L'amministrazione locale di Nis si dimostra attenta alle tematiche riguardanti l'impatto ambientale dello sviluppo. Commissionato uno studio sulle risorse locali e sviluppo sostenibile.

05/06/2002 -  Anonymous User

Il sindaco di Nis, Goran Ciric, ha reso noto che la municipalità ha sottoscritto un contratto con la società ECO Big di Belgrado che supporterà le autorità locali nell'affrontare i prossimi processi di privatizzazione.
La ECO Big realizzerà uno studio sulle strategie a favore di uno sviluppo armonico e sostenibile della municipalità di Nis, basato sull'analisi delle risorse locali. Servirà per delineare una strategia globale di sviluppo all'interno della quale inserire anche la questione delle privatizzazioni.
Goran Ciric ha tenuto a far presente che si tratta del primo caso di studio comprensivo sulle risorse locali realizzato non solo nella ex-Jugoslavia ma nell'intera area balcanica.
La città di Nis si è già segnalata in passato per iniziative attente all'impatto ambientale dello sviluppo. Nel dicembre dello scorso anno ad esempio Nis era stata la prima municipalità, tra quelle della Federazione Jugoslava, ad aver adottato un Piano d'Azione Locale Ecologico (meglio conosciuto con la sua traduzione inglese Local Ecological Action Plan - LEAP); documento che ha definito le priorità ecologiche della città e delle aree confinanti per il periodo che va dal 2002 al 2005.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!