Uno studio recentemente presentato presso il Parlamento europeo si concentra sulla situazione dei media nel sud-est Europa. E presenta un nuovo concetto: quello di integrità

28/11/2014 -  Svetla Dimitrova

Il South East European Media Observatory ha introdotto in una sua analisi – pubblicata lo scorso maggio - della situazione dei media in Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Macedonia e Serbia il concetto di “integrità dei media”.

Il nuovo concetto è stato sviluppato da un gruppo di lavoro guidato da Brankica Petković, Dell'Istituto per la Pace di Lubiana ed è quest'ultima a definire l'integrità in questo specifico campo come “quei valori nel giornalismo che permettono a chi ne è protagonista di agire per il pubblico interesse”.

Nel tentativo di identificare gli ostacoli alla democratizzazione dei sistemi dei media negli stati presi ad esame dagli autori di "Media Integrity Matters – Reclaiming Public Service Values in Media and Journalism" hanno affrontato vari temi tra i quali le dinamiche corruttive nello sviluppo di politiche sui media; proprietà e finanziamenti; il servizio pubblico e il giornalismo in quanto professione.

I risultati della ricerca sono stati presentati e discussi in una recente conferenza tenutasi presso il Parlamento europeo lo scorso 18 novembre.

“E' una ricerca eccellente” ha commentato Tanja Fajon, eurodeputata slovena e vice-presidente del gruppo dei Socialdemocratici, che ha ospitato e moderato la discussione. Lo studio ha evidenziato ancora una volta come vi siano molte cose da fare e che dovrebbero essere fatte per migliorare la libertà d'espressione e la libertà dei media non solo nell'Ue ma anche nel suo vicinato, ha precisato l'eurodeputata.

“La cosa più preoccupante” ha aggiunto la Fajon è che “la situazione nei media oggi è peggiore di quella di dieci anni fa, nonostante i miglioramenti avvenuti sul piano legislativo, e i giornalisti sono in una situazione sempre più difficile”.

Deficit di democrazia, una pressione politica ed economica sempre maggiore sui media ed infine la mancanza di giornalismo investigativo: sono queste le ragioni che a detta della Fajon hanno portato alla situazione attuale.

Il libro Media Integrity Matters include specifici capitoli su 5 paesi del sud est Europa che si basano su una ricerca condotta tra il luglio 2013 e il febbraio 2014. Tra gli autori dei capitoli sui singoli paesi Ilda Londo (Albania), Sanela Hodžić (Bosnia Erzegovina), Helena Popović (Croazia), Snežana Trpevska e Igor Micevski (Macedonia), Jovanka Matić e Dubravka Valić Nedeljković (Serbia).

Alcuni di loro erano già stati coinvolti in un rilevante lavoro di ricerca svoltosi tra il 2003 e il 2004 promosso dal South East European Network for Professionalisation of the Media (SEENPM). I risultati di quello studio, che era focalizzato sul tema della proprietà dei media e sul suo impatto su indipendenza e pluralismo fissarono la cornice su cui si è basato poi quello più recente, dedicato al tema dell'integrità dei media. E le principali indicazioni emerse dieci anni fa sono tutt'ora valide, notano gli autori di Media Integrity Matters. “L'unica differenza è che i problemi evidenziati nel 2004 sono ora divenuti strutturali e quindi è ancora più difficile risolverli”, sottolineano. "Inoltre, quello che ad un primo sguardo sembrava un problema dei paesi post-socialisti si è rivelato un problema dei media in tutto il mondo. Da questo punto di vista non vi sono più differenze tra est e ovest dell'Europa. Ciò che è evidente è un'ineguaglianza a livello globale nei media che chiama all'adozione di misure che siano appunto globali”.

 

Questa pubblicazione è stata prodotta con il contributo dell'Unione Europea. La responsabilità sui contenuti di questa pubblicazione è di Osservatorio Balcani e Caucaso e non riflette in alcun modo l'opinione dell'Unione Europea. Vai alla pagina del progetto Safety Net for European Journalists. A Transnational Support Network for Media Freedom in Italy and South-east Europe.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

blog comments powered by