Depressione

Non abbiamo mancato, nei mesi scorsi, di analizzare quanto la crisi economica mondiale abbia duramente colpito le società dei Balcani. Crisi che nel sud-est Europa continua a farsi sentire.

In Serbia recenti indagini statistiche raccontano di una disoccupazione galoppante, di famiglie che investono tutto il loro reddito sui bisogni essenziali, di un indebitamento crescente e di gravi conseguenze sulla salute pubblica. Chiosa l'emittente B92: “Dicono che quest'anno sarà tanto brutto quanto quello precedente“.

Gravi le conseguenze anche in Romania. Negli anni passati, per molti romeni, l'emigrazione ha rappresentato un'occasione di riscatto economico e sociale. Oggi la crisi ha cambiato le prospettive, ma il ritorno in Romania non sembra una strada percorribile. Un nostro approfondimento.

Partecipa agli eventi di OBC! I prossimi appuntamenti sono a Rovereto il 26 marzo al caffè dibattito L'Italia solidale. Dalla Giovine Europa alla mobilitazione per i Balcani e a Roma il 1° aprile alla conferenza Un'altra Turchia: islam, pluralismo e gli aleviti. Ti aspettiamo

25/03/2011 -