Cinque fiabe per altrettanti luoghi. E' una nuova pubblicazione dell'associazione Lodi per Mostar, un percorso che ripercorre con la forza dell'immaginazione la concretezza dei rapporti stretti in questi anni tra l'Italia ed i Balcani.

28/05/2002 -  Anonymous User

Questo libro costituisce un itinerario simbolico nei luoghi dell'Europa orientale e balcanica dai quali giungono nel territorio lodigiano profughi e migranti, e nei quali Lodi per Mostar opera mediante progetti di cooperazione decentrata.
Il percorso ideale è tracciato dai fiumi, l'Adda, la Neretva, il Danubio: Lodi, l'Albania, la Bosnia Erzegovina, la Moldavia, il "non luogo" Rom.Le voci dei fiumi (i gorghi, le correnti) raccontano storie di creature che vivono nelle acque e intrecciano legami con gli esseri umani: esse uniscono i caratteri della bellezza e dell'oblio, sono impossibili a dimenticarsi e ambivalenti come l'acqua, che a un tempo nutre campi e raccolti, rapisce uomini e cose.
Scorrono i fiumi (scorre la vita), e nel proprio viaggio accolgono fiabe e leggende, portandole con sé ne lasciano memoria, fino a che perdono nome nel mare, nel Mediterraneo. Gli antichi legami, strappati dall'ignoranza e dall'intolleranza, si riannodano dunque nella consapevolezza di una comune identità, del Mediterraneo.
Il libro presenta cinque fiabe, espressione di altrettanti luoghi: il Lodigiano, l'Albania, la Bosnia Erzegovina, la Moldavia, la nazione Rom; ciascun luogo è presentato da una breve "poesia della terra", che ne individua i caratteri di geografia simbolica, ciascuna fiaba giunge dal proprio luogo d'origine, grazie alla trama di relazioni e di progetti che Lodi per Mostar, avvalendosi del Consorzio Italiano di Solidarietà, ha intessuto e realizzato: con il Centro di aggregazione giovanile "Anima" di Korça (Albania), con la Scuola dell'infanzia di Vukanovici (Bosnia Erzegovina), con le donne della società civile di Chisinau (Moldavia), con il campo Rom di Plementina (Kosovo).
Le fiabe sono presentate in lingua italiana e in lingua originale (la fiaba dell'Adda è un dono di Fulvia Degl'Innocenti) e illustrate grazie all'attività di laboratorio didattico condotta con bambini e bambine, ragazze e ragazzi, nella Scuola dell'infanzia "Jasmin" e nell'Istituto sperimentale "Maffeo Vegio" di Lodi sotto la guida di Vittorio Porcelli.

Per informazioni sul libro: garbino.nove@tin.it
Per acquistare il libro: sottoscrizione minima 8 euro + 2 euro per spese di confezionamento e spedizione, da versare a mezzo bonifico bancario sul conto corrente 38959/55 ABI 05164 - CAB 20301 - Banca Popolare di Lodi - sede di Lodi, intestato a Lodi per Mostar onlus.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!