Serbia, un paese in bilico

L’ennesimo tentativo di revisionismo storico da parte della Serbia che si preannuncia fallimentare già in partenza. La strada giusta da percorrere consisterebbe nel riconsocere gli errori che hanno contraddistinto la Serbia, ovvero il governo serbo dalla fine degli anni Ottanta fino a qualche anno fa. Anzi, fino ad oggi, purtroppo. E scrivo governo serbo, perché molti serbi non si identificavano nella guida politica del paese in quegli anni e si ritrovarono costretti ad emigrare. Ma invece di imitare un esempio di successo come quello della Germania postnazista, in Serbia si procede in tutt’altre direzioni. Temo che questo non porti lontano, il pericolo concreto è quello di girare intorno spaesati e di avvilupparci nel nostro cieco orgoglio, quando si potrebbe girare la pagina una volta per tutte.