Mercoledì sera a cena dal Rappresentante Speciale del Segretario Generale. Lunedì il voto nell'Assemblea del Kossovo. I maggiori leader albanesi si mettono infine d'accordo per uscire dall'impasse politica che perdurava dalle elezioni di novembre.

06/03/2002 -  Anonymous User

Mercoledì sera i rappresentanti dei tre maggiori partiti albanesi del Kossovo, rispettivamente LDK, PDK e AAK erano a cena a casa di Micheal Steiner, da poco nominato da Kofi Annan a capo dell' UNMIK. Sul tavolo, oltre alle pietanze, qualcosa di più importante: la necessità di trovare un accordo tra i leader albanesi che potesse portare, dopo tre mesi di stallo, all'elezione del presidente del Kossovo e ad un goveno dello stesso. Solo a mezzanotte dopo serrate trattative, tentativi di posticipare la decisione, creazione di un nuovo ministero (per accontentare tutti i presenti) si è arrivati alla firma di un accordo comune che ha poi portato, lunedì 4 marzo, all'elezione di Ibrahim Rugova della Lega democratica del Kossovo (LDK) come presidente della regione del Kossovo e di Bajram Rexhepi, del Partito democratico (PDK), originario di Kosovska Mitrovica ed ex membro dell'UCK, alla carica di primo ministro.
L'Ldk, che alle elezioni del 17 novembre é emerso come la maggiore forza della provincia con il 48% dei voti, controllera' quattro ministeri e due ciascuno andranno al Pdk e all'Alleanza per il futuro del Kosovo (Aak) di Ramush Haredinaj. Gli ultimi due dei dieci ministeri del governo appena eletto verranno divisi tra la coalizione serba e le altre minoranze, come stabilisce il regolamento delle Nazioni Unite.
Proprio la concessione di un solo ministero ha portato i rappresentanti serbi ad astenersi dalla votazione del nuovo presidente e del Governo. "Abbiamo diritto a due ministeri essendo il terzo partito della regione" ha affermato Oliver Ivanovic della coalizione serba "Povrtak" (ritorno) "Siamo inoltre amareggiati di non essere stati coinvolti nelle negoziazioni per la creazione del nuovo governo. Il ministero dell'agricolura ci è stato infatti offerto a negoziazioni concluse".
Ed alla radio B92 Gojko Savic, anch'egli membro della coalizione "Povrtak" auspica si possa creare un nuovo ministero per il ritorno da affidare ad un rappresentante serbo. "D'altronde Steiner ha già chiuso un occhio sui regolamenti attuali aggiungendo un ministero ai 9 previsti. Non sarebbe un problema aggiungerne un secondo". Nebojsa Covic si farà portatore di questa richiesta durante un incontro previsto per oggi con Steiner.
Auguri di pieno successo dall' alto rappresentante Ue Javier Solana al nuovo presidente kosovaro Ibrahim Rugova, eletto questa mattina dal parlamento di Pristina. "I miei migliori auguri di successo vanno al presidente del Kosovo Ibrahim Rugova, al primo ministro Barjam Rexhepi e al suo governo", ha detto Solana in una dichiarazione diffusa alla stampa. L'esponente Ue ha auspicato" che i leader eletti continuino a dimostrare efficacia e senso delle responsabilita' nel costruire un futuro migliore per tutti gli abitanti del Kosovo".(ANSA).
Reazioni positive anche dal capo missione dell' OSCE Pascal Fieschi. "Oggi i rappresentanti dell'Assemblea del Kossovo hanno fatto un passo molto importante accettando quest'accordo di condivisione del potere. Hanno mostrato in questo modo volontà politica di agire nell'interesse di tutte le comunità del Kossovo e di voler dirigersi verso una società sempre più aperta e democratica".


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!