha deciso di continuare l'iniziativa anche per i prossimi mesi (Dnevni Avaz, 09.01.2001).


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!