In seguito alla guerra in Abkhazia nel 1992-1993, oltre 200.000 georgiani sono stati costretti ad abbandonare le loro abitazioni. Molti di loro da ormai vent'anni si sono stabiliti a Zugdidi, la città georgiana più vicina al de facto confine con l'Abkhazia. Alcuni di loro si sono integrati nella società, altri vivono tutt'ora in una stiuazione precaria. Un fotoracconto

05/11/2012 -