Mondo rurale in Moldavia: lo sguardo di Zaharia Cusnir

ita
21 gennaio 2020

Un tesoro trovato tra le rovine di una casa in abbandono e salvato da un giovane studente e dal suo professore. Sono le fotografie del fotografo Zaharia Cusnir che nella seconda metà del '900 ha raccontato come pochi altri il mondo rurale ex sovietico

Zaharia Cusnir era l'ultimo di 16 figli di una famiglia che abitava a Rosietici, villaggio del distretto di Soroca, in Moldavia. Dopo aver frequentato le scuole elementari nella scuola di villaggio di Rogojeni si è diplomato presso la scuola magistrale a Iasi, attuale Romania. Dal 1945, quando l'Unione sovietica ha stabilito il confine lungo il fiume Prut, ha lavorato come insegnante solo un anno, per poi essere licenziato e finire a lavorare in un kolkhoz.

Ha imparato a scattare fotografie da un nipote che era il fotografo locale del villaggio dove abitava. Anche Zaharia lo divenne per il suo e per i villaggi vicini come Casunca, Rogojeni, Tsira, Ghindesti, Rosietici e Cenusa.

Iniziò a scattare fotografie verso il 1955. La moglie ed i suoi quattro figli spesso lo riprendevano perché scattava foto a tutti, anche ai più poveri, a quelli che a loro avviso non potevano essere esempio per gli altri. Sino al 1970 ha raccolto scene della vita in campagna in quasi 4000 negativi, di formato 6x6 cm.

Nel 2016 uno studente della facoltà di cinema di Chisinau, Viktor Galusca, è arrivato nel villaggio di Rosietici per girare un lavoro video conclusione del suo corso di studi, attratto dall'alto numero di case abbandonate e diroccate. All'interno della casa di Zaharia, ormai senza porte e finestre, ha trovato tra le rovine i negativi delle sue fotografie. Li ha raccolti tutti, con il permesso della figlia di Zaharia, ed assieme al suo professore di fotografia, Nicolae Pojoga, hanno iniziato un lungo lavoro di restauro.

Come risultato di tre anni e mezzo di lavoro vi è stata una pubblicazione della casa editrice Cartier (autunno 2017), una mostra presso il Museo Nazionale della Moldavia (estate 2018) e 3 altre mostre promosse in Romania.

L'archivio di Zaharia Cusnir è stato ora messo a disposizione on-line grazie ad un finanziamento della Eastern Partnership Civil Society Fellowship. L'archivio è a disposizione di chi voglia, dando i necessari credits all'autore, valorizzare il lavoro di Zaharia Cusnir.