Secondo i dati preliminari la Macedonia ha un nuovo presidente: l'attuale premier e leader del partito socialdemocratico Branko Crvenkovski

29/04/2004 -  Anonymous User

Secondo i risultati preliminari forniti nel corso della notte e basati sullo scrutinio del 99.08% dei voti totali, l'attuale premier macedone e leader dell'Alleanza socialdemocratica (SDSM), Branko Cvrenkovski ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali.
Il primo turno elettorale, tenutosi il 14 aprile scorso, non aveva consegnato al paese il presidente della repubblica, rinviando il confronto al ballottaggio tra Sasko Kedev, candidato per il partito di opposizione VMRO-DPMNE e Branko Crvenkovski, candidato per la coalizione "Insieme per la Macedonia".
Secondo il presidente della Commissione elettorale Stevo Pendarovski, citato dall'agenzia macedone MIA, la percentuale di votanti è stata del 53.39%, sufficiente per convalidare le elezioni. Secondo la legge elettorale macedone al secondo turno elettorale era necessario il 50% più uno dei votanti per l'elezione del presidente della repubblica.
I dati non ancora definitivi assegnano 548.583 voti, pari al 62.66%, a Branko Crvenkovski e 3265.951, pari al 37.34% al candidato della VMRO-DPMNE Sasko Kedev.
Come pronosticato dai sondaggi elettorali e dalle stime degli analisti, Branko Crvenkovski sarà presidente della repubblica, carica detenuta da Boris Trajkovski deceduto in incidente aereo in Bosnia Erzegovina nel febbraio scorso, il cui mandato sarebbe scaduto nel dicembre prossimo. Nessuna sorpresa quindi per questa tornata elettorale anticipata.
Tuttavia di fronte all'ottimismo e ai festeggiamenti del neo presidente e del suo partito, avvenuti la notte scorsa nella piazza di Skopje, si è alzato un coro di proteste da parte del partito del candidato sconfitto. Secondo la VMRO-DPMNE le elezioni sarebbero da rifare per via di numerose falsificazioni e violazioni delle regole elettorali.
Secondo il portavoce della VMRO-DPMNE si tratterebbe della "più falsificata e più vergognosa tornata elettorale tenutasi dall'indipendenza della Macedonia". Dichiarazioni interamente rigettate dal neo presidente, il quale ha ribadito la scelta democratica dei cittadini e le sue intenzioni di mantenere la pace nel paese. "La Macedonia oggi ha eletto il suo presidente nel modo più pacifico e democratico" ha detto Crvenkovski.
Il neo presidente dovrà dimettersi dalla carica di premier e secondo il quotidiano macedone "Vreme" saranno necessari almeno 40 giorni per la formazione del nuovo esecutivo.
I risultati definitivi delle elezioni presidenziali sono attesi per la giornata di sabato 1° maggio.
Vedi anche:

Presidenziali in Macedonia, si va al ballottaggio
Dopo Pasqua la Macedonia eleggerà il presidente


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!