L'Unità Tecnica Locale di Belgrado offre assistenza tecnica agli attori della cooperazione decentrata per facilitare le relazioni istituzionali, l'individuazione di partner, l'elaborazione di progetti coerenti. Tutti i dettagli dell'Eu-Desk

30/11/2007 -  Anonymous User

Fonte: UTL Belgrado

La nuova sfida che i Balcani Occidentali devono ora affrontare riguarda senza dubbio l'integrazione europea. La strategia d'integrazione europea deve essere considerata "l'incentivo fondamentale" per realizzare le riforme necessarie ai fini della stabilità e dello sviluppo economico sostenibile del sud-est Europa

Ad oggi, la Commissione Europea è intervenuta nei Balcani in maniera massiccia, con un sostegno macrofinanziario e con aiuti umanitari attraverso i programmi CARDS. Tali programmi sono in gran parte terminati, ma l'esperienza acquisita attraverso questo strumento di assistenza, sarà di vitale importanza per l'utilizzo dei nuovi strumenti finanziari per l'adesione per il periodo 2007-2013: i Fondi IPA (Instrument Pre-Accession).

I fondi IPA hanno lo scopo di assistere i paesi candidati e precandidati nella fase di attuazione delle riforme e delle strategie nazionali e regionali, necessarie al processo d'integrazione di questi paesi nell'Unione Europea .

La Serbia (compreso il Kossovo) e il Montenegro, in qualità di paesi potenziali candidati all'adesione, potranno accedere alle prime due componenti del pacchetto IPA (component I: Transition Assistance and Institution Building; Component II: Cross Border Cooperation).

La Commissione ha già da tempo presentato la ripartizione degli aiuti pre-adesione per il 2007-2009; secondo le cifre presentate, la dotazione per la Serbia sarà di 186,7 milioni nel 2007, 190,9 nel 2008, 194,8 nel 2009. Per quanto riguarda Montenegro e Kossovo, sono previste allocazioni finanziarie rispettivamente per 31.4 M€ e 63.3 M€ per il 2007, 32.6 M€ e 64.7 M€ per il 2008, 33.3M€ e 63.1 M€ per il 2009. Si tratta di un consistente aiuto finanziario, il quale per poter essere utilizzato in maniera efficace, necessita di notevoli competenze sia nei paesi partner che negli Stati Membri.

Durante le riunioni del comitato IPA, tenutesi durante il mese di ottobre, si è conclusa la fase di programmazione: sono, infatti, stati definiti i Programmi Operativi Nazionali che individuano gli obiettivi, l'ammontare delle risorse finanziarie, le strategie di implementazione e gli strumenti per l'attuazione dei programmi stessi.

A partire dal secondo trimestre del 2008, saranno pubblicati i bandi di gara in cui saranno definiti tutti i requisiti dei progetti finanziabili, definiti sulla base dei Programmi Operativi Nazionali.

In questo contesto la Cooperazione Italiana ha istituito, all'interno dell'Unita Tecnica Locale di Belgrado, un Desk Unione Europea (EU - Desk) per contribuire a migliorare l'efficacia delle azioni promosse dalla cooperazione decentrata, che saranno finanziate dall'Unione Europea in Serbia (compreso il Kossovo) e in Montenegro.

Il Desk intende sviluppare azioni a sostegno del processo di riforme in atto nel paese per l'adeguamento agli standards europei, nell'ottica di una futura integrazione nell'UE. Nello specifico il Desk intende migliorare le sinergie fra gli attori della cooperazione serbi, kossovari, montenegrini e italiani, al fine di favorirne la partecipazione ai programmi di finanziamento promossi dalla Commissione Europea per il periodo 2007-2013.

L'istituzione dell'EU-Desk si è resa necessaria poichè, con la riforma dell'assistenza esterna dell'UE, sono stati introdotti i processi di decentramento e di deconcentrazione, secondo i quali tutte le attività di programmazione, implementazione, monitoraggio e valutazione sono state trasferite dalla Commissione europea di Bruxelles alle delegazioni della Commissione e ai ministeri dei paesi partner.

Per avere un approccio efficace, ed essere veramente competitivi al momento della pubblicazione dei bandi, occorre quindi relazionarsi con i territori partner già da ora, per individuare le controparti da coinvolgere, le esigenze da soddisfare e le aspettative legate ai progetti finanziati attraverso lo strumento IPA.

Lo staff dell'UTL di Belgrado, Pristina e Podgorica è impegnato nella raccolta delle informazioni sia presso le istituzioni comunitarie, sia presso le istituzioni dei paesi potenziali candidati. Tali informazioni saranno diffuse tra gli attori italiani che manifesteranno interesse a partecipare ad azioni di cooperazione in Serbia, Kossovo e Montenegro.


Quest’anno OBCT festeggia 20 anni. Aiutaci a continuare il nostro cammino, rimani vicino alla nostra comunità di cui fanno parte corrispondenti, attivisti della società civile, ricercatori universitari, studenti, viaggiatori, curiosi e tutti i nostri lettori. Abbonati a OBCT!