per Gianfranco (1)

Ah ora ho capito perché scrivi così. Semplicemente per te il vero italiano è il dialetto parlato "dalle tue parti". Meno male che me l'hai detto, perché cominciavano a credere di non conoscere l'italiano dopo che ho letto i tuoi "nessologici" ed altre assurdità simili. Aggiungo, inoltre, che non mi pare di essermi mai proclamato "padrone" della lingua italiana. Basta rileggere i miei messaggi, ammesso che li leggi. Ma nonostante ciò, posso affermare con certezza che nell'ultimo commento che hai scritto, non c'è nemmeno una frase scritta correttamente (nella lingua italiana intendo, quella che definisci "senza arte né parte"blunk.
Comunque non capisco come mai hai tirato in ballo Pavelic, i fascisti croati e l'Istria. Come ti ho già scritto in un commento precedente, per me i fascisti e i comunisti sono un cancro della società, in via di estinzione. Non mi interesso di antiquariato né tantomeno di tali ideologie antiche.