ORIGINE

L'idea di Osservatorio sui Balcani nasce durante i "Cantieri di pace" di Venezia nel giugno 1999, per rispondere alla domanda di conoscenza e dibattito di persone, associazioni ed istituzioni che da anni operavano per la pace e la convivenza nel sud-est europeo. Dal 2009 il nome cambia in Osservatorio Balcani e Caucaso a testimoniare l'avvenuto ampliamento del campo di indagine e ricerca.

Osservatorio è un progetto della Fondazione Opera Campana dei Caduti.

PROMOTORI

Fondazione Opera Campana dei Caduti: ente morale, istituito nel 1968 con decreto del Presidente della Repubblica, ha un partenariato presso il Consiglio d'Europa e status consultivo presso l'Economic and Social Council delle Nazioni Unite. Per promuove la cultura della pace, della nonviolenza e dei diritti umani, nel 1993 dà vita all'Università Internazionale delle Istituzioni dei Popoli per la Pace (UNIP) e nel 2000 a Osservatorio.

Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani: organismo permanente del Consiglio provinciale del Trentino, ha il compito di assicurare la partecipazione della società civile alla promozione della cultura della pace (L.P. 11/1991).

ENTI FINANZIATORI

Provincia autonoma di Trento : tramite l'Assessorato alla solidarietà internazionale e alla convivenza, è il principale ente finanziatore del lavoro di Osservatorio. La Provincia sostiene anche attività di solidarietà internazionale attraverso i tavoli di cooperazione decentrata nei Balcani - Associazione Trentino con il Kossovo, Associazione Progetto Prijedor, Associazione Tavolo Trentino con Kraljevo, Associazione Viaggiare i Balcani - e nel mondo.

Comune di Rovereto : Città della Pace, Rovereto sostiene Osservatorio e lo ospita in un elegante palazzo del centro storico. Da anni la città è impegnata nella promozione della cultura della pace. Ne sono simbolo la Campana dei caduti, il Museo storico della guerra e il Centro di educazione permanente alla pace.

ALTRI SOSTENITORI

Commissione Europea : a partire dal 2006 sostiene progetti di Osservatorio dedicati alla memoria europea. Il nostro lavoro su diritti, democrazia, conflitti e confini racconta il bisogno di elaborare il passato e costruire un'Europa che ancora non c'è.

Regione autonoma Trentino - Alto Adige/Südtirol : ha contribuito all'avvio di Osservatorio e in seguito alla realizzazione di numerose iniziative, con particolare attenzione alla convivenza, alla riconciliazione, all'autogoverno e ai diritti delle minoranze.

Comune di Trento : è partner e sostenitore di Osservatorio fin dalla sua istituzione. Da anni è attivo nella solidarietà internazionale e nella cooperazione decentrata con il sud-est Europa, sostenendo, tra altro, l'Associazione Progetto Prijedor e l'Agenzia della Democrazia Locale di Prijedor, in Bosnia Erzegovina.

Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto : ha contribuito all'avvio di Osservatorio e finanzia progetti e borse di ricerca su temi economico-sociali nei Balcani e nel Caucaso.

08/05/2009 - 

ORIGINE

L'idea di Osservatorio sui Balcani nasce durante i "Cantieri di pace" di Venezia nel giugno 1999, per rispondere alla domanda di conoscenza e dibattito di persone, associazioni ed istituzioni che da anni operavano per la pace e la convivenza nel sud-est europeo. Dal 2009 il nome cambia in Osservatorio Balcani e Caucaso a testimoniare l'avvenuto ampliamento del campo di indagine e ricerca. Osservatorio è un progetto della Fondazione Opera Campana dei Caduti.

PROMOTORI

Fondazione Opera Campana dei Caduti : ente morale, istituito nel 1968 con decreto del Presidente della Repubblica, ha un partenariato presso il Consiglio d'Europa e status consultivo presso l'Economic and Social Council delle Nazioni Unite. Per promuove la cultura della pace, della nonviolenza e dei diritti umani, nel 1993 da vita all'Università Internazionale delle Istituzioni dei Popoli per la Pace (UNIP) e nel 2000 a Osservatorio.

http://www.fondazioneoperacampana.it

Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani : organismo permanente del Consiglio provinciale, ha il compito di assicurare la partecipazione della società civile alla promozione della cultura della pace (L.P. 11/1991).

http://www.forumpace.tn.it

ENTI FINANZIATORI

Provincia autonoma di Trento : tramite l'Assessorato alla solidarietà internazionale e alla convivenza, è il principale ente finanziatore del lavoro di Osservatorio. La Provincia sostiene anche attività di solidarietà internazionale attraverso i tavoli di cooperazione decentrata nei Balcani - Associazione Trentino con il Kossovo, Associazione Progetto Prijedor, Associazione Tavolo Trentino con Kraljevo, Associazione Viaggiare i Balcani - e nel mondo.

http://www.trentinosolidarieta.it/italian/index.php

Comune di Rovereto : Città della Pace, Rovereto sostiene Osservatorio e lo ospita in un elegante palazzo del centro storico. Da anni la città è impegnata nella promozione della cultura della pace. Ne sono simbolo la Campana dei caduti, il Museo storico della guerra e il Centro di educazione permanente alla pace.

http://www.comune.rovereto.tn.it

ALTRI SOSTENITORI

Commissione Europea : a partire dal 2006 sostiene progetti di Osservatorio dedicati alla memoria europea. Il nostro lavoro su diritti, democrazia, conflitti e confini racconta il bisogno di elaborare il passato e costruire un'Europa che ancora non c'è.

http://ec.europa.eu/index_it.htm

Regione autonoma Trentino - Alto Adige/Südtirol : ha contribuito all'avvio di Osservatorio e in seguito alla realizzazione di numerose iniziative, con particolare attenzione alla convivenza, alla riconciliazione, all'autogoverno e ai diritti delle minoranze.

http://www.regione.taa.it

Comune di Trento : è partner e sostenitore di Osservatorio fin dalla sua istituzione. Da anni è attivo nella solidarietà internazionale e nella cooperazione decentrata con il sud-est Europa, sostenendo, tra altro, l'Associazione Progetto Prijedor e l'Agenzia della Democrazia Locale di Prijedor, in Bosnia Erzegovina.

http://www.comune.trento.it

Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto : ha contribuito all'avvio di Osservatorio e finanzia progetti e borse di ricerca su temi economico-sociali nei Balcani e nel Caucaso.

http://www.fondazionecaritro.it