Rifugiati

Rotta balcanica: migranti senza diritti nel cuore d’Europa

21/07/2020

La rete “RiVolti ai Balcani” è nata per rompere il silenzio sulla “rotta balcanica” e denunciare quanto sta avvenendo in quei luoghi. Composta da oltre 36 realtà e singoli, di recente ha presentato in conferenza stampa il Dossier dedicato

Amnesty: confermate le violenze e le uccisioni al confine greco-turco

15/06/2020

Grazie al lavoro di verifica realizzato da Amnesty International sono state confermate le uccisioni di due uomini al confine tra Grecia e Turchia avvenute ad inizio marzo, così come le violenze nei confronti dei rifugiati da parte delle forze schierate dalla Grecia alla frontiera

Asgi denuncia le riammissioni illegali di migranti in Slovenia

08/06/2020

Non è legittimo eseguire le riammissioni dei migranti in Slovenia senza un previo esame delle situazioni individuali ed un effettivo coinvolgimento delle persone interessate. Lo denuncia l'Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione che chiede alle istituzioni italiane di interromperle immediatamente

Migranti: chi tace sulla violenza che subiscono è connivente

22/05/2020 -  Ivana Perić

Nidžara Ahmetašević è una giornalista ma anche attivista da anni impegnata nel fornire assistenza ai rifugiati e ai migranti in Bosnia Erzegovina e in altri paesi della regione, e nel denunciare le violenze su di loro perpetrate. Nell'intervista racconta di alcuni fatti accaduti di recente

Eurodeputati: subito indagini sulle violenze al confine greco-turco

13/05/2020

Più di cento eurodeputati, tra i quali sette italiani, hanno inviato una lettera alla Commissione europea chiedendo l'immediato avvio di un’indagine sull’uso di armi da parte della polizia al confine greco-turco, che ha provocato tra i migranti sette feriti gravi di cui uno in seguito deceduto

Migranti lungo la rotta balcanica, quarantena permanente

29/04/2020 -  Silvia Maraone*

Un aggiornamento sulla cosiddetta rotta balcanica, direttrice di transito di migranti, richiedenti asilo e rifugiati. Cosa è cambiato dopo l'introduzione delle misure di contenimento della pandemia da coronavirus e quanti sono ancora i migranti bloccati nei vari centri di accoglienza nei Balcani

Grecia: Nuova Democrazia, stretta sui rifugiati

02/12/2019 -  Elvira Krithari Atene

Dopo la vittoria nelle ultime elezioni, Nuova Democrazia ha impresso un nuovo corso alle politiche verso migranti e rifugiati, che rischia di indebolire ulteriormente i meccanismi di protezione nei loro confronti

Croazia: respingimenti al confine con “un po’ di forza”

18/07/2019 -  Nenad Kreizer

Sono sempre più insistenti le denunce di violenze e uso della forza perpetuate dalla polizia croata nel tentativo di respingere i migranti sulla rotta balcanica. In difficoltà la presidente Kitarović per l’avvallo, poi smentito, dell’uso della forza

Grecia: migranti, minori e prostituzione

23/12/2016 -  Gilda Lyghounis

Migliaia di bambini e ragazzi rifugiati e migranti vivono oggi in Grecia. Molti di loro sono spesso vittime di trafficking e sfruttamento sessuale

La crisi della solidarietà europea: questioni legali

26/05/2016 -  Luisa Chiodi

Una rassegna di alcune problematiche che dividono gli Stati membri alle prese con la crisi dei rifugiati. Intervista a Irene Wieczorek, ricercatrice all'Istituto per gli Studi Europei

8 marzo: per le donne migranti

08/03/2016

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, il Parlamento Europeo richiama l'attenzione sulla condizione femminile nell'ambito delle migrazioni forzate e promuove l'adozione di una prospettiva di genere nei diversi ambiti delle politiche d'asilo.

Centri di detenzione in Grecia: benvenuti all'inferno

27/11/2014 -  Ermal Bubullima

Violenze, ingiurie, assenza di cure mediche, condizioni di vita inumane in baracche senza acqua o luce. E' il centro di detenzione di Amygdaleza, finanziato dall'UE per accogliere migranti clandestini e richiedenti asilo

Yazidi in fuga verso la Turchia

13/08/2014 -  Andrea Oskari Rossini

La crisi umanitaria in Medio Oriente, aggravata dall'avanzata delle milizie dello “Stato islamico” nell'Iraq settentrionale, coinvolge sempre più la Turchia, alle prese con un nuovo flusso di profughi

La strada del ritorno

16/11/2012 -  Andrea Oskari Rossini

Nella primavera del 2013 si terrà in Bosnia Erzegovina il primo censimento della popolazione dalla fine della guerra. Secondo i dati ufficiali, oltre un milione di profughi e sfollati sono ritornati a casa dopo la pulizia etnica degli anni '90. La reale situazione demografica del Paese sembrerebbe tuttavia molto diversa. Il nostro reportage

Profughi via da Tbilisi

22/03/2011 -  Tengiz Ablotia Tbilisi

Il governo georgiano è alla ricerca di una soluzione in merito alle decine di migliaia di profughi che sin dai conflitti di inizio anni '90 occupano edifici nel centro di Tbilisi. La situazione dei profughi nella capitale georgiana è spesso precaria, ma un destino ancora più incerto li aspetta se mandati a vivere in piccole località dove non vi sono opportunità lavorative

Bruxelles, mon amour

16/03/2010 -  Risto Karajkov Skopje

Quello che sembrava un esodo di massa da Serbia e Macedonia verso l'Unione europea, grazie alla liberalizzazione del regime dei visti, si è rivelata una truffa in grande stile. False agenzie di viaggio trasportavano migranti verso Bruxelles in cambio di poche centinaia di euro

Le risposte del presidente

23/02/2010 -  Giorgio Comai Nazran

Il 19 febbraio il presidente dell'Inguscezia Yevkurov ha incontrato gli studenti dell'università locale e ha risposto alle loro domande senza cercare di nascondere i problemi che gravano sul paese. Un reportage

Ritorno difficile

03/02/2010 -  Maria Elena Murdaca

Il conflitto osseto-inguscio del 1992 ha causato centinaia di vittime e decine di migliaia di sfollati, che solo in alcuni casi sono riusciti ad ottenere risarcimenti e ritornare alle proprie case. Un'intervista a Ruslan Parchiev

Gli sfollati interni in Azerbaijan oggi

17/12/2009 -  Gunel Guliyeva Baku

Il conflitto in Nagorno-Karabakh ha causato la comparsa di oltre 600.000 sfollati interni in Azerbaijan. Alcuni di loro sono riusciti a raggiungere buoni standard di vita, ma molti vivono ancora in sistemazioni di fortuna

Com'è profondo l'Ibar

10/12/2009 -  Tatjana Lazarević Mitrovica

Le amministrative in Kosovo hanno messo ancora in evidenza il diverso approccio dei serbi a nord e a sud del fiume Ibar. Tra i primi, che vivono in un sistema separato, ha vinto il boicottaggio, tra i secondi, chi ha votato vede il controllo del potere locale come una necessità vitale

Un voto contro i fantasmi del passato

10/12/2009 -  Gilda Lyghounis Trento

La comunità rumena in Trentino Alto Adige ha contribuito alla riconferma del liberal-democratico Băsescu. Osservatorio Balcani e Caucaso era davanti al seggio allestito a Trento, a raccogliere le storie di chi votava

L'illegalità sta nell'occhio di chi guarda

08/09/2009 -  Irene Dioli Lesbo

Woodstock incontra il movimento No Global in una settimana di attivismo e dibattiti al campo ''No Border'' sull'isola di Lesbo, primo scalo di molti migranti nel loro viaggio verso l'Europa. Un reportage

Il difensore

23/07/2009 -  Stefano Lusa Capodistria

E' un istituto che ormai in Slovenia compie quasi vent'anni, essendo nato, seppur in forme diverse dall'attuale, all'epoca della Jugoslavia socialista. Il difensore civico nel tempo ha sollevato questioni cruciali per la difesa dei diritti umani quali quella, tra le altre, dei cancellati

Georgia-Russia, dieci mesi dopo

03/07/2009 - 

International Crisis Group nel suo recente report su Russia e Georgia, denuncia che la situazione in Ossezia del Sud e in Abkhazia rimane preoccupante e potrebbero nuovamente scaturire aperte ostilità

Voci da Akhalgori

16/04/2009 -  Anonymous User

Akhalgori, in Ossezia del Sud, prima della guerra di agosto era abitata prevalentemente da georgiani. Molti dei residenti vivono ora in centri per i rifugiati, ma alcuni ex amministratori tornano per aggiustare le condutture dell'acqua

La guerra vicina

30/03/2009 -  Risto Karajkov

I bombardieri che sorvolavano i cieli di notte, migliaia di persone disperate che si ammassavano ai confini di giorno. E i macedoni che vivevano il conflitto in Kosovo con una grande paura. La guerra era nell'aria, la più reale di sempre per la maggior parte delle persone

Quando l'identità aiuta

25/03/2009 -  Luisa ChiodiArtan Puto

480.000 profughi, arrivati in poche settimane in Albania. I paesi occidentali misero a disposizione risorse ingenti per assistere Tirana nelle operazioni di soccorso. Ma a fare la differenza fu la mobilitazione popolare

L'incontro

20/03/2009 -  Marjola Rukaj

I profughi dal Kosovo, l'arrivo in un'Albania disorientata e lacerata. Il 1999 è stato dramma ma anche occasione per due comunità, per decenni divise, di ri-conoscersi. E di sfatare miti nazional-romantici. Un contributo al dossier ''Dopo le bombe''

Il terzo figlio

19/03/2009 -  Azra Nuhefendić

Srebrenica, tra solitudine e speranza. Il ritorno a casa di Ajkuna, il viaggio lungo la Drina, nella regione dove i fantasmi scelgono il colore delle case. Nostro reportage

La frontiera turca

06/02/2009 -  Alberto Tetta Istanbul

La Turchia è divenuta paese di partenza, di arrivo e di transito per migliaia di migranti. Le condizioni di rifugiati e richiedenti asilo, i centri di detenzione, il lavoro delle associazioni. La pratica delle deportazioni forzate e il lavoro della società civile