Insieme con le elezioni parlamentari, indette per il 20 ottobre, si terranno anche le elezioni locali in due comuni: Tivat e la capitale Podgorica. Nella cittadina costiera di Tivat è stata annunciata per la prima volta una lista croata.

09/09/2002 -  Anonymous User

Alle prossime elezioni locali a Tivat si annuncia anche la possibilità della partecipazione della lista elettorale dei cittadini di nazionalità croata.
I Croati sono l'unica minoranza che finora non ha partecipato alla scena politica montenegrina con propri partiti politici o associazioni. I lavori per definire la prima entrata in politica dei Croati sono in corso da due mesi e in questi giorni gli incontri degli attivisti si sono intensificati, per formare la lista elettorale che probabilmente avrà come nome "L'iniziativa civile dei Croati" (HGI). Dietro questa lista si trova un gruppo di cittadini, intellettuali e attivisti di nazionalità croata.
"La decisione sulla scesa in campo del HGI nella competizione elettorale non è ancora definitiva e perciò anche l'eventuale lista non è stata ancora preparata. L'iniziativa non ha relazioni con alcun partito e non c'è ancora stato nessun conflitto, pressione o influenza dei partiti su di noi, come gruppo di cittadini, o altro del genere", è stato dichiarato il 5 settembre per "Vijesti" nei circoli degli iniziatori dell'HGI.
La possibilità che a Tivat, la città con la più grande presenza di minoranza Croata, nasca una lista elettorale dell'HGI non viene accettata con entusiasmo dai partiti maggiori, specialmente dal DPS e dall'SDP. Anche se i partiti riconoscono questa possibilità come un passo essenzialmente democratico, essi sono preoccupati che la nuova lista potrebbe prendere i voti dei Croati che finora alle elezioni decidevano tra DPS, SDP e LSCG.
Perciò sia DPS che SDP stanno pensando di offrire agli iniziatori della lista di HGI parecchi posti in comune alle proprie liste, con lo scopo d'impedire un'eventuale perdita di voti dei cittadini che supportano l'indipendenza del Montenegro.
"Il Centro delle Bocche di Cattaro per la democrazia", ONG locale di Tivat, ha richiesto ai partiti politici di questo municipio di assicurare la rappresentanza dei Croati nella preparazione delle liste dei deputati. Secondo l'ultimo censimento i Croati sono il 23% dei cittadini di Tivat ("Publika", 5 settembre).

Vedi anche:

Dove va il Montenegro: un'intervista

Uno sguardo alle ONG del Montenegro


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!