Domenica 27 giugno, un attentato contro il commissariato di polizia di Bugojno, Bosnia centrale, ha causato un morto e sei feriti. Due persone legate all'Islam radicale sono state arrestate. Osservatorio nelle settimane scorse ha curato un lungo approfondimento sul movimento wahabita in Bosnia Erzegovina

29/06/2010 - 

Un poliziotto, Tarik Ljubuškić, è morto e 5 suoi colleghi sono rimasti feriti a seguito dell'esplosione di un ordigno collocato domenica mattina presso la caserma di polizia a Bugojno, in Bosnia centrale. Le indagini, che hanno già portato al fermo di alcune persone, si sono indirizzate verso gli ambienti del radicalismo islamico. Secondo indiscrezioni riportate dai media locali l'esecutore materiale dell'attentato sarebbe Haris Čaušević, mentre Naser Palislamović, arrestato ieri a Sarajevo, è considerato dagli inquirenti come l'organizzatore. Le indagini sono ancora in corso.

Leggi il nostro recente approfondimento sul movimento wahabita in Bosnia.


I commenti, nel limite del possibile, vengono vagliati dal nostro staff prima di essere resi pubblici. Il tempo necessario per questa operazione può essere variabile. Vai alla nostra policy

Commenti

Log in or create a user account to comment.