"Per ventiquattromila baci" una mostra dei maggiori fumettisti ed illustratori dell'est Europa. Dal 30 agosto al 16 settembre presso la Festa dell'Unità di Ravenna.

02/08/2002 -  Anonymous User

Venerdì 30 agosto 2002 prende il via, nell'ambito della Festa dell'Unità di Ravenna (Pala de André - via Trieste) Per ventiquattromila baci, eccezionale mostra dei maggiori fumettisti e illustratori provenienti da vari paesi dell'Est Europa (Slovenia, Croazia, Federazione Yugoslava, Ungheria, Romania... fino al Kazakhistan). La mostra, che prosegue fino al 16 settembre, prende il nome dalla nota canzone di Adriano Celentano e colonna sonora del primo film di Emir Kusturica "Ti ricordi di Dolly Bell?" (1981 Leone d'oro al Festival del Cinema di Venezia). Kusturica affermò, infatti, in un'intervista del 1998, che questa canzone corrisponde "al tempo in cui l'iconografia dell'ovest è arrivata fortemente nella nostra società, è entrata nelle nostre case attraverso l'Italia e, in qualche modo, attraverso radio Luxemburg e la cultura anglosassone del rock". La mostra, affiancata da un fitto calendario di incontri anche musicali, vuole essere un'occasione, in cui l'immaginario dell'est trova uno sguardo all'ovest.
Per ventiquattromila baci è organizzata per l'Italia dall'Associazione culturale Mirada e prodotta dal Forum Ljubiana e da Stripburger, nota rivista di fumetti pubblicata in Slovenia.
Centosessanta tavole originali, appositamente prodotte per l'esposizione, illustrano il lavoro di molti artisti slavi, alcuni dei quali già figure cult nei loro Paesi - come Aleksandar Zograf, Danijel Žeželj, Jakob Klemenčič, Jacek Fras, Ascold Akishin, Igor Baranko, January Misiak, Pavel Čech, Milorad Krstič, Roman Tolici, Saša Kerkoš e molti altri.
La mostra è corredata anche di un video, un catalogo in inglese e un piccolo catalogo in italiano contenente la traduzione dell'articolo introduttivo del catalogo originale Stripburek di Darko Macan, uno dei maggiori sceneggiatori di fumetto proveniente dall'Est Europa (ha lavorato per la serie a fumetti di Star Wars, ed è tra l'altro vincitore del Premio Eisner). Durante tutta la durata della mostra saranno disponibili in uno spazio interno materiali e libri in vendita, provenienti dai Paesi ospitati.

All'inaugurazione lo staff di Stripburger, la rivista di fumetto più importante dell'est Europa, animerà la serata: sarà presente inoltre, per la prima volta in Italia, Ivanka Apostolova, fumettista macedone. Si tratta di un'occasione unica per conoscere l'immaginario e l'ascesa della nona arte in un Paese che sta ridisegnando il proprio sguardo. La Apostolova fa parte di un gruppo che ha organizzato la prima mostra di fumetto in Macedonia, si definisce una fumettista dadaista e una comic coquette.
Sarà presente anche il giovane fumettista sloveno Ciril Horjak.
Durante i giorni della mostra, inoltre, sarà ospite a Ravenna, una delle penne più rappresentative dell'Est Europa, il serbo Aleksandar "Saša" Zograf. Zograf terrà un workshop per fumettisti e disegnerà per il pubblico nelle serate del 12 e 13 settembre. A seguire avrà luogo un incontro dibattito con Zograf, Vittorio Giardino, storico fumettista italiano che ha realizzato una trilogia Jonas Fink, ambientata a Praga negli anni dello stalinismo e una donna della rete delle Donne in nero italiane, che lavorano in rete da anni con le donne della Ex Repubblica Federale Yugoslava.
Zograf, che vive a Pancevo cittadina nei pressi di Belgrado, è giornalista di musica rock e autore di fumetti e le sue storie sono pubblicate nei circuiti underground di tutto il mondo. In Italia sono apparsi Diario, Cronaca della guerra civile nella ex-Yugoslavia, e diverse storie brevi sulla rivista "Kerosene". Altro libro ormai molto noto nel nostro paese è Lettere dalla Serbia - Diario di un fumettista sotto le bombe, raccolta dei messaggi di posta elettronica e lettere che Saša Rakezic (in arte Aleksandar Zograf) ha inviato quotidianamente nel corso del conflitto Nato/Serbia.
Il gruppo Inguine.net realizzerà per l'occasione un'animazione in Flash: un'opera ad hoc che verrà proiettata nell'ambito della mostra e ispirata ai lavori presenti nell'esposizione.
Incontri e seminari saranno tenuti, contestualmente alla mostra, anche da fumettisti italiani, tra questi uno destinato ai bambini tenuto da Maicol e Mirco.
Info: tel 328/0709837 - 329/5372762
www.mirada.it
mirada_mostre@libero.it


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!