Palazzo Madama

Palazzo Madama (Adg82 - Flickr)

Dopo tre mesi dalla sua approvazione sono iniziati i lavori della Commissione del Senato che dovrà far luce sulla controversa questione dell'uranio impoverito. Come Osservatorio sui Balcani ne seguiremo con attenzione i lavori, da qui a fine legislatura

16/02/2005 -  Nicole Corritore

Si è tenuta ieri la prima riunione della Commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito del Senato. Un incontro che arriva a ben 3 mesi dall'approvazione unanime del Senato, nel novembre scorso, della Commissione i cui compiti saranno quelli di fare luce sulle morti di militari italiani per quella che è oramai conosciuta in Italia come "Sindrome dei Balcani".

L'avvio dei lavori della Commissione era stato procrastinato a causa della mancata nomina da parte di Forza Italia dei proprio membri, arrivata invece lo scorso 8 febbraio in concomitanza con una conferenza stampa indetta dai Senatori Gigi Malabraba (PRC) e Lorenzo Forcieri (DS) che denunciavano i tentativi di insabbiare i lavori della Commissione stessa, preoccupati dal fatto che la Commissione, avvicinandosi la fine della legislatura, aveva sempre meno tempo per portare a termine il lavoro per la quale è stata istituita.

"Nel corso della prima riunione della Commissione monocamerale d'inchiesta sull'uranio i 21 commissari hanno eletto l'ufficio di presidenza, che risulta composto da Rocco Salini (FI) presidente, nominato dal presidente del Senato, Michele Bonatesta (AN) e Lorenzo Forcieri (DS) vicepresidenti, Gigi Malabarba (PRC) e Alberto Zorzoli (FI) segretari" ha dichiarato il neoeletto segretario Gigi Malabarba, capogruppo PRC a Palazzo Madama.

"Ci auguriamo che a questo punto la Commissione possa immediatamente iniziare i suoi lavori, superando gli ostacoli che ne hanno ritardato l'insediamento in misura tale da rischiare di comprometterne l'esito entro la fine della legislatura. Per quanto ci riguarda - conclude Malabarba - siamo più che pronti a partire e tutte le Associazioni dei militari vittime da contaminazione e i loro familiari ci chiedono giustamente di essere immediatamente operativi".

Domani, presso la Casa per la pace di Genova, si terrà un incontro pubblico nel quale Valerio Gennaro, ricercatore di questioni correlate ai tumori ad autore di indagini sui casi di Stoppani, Cornigliano e Porto Marghera, svolgerà una rilettura in chiave epidemiologica delle ricerche ufficiali sui soldati inviati in missione nei Balcani, in zone dove è stato usato l'uranio impoverito.

Tutti i membri della Commissione: Archiutti, Bedin, Bonatesta, Coviello, De Zulueta, Debenedetti, Demasi, Forcieri, Franco Paolo, Frau, Guasti, Malabarba, Meleleo, Pascarella, Pellicini, Ripamonti, Rotondo, Salini, Tredese, Tunis, Zorzoli.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.