10/06/2013 - 

Renate Sommer è nata a Bochum, Germania, nel 1958. Ha un dottorato in agraria. Dal 1984 al 1989 ha lavorato presso il dipartimento di agraria dell'università di Bonn. Dal 1989 al 1992 si è occupata di politiche agricole presso la Deutsche Landjugendakademie di Bonn. E' dal 1977 membro dell'Unione Cristiano Democratica (CDU) tra le cui fila, nel 1999, è stata eletta al parlamento europeo, carica che ricopre tutt'ora. Dal 2009 è membro della direzione del Partito popolare europeo. Dal 2011 presidente della European Union of Women Commission on Food, Agriculture and Consumers. Presso il parlamento europeo ha fatto parte del Comitato sulle libertà civili, giustizia e questioni interne, del Comitato sull'ambiente, salute pubblica e sicurezza del cibo, della Delegazione EU-Turchia e della Delegazione per le relazioni con i paesi del Maghreb.

Renate Sommer Renate Sommer (1958) was born in Bochum, Germany. She holds a phd in agronomy. From 1984 to 1989 she worked at the Department of Agriculture of the University of Bonn, and from 1989 to 1992 she was involved in agricultural policies at the Deutsche Landjugendakademie of Bonn.
She is since 1977 a member of the Christian Democratic Union (CDU), among whose ranks, in 1999, she was elected to the European Parliament, a position she still holds.
Since 2009 she is a member of the board of the European People's Party. Since 2011 she is Chairwoman of the European Union of Women Commission on Food, Agriculture and Consumers.
At the European Parliament she was a member of the Committee on Civil Liberties, Justice and Home Affairs; Committee on the Environment, Public Health and Food Safety; Delegation to the EU-Turkey Joint Parliamentary Committee; Delegation for relations with the Maghreb countries and the Arab Maghreb Union; Delegation to the Euro-Mediterranean Parliamentary Assembly.

Back to the Debate


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!