2/3

Il prestigioso settimanale britannico The Economist invita i turchi a votare contro Erdoğan alle prossime elezioni politiche. Paura dell'Islam, seppur moderato, che avanza? Non proprio. L'approccio è piuttosto in pieno stile liberale. Ci si augura un'opposizione forte, per favorire il buon governo.

Non c'è infatti dubbio che in Turchia sarà nuovamente l'AKP del premier uscente Erdoğan a vincere. Al potere dal 2002, sembra destinato ad altri anni di governo. La questione è piuttosto un'altra. Otterrà in parlamento una maggioranza tale (2/3) da consentirgli senza l'aiuto di altri le riforme istituzionali che vorrebbe attuare?

Questa settimana su OBC un dossier dedicato a quest'importante appuntamento elettorale. Articoli, schede, fotografie su un Paese che, a detta di Erdoğan, nei prossimi anni diverrà uno dei dieci Paesi più sviluppati al mondo.

10/06/2011 -