La Giornata Globale di Azione del Forum Sociale Mondiale (WSF) quest'anno vuole dare visibilità globale a tutte le azioni volte a realizzare "un altro mondo possibile". Un'iniziativa parte da Grozny

28/01/2008 -  Roberta Bertoldi

L'organizzazione cecena "Let's save the Generation" promuove una raccolta di firme da inviare ai deputati della Duma di Stato russa per chiedere una legge a favore dei giovani che sono rimasti invalidi in seguito ad azioni militari.

Purtroppo sono migliaia le persone che vivono questa difficoltà e che ora si trovano in una situazione particolarmente difficile. La pensione che percepiscono va da 1000 a 3000 rubli (circa da 30 a 90 euro) e non consente loro una vita dignitosa.
Non esistono programmi adeguati di inserimento nelle scuole per i bambini invalidi e per i più grandi sono molte le difficoltà nel trovare un posto di lavoro.

Pesa sulla comunità cecena il dramma di bambini e ragazzi vittime in particolare di mine. Gli ordigni frammentano il loro corpo ma anche ogni loro prospettiva futura. Per chi è rimasto vittima di attentati terroristi esiste una compensazione, così come per i soldati che sono rimasti vittime di incidenti bellici, ma per questi ragazzi invalidi non è previsto nulla. Vengono considerati come invalidi civili.

Solo la Duma può cambiare la legge e assumersi la responsabilità e la preoccupazione rispetto a queste vittime innocenti.

L'azione di raccolta firme si è svolta nella capitale cecena presso la sede del comitato dei giovani ceceni.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.