Economia

Guerra in Ucraina, che fine hanno fatto gli oligarchi?

18/05/2022 -  Claudia Bettiol

Capitani d’industria, uomini d’affari ma, soprattutto, uomini di grande influenza politica. Sono gli uomini più ricchi del paese, i cosiddetti oligarchi ucraini. Un approfondimento su come hanno reagito all'aggressione russa dell'Ucraina

Ucraina, la guerra delle ferrovie

12/05/2022 -  Antoine Pecqueur

Evacuazione di civili, trasporto di truppe, esportazioni di merci: le ferrovie ucraine sono in prima linea nel conflitto. Russia e Ucraina, ma non solo, stanno giocando una grande partita strategica sulle ferrovie

Legno per riscaldarsi: la sfida di REGEA, tra transizione ecologica e sviluppo regionale

10/05/2022 -  Nicola Zordan

L'Agenzia Regionale per l'Energia Croata (REGEA) lavora da diversi anni lungo l'area transfrontaliera tra Croazia e Bosnia Erzegovina, con il duplice obiettivo di decarbonizzare la regione e creare un mercato locale competitivo. “Perché la questione ambientale non conosce confini”, sostiene Tamara Lišnjić Lang di REGEA

Sicurezza energetica e Balcani, lanciato il rigassificatore di Alexandroupolis

08/05/2022

La guerra in Ucraina ha messo in crisi la sicurezza energetica di molti paesi dei Balcani, dipendenti dalle forniture russe. Il lancio di un rigassificatore ad Alexandroupolis, in Grecia, viene visto come il primo passo verso una diversificazione sostenibile. Francesco Martino (OBCT) per il GR di Radio Capodistria [8 maggio 2022]

Kremikovtsi, il gigante d'acciaio (dai piedi d'argilla)

04/05/2022

E' il 1956: la nuova Bulgaria socialista vuole trasformarsi da paese agricolo a potenza industriale. Per farlo, il Politburo decide di costruire una possente acciaieria nei pressi della capitale Sofia, nel villaggio di Kremikovtsi.

L’UE resta il principale importatore di combustibili fossili russi

03/05/2022 -  Euractiv

Negli ultimi due mesi la Russia ha guadagnato 63 miliardi di euro dalle esportazioni di combustibili fossili. La quota maggiore delle esportazioni russe (71%) è stata destinata all’Unione europea. Germania e Italia i paesi più legati alle importazioni di combustibili fossili russi

Trento Film Festival: l'acqua non ha confini

03/05/2022 -  Nicola Falcinella

E' in corso la settantesima edizione del Trento Film Festival. Il nostro critico cinematografico, ieri, ha visto il georgiano "Water Has No Borders" di Maradia Tsaava

Scienza e lavoro: rilanciare Gabrovo, la “Manchester bulgara”

14/04/2022 -  Francesco Martino Gabrovo

Gabrovo, in Bulgaria centrale, è stata a lungo uno dei principali poli industriali nel paese: per rilanciarlo, l’Università cittadina ha lanciato un Centro di competenze, per riallacciare i legami tra accademia e mondo imprenditoriale e stimolare ricerca e formazione

Romania: la corsa all’autonomia energetica

14/04/2022 -  Mihaela Iordache

A marzo il parlamento rumeno ha adottato una nuova legge per favorire l’autonomia energetica. Contestazioni da molte associazioni ambientaliste

Il fuggi fuggi dell'ITech dalla Russia

06/04/2022

Il 5 aprile anche Intel ha chiuso definitivamente le proprie attività con la Russia.

Cooperazione con il sud-est Europa: partire dai dati

04/04/2022 -  Francesca RitaRaffaella Coletti

Senza dati adeguati è difficile definire, per i territori, politiche e priorità. E troppo spesso le mappe europee al posto dei Balcani occidentali hanno spazi bianchi. Un’intervista

Macedonia del Nord e Kosovo: infrastrutture o ambiente?

29/03/2022 -  Aleksandar Samardjiev Tetovo

I governi di Skopje e Pristina spingono per una nuova connessione stradale tra le città di Tetovo e Prizren attraverso il nuovo parco della Šar Planina. Necessità economica o pericolo per l'equilibrio ecologico dell'area?

Croazia: pensare coi piedi

25/03/2022 -  Giovanni Vale

Il padre già produceva scarpe. Ma è con i figli Domagoj e Hrvoje che è arrivata la svolta. Verde e sostenibile

La guerra affossa l'energia rinnovabile in Ucraina

23/03/2022 -  Piergiorgio Pescali Mykolaiv

Nella guerra in Ucraina finora sono andate distrutte almeno la metà delle infrastrutture costruite per la transizione energetica. Il consorzio di aziende che fa parte dell’Associazione ucraina per le energie rinnovabili intende portare davanti ai tribunali internazionali competenti le autorità russe per chiedere un risarcimento

Migrare: cittadini russi verso l’Armenia

18/03/2022 -  Gayane Markosyan

Nel tentativo di non subire le conseguenze dell’attacco in Ucraina, diverse aziende e cittadini russi si stanno spostando in Armenia

Macroregioni europee: per trasporti marittimi più sicuri e sostenibili

17/03/2022 -  Serena Epis

La digitalizzazione e l’innovazione tecnologica sono la chiave per lo sviluppo dell’industria marittima europea. I servizi digitali per la comunicazione di dati e informazioni sono sempre più essenziali per garantire una navigazione più sicura e sostenibile nelle acque europee

L'Ue e una Romania 4.0

14/03/2022 -  Klaudijo Klaser

Sono numerosi i progetti europei in Romania che mirano a sviluppare le infrastrutture e competenze digitali. Tra questi RO-NET, per dare accesso alla banda larga nelle aree svantaggiate della Romania

Bulgaria, se la guerra è vicina

10/03/2022 -  Francesco Martino Sofia

La guerra di Putin in Ucraina ha forti ripercussioni sulla Bulgaria: il governo ha condannato fermamente l'aggressione, ma nel paese tradizionalmente legato alla Russia, emergono faglie di divisione sia dal punto di vista politico che simbolico. Nel frattempo i rifugiati in arrivo sono già 30mila

Dalla Norvegia alla Romania: vogliamo restare in montagna

28/02/2022 -  Davide Sighele

Il 2022 è stato proclamato dalle Nazioni Unite “Anno internazionale dello sviluppo sostenibile delle montagne”. Per l’occasione l’associazione Euromontana ha promosso un’interessante indagine tra i giovani europei di montagna

Politica di coesione europea: chiaroscuri

24/02/2022 -  Nicola Zordan

L'ottava relazione sulle politiche di coesione, pubblicata dalla Commissione europea, dipinge un bilancio poliedrico, caratterizzato dalla convergenza di alcune regioni arretrate con gli standard europei e dall'arretramento di altre

Turchia, ondata di scioperi

16/02/2022 -  Kenan Sharpe Istanbul

Stretti fra inflazione galoppante e salari insufficienti, sempre più lavoratori in Turchia entrano in sciopero. Un'ondata di proteste partita dal settore delle consegne a domicilio, ma che si è presto allargata

La martora o no? Le peripezie dell’euro in Croazia

16/02/2022 -  Chloé Billon

La Croazia entrerà nella zona euro nel 2023. La Banca Nazionale ha quindi lanciato un concorso per definire l’effige delle future monete. L’operazione si è trasformata in un fiasco internazionale

Jugoslavia: Domaćica e Plazma, morto il creatore dei mitici biscotti

14/02/2022 -  Stanislav Soldo

I biscotti Plazma - assieme ai Domaćica - sono sopravvissuti a tutto, anche alla dissoluzione della Jugoslavia. Lo scorso primo febbraio è morto in Serbia il loro creatore, Petar Tutavac. Uno sguardo alla sua movimentata vita

Fiorisce in Serbia l'industria dei videogiochi

09/02/2022 -  Nicola Dotto Belgrado

Secondo l’ultimo rapporto della “Serbian Games Association” (SGA), l’industria dei videogiochi in Serbia cresce a ritmi da capogiro; con un balzo del 20%, nel solo 2020 ha generato circa 120 milioni di euro di fatturato, dando lavoro a oltre 2.000 giovani e prospettando al paese un futuro da leader della regione

Croazia: cosa hanno in comune Mate Rimac e Elon Musk

08/02/2022 -  Dimša Lovpar

Mate Rimac, fondatore della “Rimac automobil”, è un imprenditore croato che produce "supercar" elettriche di nuova generazione. Sogna di essere l'Elon Musk dei Balcani. Tutti, a cominciare dal governo croato, lodano il suo successo, ma la storia è lontana dall'essere una favola

Bosnia Erzegovina e Croazia insieme, per salvare i castagni

08/02/2022 -  Nicola Zordan

Qualche anno fa una malattia infestante degli alberi di castagno ha iniziato a propagarsi lungo la regione di confine tra Bosnia Erzegovina e Croazia. La risposta data tramite il progetto "Chestnut" ha dato prova di quanto sia necessario un approccio transfrontaliero alla risoluzione di problemi comuni

A Dubrovnik, l'ex fabbrica diventata centro di vita culturale

07/02/2022

Trentamila visite in un anno, nonostante la pandemia, nel quartiere industriale di Gruž, appena fuori dal centro di Dubrovnik, in quello che è divenuto un centro culturale e di attrazione: la ex fabbrica di prodotti in grafite di carbonio, trasformata e rivitalizzata da giovani creativi grazie a fondi europei. Ne ha parlato il corrispondente di OBCT da Zagabria, in diretta a Radio Capodistria (4 febbraio 2022)

Balcani digitali: una priorità nelle politiche di coesione europee

03/02/2022 -  Klaudijo Klaser

Quanto viene utilizzato internet nel sud-est Europa? In che condizioni è l'infrastruttura digitale? Un quadro

Crisi energetica in Moldavia: congiuntura sfavorevole o ricatto geopolitico?

31/01/2022 -  Francesco Magno

Tra l'autunno e l'inverno già in due occasioni la Moldavia ha dichiarato lo stato d'emergenza per poter saldare i propri debiti con la Gazprom ed evitare la cessazione delle forniture. La querelle, lungi dall’essere figlia di situazioni contingenti, nasconde intrecci di lunga durata

Romania: Ciugud, i fondi europei fanno la differenza

27/01/2022 -  Mihaela Iordache

Ciugud, in Transilvania, è il comune rumeno con più investimenti procapite in fondi europei. Alla scoperta di questo fenomeno, in controtendenza rispetto ai dati nazionali