per Zagrebciano

Se estrapolando da un episodio di cronaca nera si dovesse sempre trarre le conclusioni che trai tu, negli USA non sarebbe sufficente un colpo di stato ogni sei ore.
Io ricordo (vagamente) uno studio di qualcuno una ventina di anni fa sull'espansione delle tossicopendenze in Italia a partire dagli anni sessanta.
L'autore dimostrava, dati alla mano, che i centri di irradiazione dello spaccio di droghe pesanti convergevano verso le basi militari Usa.
Personalmente sono sempre più convinto che la contraddizione principale politica ed economica dei prossimi decenni (e forse già da 15 anni, in forma latente) sia quella tra Washington e Bruxelles.
In questo senso la Croazia potrebbe essere oggetto di una contesa di rilevanza strategica per il futuro dell'Europa.
Solo la sinistra, europea e croata, riuscirà a portare la Croazia in Europa, le destre, nazionaliste o liberali, portaranno la Croazia al ruolo di stato-vassallo degli USA e i croati resteranno schiavi del terrore paleo e neo-ustascia per decenni... E poveri giovani croati e povere vecchiette veronesi.