SE-CCI

Come spesso accade le merci sono le prime a riuscire ad attraversare i confini. Di certo precedono donne e uomini. La tendenza si ripete anche su Internet: un portale mette in comunicazione le camere di commercio di molti Paesi dei Balcani.

30/10/2002 -  Anonymous User

Presso la camera di commercio di Banja Luka è stato recentemente presentato un portale web comune a sette camere di commercio dell'intera area balcanica: Bosnia Erzegovina, Croazia, Slovenia, Macedonia, Montenegro e Serbia. Slobodan Dragicevic, esperto informatico presso la camera di commercio di Banja Luka, ha chiarito come il progetto sia partito più di due anni fa ispirato dall'utilizzare il mezzo informatico quale occasione per scambiare informazioni rilevanti. La Republika Srpska è stata inserita nel progetto solo di recente.

"Internet garantirà una velocità maggiore nel flusso delle informazioni, sarà un'opportunità per creare legami più stretti tra le imprese in tutta l'area dei Balcani, favorirà la nascita di un mercato più omogeneo pronto ad entrare in Europa ed infine aumenterà la possibilità di investimenti dall'estero" ha affermato lo stesso Dragicevic.

I responsabili del sito hanno messo in rilievo come quest'ultimo contenga tutte le informazioni rilevanti per allacciare rapporti commerciali ma, hanno tenuto a precisare, è soprattutto volto alle relazioni con l'estero. Vi si trovano dati sul potenziale produttivo, informazioni per l'esportazione, esigenze dei vari mercati ecc. Il sito è in lingue locali ed in inglese (Nezavisne Novine, 26/27.10.02).

Vedi anche:

SE-CCI


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!