Parlare d'Europa e di questioni che toccano i cittadini europei in maniera approfondita e plurale, attraverso il giornalismo di dati. Mettere in rete più di venti testate da molti paesi diversi per far crescere il giornalismo transnazionale, favorendo la circolazione degli articoli e rendendoli disponibili in molte lingue diverse. Sviluppare strumenti che rendono più facile utilizzare i dati e fornire centinaia di contenuti liberamente riutilizzabili.

Tutto questo è lo European Data Journalism Network , una rete nata nel 2017 e coordinata da OBCT assieme a VoxEurop.

Ultime notizie da EdjNet:
Le ultime storie che abbiamo pubblicato

Un medagliere alternativo, più europeo

4/8/2021

Come altre grandi occasioni sportive, le Olimpiadi alimentano il sentimento di appartenenza nazionale e l'orgoglio patriottico. È naturale che sia così – ma in linea col nostro approccio transnazionale ed europeo abbiamo giocato a ipotizzare un medagliere alternativo, svincolato dalle appartenenze nazionali e più attento invece ai singoli territori.

GENERE Mapping Diversity: una mappa stradale delle discriminazioni di genere

Ornaldo GjergjiLorenzo Ferrari | 14/7/2021

L’analisi di OBC Transeuropa e Sheldon.studio rende evidente la pesante sottorappresentazione delle donne nella toponomastica delle principali città italiane. Il 93% delle strade intitolate a persone sono infatti dedicate a uomini. In progetto l'espansione anche ad altri paesi

AGRICOLTURA Ue e cambiamento climatico: tanti fondi, pochi risultati

Gianluca De Feo | 6/7/2021

Tra il 2014 e il 2020 l’Unione europea, nell’ambito della Politica Agricola Comune, ha speso 100 miliardi di euro per combattere il cambiamento climatico. Ma questi fondi, che rappresentano la metà dell’intero budget UE destinato alla lotta al cambiamento climatico, non hanno portato a una riduzione delle emissioni di gas serra

UE Croazia: quale il piano per il Next Generation EU?

Toni Gabrić | 20/5/2021

Nell’ambito del programma Next Generation EU la Croazia otterrà 6,3 miliardi di euro in sovvenzioni e 3,9 miliardi di euro in prestiti. Cosa prevede il Piano nazionale di ripresa e resilienza recentemente presentato dal governo croato?