Cristina Boglia

Lo staff di Osservatorio Balcani e Caucaso apprende la triste notizia della scomparsa di Cristina Boglia, un'amica e una collaboratrice ai tempi della nascita di OBC. Il ricordo e il saluto

10/02/2010 -  Anonymous User

È morta nei giorni scorsi Cristina Boglia, amica e collaboratrice nei primissimi tempi dell'Osservatorio. Aveva partecipato alle fasi di avvio del nostro progetto, quando era più un'idea o un azzardo che una realtà concreta. Veniva da un'esperienza precedente in una grande organizzazione internazionale, in mezzo a noi quasi tutti provenienti dal mondo delle piccole associazioni non governative. Preludio per ciò che diventerà poi l'Osservatorio, ossia un luogo di incontro tra mondi e professionalità diversi, accomunati dalla passione e dall'interesse per le terre al di là dell'Adriatico. Cristina ci ha allenato a questo incontro, rispettoso e curioso, all'incrocio fecondo di sguardi diversi.

La sua grande capacità nel costruire reti e progetti transnazionali l'ha assorbita poi interamente presso l'Accademia Europea di Bolzano. Ha lavorato lì fino a poco tempo fa, finché la malattia improvvisa e cattiva se l'è portata via. Ci rimane l'amicizia, coltivata anche a distanza. E la considerazione che, se l'Osservatorio è oggi il luogo di informazione e ricerca che tanti apprezzano e riconoscono, ciò è frutto anche dell'impegno di Cristina.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.