Alcuni ecologisti croati ospiti del Club Pasolini di Ventimiglia. Per parlare in compagnia di rappresentanti del GEVAM di sviluppo ecosostenibile nei Balcani.

01/05/2002 -  Anonymous User

Il due maggio prossimo il Club Pasolini di Ventimiglia organizza un incontro pubblico nel quale si discuterà di ecologia e Balcani. Saranno presenti alcuni rappresentanti di Gevam Onlus, gruppo ecologista che oramai da molti anni si occupa di eco-sviluppo, non solo in Italia ma anche in Bosnia e Croazia.
L'incontro in Liguria sarà l'occasione per far incontrare gli ospiti croati, rappresentatni di ZMAG (rete verde di gruppi alternativi con sede a Zagabria), con l'associazione Torri Superiore che ha creato un eco-villaggio abbarbicato sui monti scoscesi non lontano da Ventimiglia, dove, tra l'altro, ha sede il segretariato europeo del GEN - Global Ecovillages Network.
Verranno presentati alcuni progetti che stanno per essere sviluppati in Bosnia ed in Croazia. Si tratta sia di progetti rivolti alla tutela ambientale in alcune aree protette che di progetti volti alla creazione di eco-villaggi come primo nucleo di una rete di villaggi transfrontaliera: un primo progetto dovrebbe iniziare nel parco di Vukomeric, poco lontano dalla capitale croata; un secondo, sempre in Croazia, nel parco di Lonjsko Polje, pianura alluvionale creata dal fiume Sava, oltre 500 kmq di foreste abitate da 240 specie di uccelli nonché sosta favorita delle cicogne bianche nei percorsi migratori; il terzo progetto riguarda la ristrutturazione della scuola del villaggio di Gornja Velesnja, nel cuore delle Krajne croate, con l'obiettivo di trasformarla in colonia eco-turistica per bambini e adulti (l'idea è stata proposta dagli abitanti del villaggio, ex profughi di etnia serba rientrati e nuovi abitanti di etnia croata), la località si trova in un'area collinare di rara bellezza; il quarto progetto riguarda la realizzazione del centro ecologico "Una" a Bihac, per favorire il radicamento, soprattutto tra i bambini, di una cultura rispettosa dell'ambiente. Il centro era stato ideato e proposto alcuni anni fa da Bosko Marjanovic, giornalista, scrittore e padre fondatore del movimento ecologista della Valle di Smeraldo.
Gli ospiti croati saranno poi nei giorni successivi accompagnati a visitare la cooperativa Vedogiovane che a Vinchio, provincia di Asti, che gestisce un ostello collegato alle oasi del WWF di Val Sarmassa e Rocchetta-Tanaro, ed il Centro Solaria, con sede vicino a Ventimiglia, gestito dall'associazione PAEA (Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente). Sulla via del ritorno avranno inoltre occasione di fermarsi a Civitas, la fiera del terzo settore.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!