Articoli di Giovanni Bensi

I ceceni e la guerra ucraina

18/03/2015 -  Giovanni Bensi

Isa Munaev, comandante a Grozny durante la seconda guerra cecena, recentemente è morto nel Donbass. Era a capo di un battaglione pro-ucraino titolato a Dudaev

Il “familismo criminale” in Daghestan

23/12/2014 -  Giovanni Bensi

Relazione presentata da Giovanni Bensi al Convegno annuale di Asiac 2014 sulla diffusione della corruzione e complicità di famiglie e di clan in Daghestan

Caucaso del Nord: una guerra latente

05/11/2014 -  Giovanni Bensi

Il centro di informazione Caucasian Knot, partner di OBC, diffonde periodicamente un rapporto sulle vittime del conflitto armato in Caucaso del Nord. Nella sola estate scorsa sono stati 77 i morti e 18 i feriti

Caucaso del Nord: è Ramadan

09/07/2014 -  Giovanni Bensi

Come in tutto il mondo islamico, anche in Caucaso è cominciato il Ramadan. E in Cecenia si è reso omaggio, più che ad Allah, al presidente Kadyrov

Il mistero della morte di Doku Umarov

28/03/2014 -  Giovanni Bensi

La notizia della morte di Doku Umarov, leader dei ribelli ceceni e capo dell’Emirato del Caucaso, è recentemente comparsa su un sito degli islamisti ceceni, Kavkaz-Center. Umarov è stato dato morto più volte, ma il corpo non è mai stato trovato

La Cecenia e l'Ucraina

18/03/2014 -  Giovanni Bensi

Anche il presidente ceceno Ramzan Kadyrov, beniamino di Vladimir Putin, sembra ansioso di inserirsi nella crisi ucraina e in particolare della Crimea che con un referendum contestato dai paesi occidentali ha deciso di unirsi alla Russia staccandosi dall’Ucraina

Le trentadue lingue del Daghestan

25/02/2014 -  Giovanni Bensi

Con la revisione della “politica linguistica” in Daghestan si vorrebbero proclamare lingue ufficiali tutte le lingue parlate sul territorio della repubblica, ma non mancano le difficoltà

Sochi e i mercenari islamici

21/01/2014 -  Giovanni Bensi

Nel Nord-Caucaso, alla vigilia dei Giochi, protetti da un imponente servizio di sicurezza, sembra regnare un’atmosfera di attesa piena di allarme. A preoccupare anche il fenomeno dei giovani russi convertiti al radicalismo islamico. La storia di Pavel Pečonkin morto suicida a Volgograd

Kabardino-Balkaria: prepensionato il presidente

18/12/2013 -  Giovanni Bensi

Arsen Kanokov, capo della repubblica di Kabardino-Balkaria è stato ufficialmente mandato in pensione dal presidente russo Vladimir Putin. A sostituirlo è stato nominato Jurij Kokov. Il potere dei clan e la corruzione nella regione caucasica

Nord Caucaso: attentati e paura

27/11/2013 -  Giovanni Bensi

Il 21 ottobre Naida Asijalova si faceva esplodere su un autobus a Volgograd. Naida aveva scelto di aderire alla guerriglia clandestina insieme al suo compagno Dmitrij Sokolov. Le loro storie per capire la paura dell'islam radicale in Caucaso del Nord

Le Olimpiadi di Sochi e le minacce fantasma

07/11/2013 -  Giovanni Bensi

Nel febbraio prossimo Sochi ospiterà i Giochi olimpici invernali, ma questa città nel XIX sec. fu luogo della sanguinosa battaglia dei circassi contro il dominio russo. Il peso di quei ricordi nella diaspora circassa e i recenti attentati terroristici nel Nord-Caucaso grava sulle manifestazioni sportive

Ergastolo al numero due dell'Emirato del Caucaso

25/10/2013 -  Giovanni Bensi

Ali Taziev, uno dei dirigenti dell’organizzazione politico-militare denominata Emirato del Caucaso, è stato condannato all'ergastolo. Una ricostruzione della recente cronaca che lo ha visto responsabile di oltre 24 attentati

Inguscezia: spari, elezioni e polemiche

02/10/2013 -  Giovanni Bensi

Nella Repubblica caucasica di Inguscezia si è votato l'8 settembre per il presidente. Yunus-Bek Yevkurov è stato riconfermato nel suo ruolo non però dal popolo ma con una votazione da parte dell’assemblea legislativa locale, la quale ha scelto fra una rosa di candidati presentati da Vladimir Putin

Daghestan: vertici turbolenti

29/08/2013 -  Giovanni Bensi

Un aggiornamento sui recenti avvenimenti politici in Daghestan, dove tutto sembra già segnato e l'arresto del sindaco della capitale solleva il velo di intrecci tra criminalità organizzata, potere e clan

Il Papa, la Serbia e l'Editto di Costantino

19/09/2012 -  Giovanni Bensi

Il Papa, sul suolo della Serbia, non ha mai messo piede. Ma potrebbe farlo in occasione delle celebrazioni nel 2013 dei 1700 anni dalla promulgazione dell'Editto di Costantino. I rapporti tra cattolici e ortodossi, le divisioni nella chiesa serba, i macigni del '900 che pesano sui rapporti interreligiosi in questo approfondimento