Articoli di Mario Boccia

Anna Bravo e Benazir di Sarajevo

11/12/2019 -  Mario Boccia

La storica Anna Bravo, morta di recente a Torino, ha dedicato la sua vita a studi su guerra, nazismo e fascismo e in particolare alla storia delle donne e dei movimenti politici del ‘900. Uno dei suoi libri uscì con una famosa foto scattata a Sarajevo dal giornalista Mario Boccia che qui la ricorda

Italia-Bosnia Erzegovina, 155 anni di relazioni

28/11/2019 -  Mario Boccia

Si apre oggi a Sarajevo un convegno di due giorni organizzato dall'Ambasciata italiana in collaborazione con OBCT. L'evento sarà affiancato da una mostra fotografica di Mario Boccia, che non sarà presente ma ha inviato ai partecipanti un suo testo. Lo pubblichiamo

La fioraia di Sarajevo

06/02/2019 -  Mario Boccia*

"L'ho incontrata la prima volta al mercato di Markale nel centro di Sarajevo, nel febbraio 1992. Poi altre volte nel pieno dell'assedio. Un giorno mi ha detto il suo nome e mi ha dato una prima lezione". Un ricordo del fotoreporter e giornalista Mario Boccia

Bosnia Erzegovina: violenza giovanile e lotta di classe

02/02/2017 -  Mario Kikaš

Un grave fatto di cronaca, con un ragazzino lasciato in fin di vita, scuote la coesione del potere HDZ in Erzegovina

Dante Alighieri a Sarajevo

12/08/2014 -  Mario Fiorin

Tanta voglia di far conoscere la cultura italiana in Bosnia Erzegovina e al contempo un reciproco scambio culturale tra i due paesi. Le motivazioni e gli scopi di questo impegno spiegate da Emirka Aličić, presidentessa dell’Associazione “Dante Alighieri” di Sarajevo

Il Piccolo Principe in Bosnia Erzegovina

11/07/2014 -  Mario Fiorin

L'associazione bosniaca Mali Princ sostiene la letteratura per l'infanzia, nella convinzione che l'abitudine alla lettura sia una delle condizioni più importanti per lo sviluppo spirituale di una persona. Intervista con Šimo Ešić, il fondatore

Bosnia: volontari e alluvione

01/07/2014 -  Mario Fiorin

A seguito dell’alluvione che ha colpito la Bosnia alcuni volontari padovani del Comitato di sostegno alle forze ed iniziative di pace si sono recati nelle zone colpite, per portare materiale di soccorso immediato, ma anche per prendere programmare interventi futuri. Li abbiamo incontrati

Grande guerra: lo spirito d'Europa

25/06/2014 -  Mario Fiorin

Questa settimana a Sarajevo il clou degli eventi sul centenario dall'attentato di Sarajevo. Abbiamo incontrato Egidio Ivetić, che insegna storia dell'Europa orientale all'Università di Padova

Sarajevo, vent'anni dopo: storia di una foto

30/09/2013 -  Mario Boccia

La ragazza che corre. E' il titolo con cui diventerà famosa una foto che Mario Boccia, fotoreporter e giornalista, scattò il 30 settembre del 1993. A Sarajevo sotto assedio da 17 mesi, un giorno qualsiasi sotto i bombardamenti e il tiro dei cecchini. Il racconto di Mario, vent'anni dopo

Ricordando Izet

30/09/2011 -  Mario Boccia

Dal 1993 durante l’assedio di Sarajevo al 2002 anno della morte dell’amico e poeta Izet Sarajlić. Mario Boccia ripercorre le tappe di un’amicizia particolare, dei rapporti tra Izet e l’Italia, degli amici in comune e delle riflessioni sulla Bosnia martoriata dalla guerra e dal nazionalismo

10 anni di poesia a Sarajevo

30/09/2011 -  Mario Boccia Sarajevo

Si è tenuta a Sarajevo la decima edizione degli Incontri Internazionali di Poesia dedicati a Izet Sarajlić. 19 poeti da 16 Paesi e 3 continenti hanno ricordato “Kiko” nel grande festival che lega l'Italia alla Bosnia Erzegovina. I rappresentanti della Casa della Poesia di Baronissi, iniziatori del progetto, temono tuttavia che questa possa essere stata l'ultima edizione

Fumare tra amici a Tuzla, nel 1995

25/05/2011 -  Mario Boccia*

Lo sguardo attonito di un fotografo italiano davanti al dolore degli altri. Mario Boccia racconta per il nostro dossier “Mi ricordo” la sua esperienza dei Balcani negli anni '90, a partire dai funerali dei 71 giovani uccisi a Tuzla da una granata il 25 maggio 1995

La marcia, 15 anni dopo

31/08/2010 -  Mario Fiorin

Anche quest'anno si è tenuta la marcia che ricorda il percorso tentato verso la salvezza nel luglio del '95 dai bosniaco musulmani di Srebrenica. Un nostro lettore ci ha inviato il suo diario, che volentieri pubblichiamo