L'UE finanzierà la formazione in ambito amministrativo di quindici giovani funzionari statali impiegati nell'amministrazione montenegrina. I quindici candidati selezionati svolgeranno stage di formazione presso istituti dell'UE.

19/05/2003 -  Anonymous User

L'aumento della qualità dell'amministrazione statale rappresenta la priorità chiave dell'assistenza dell'Unione europea al Montenegro. L'UE finanzierà la formazione di 15 giovani impiegati nei diversi campi dell'amministrazione statale, presso le prestigiose università europee. I primi tre funzionari, impiegati nel Ministero degli affari economici con l'estero e nel Ministero della economia, questa settimana partono per Berlino al fine di svolgere un corso di specializzazione di due mesi. L'annuncio è stato fatto lo scorso giovedì (15 maggio), durante la conferenza stampa, dai rappresentanti della Agenzia europea per la ricostruzione (EAR). I partecipanti sono stati scelti all'interno del programma sulla formazione dei giovani funzionari statali, che fa parte del Progetto europeo della riforma dell'amministrazione del Montenegro. Tra i 15 finalisti, otto sono uomini e sette sono donne.

"L'obbiettivo di questo programma è di aiutare questi giovani che hanno la motivazione e l'energia per cambiare la mentalità e la cultura delle proprie organizzazioni, diventare attori dei cambiamenti, che facciano vedere agli altri quanto sia importante investire nelle risorse umane, per il futuro lavoro nel settore pubblico", ha detto Regina de Dominicis, il manager di questo progetto di EAR. Destinati agli studi post-laurea nell'ambito della legge europea all'Università di Glasgow e di Amsterdam in settembre andranno due funzionari del Segretariato per la legislazione, mentre un candidato del Ministero degli affari esteri andrà presso il Centro delle integrazioni europee a Bonn. Nel frattempo, un funzionario donna del Ministero degli affari economici con l'estero andrà al Collegio europeo di Brugge.
Gli altri candidati si specializzeranno nei seguenti ambiti: pianificazione ambientale, politica commerciale europea, marketing nel turismo, eco-turismo, protezione dell'ambiente e legislazione nell'ambito della caccia e contro la corruzione.

Regina de Dominicis ha spiegato, inoltre, che in questo modo si danno ai candidati scelti le possibilità finanziarie e tecniche per approfondire il loro sapere e acquisire nuove abilità negli Stati membri, che è un modo di assistere i propri ministeri nel condurre le riforme pianificate. In aggiunta il programma aiuterà il Montenegro nel processo di armonizzazione con gli standard sociali ed economici europei.

Dei 146 candidati che hanno consegnato il curriculum durante il mese dicembre dello scorso anno, 60 sono stati selezionati e, in gennaio, hanno svolto esami di inglese, di abilità comunicative e di leadership. Dopo la definizione della lista finale, abbiamo cominciato con l'identificazione delle possibili istituzioni per la formazione dei candidati scelti, ha detto Aljosa Race il responsabile di progetto presso il consorzio italo-sloveno.

Vedi anche:

Serbia e Montenegro, la via per l'UE passa dall'armonizzazione dei sistemi economici

Accordo sulla presenza di Serbia e Montenegro in BM e FMI

La formazione del Consiglio dei Ministri della Serbia e Montenegro

L'armonizzazione delle tasse doganali di Serbia e Montenegro


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!